Là dove é il tuo amore, un giorno sarai anche tu
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
L'ECOLOGIA IN PRATICA
UNO STILE DI VITA NATURALE
PER SE' E PER IL PIANETA
L'ECOLOGIA IN PRATICA
Sono la natura
sono la terra.
i miei occhi sono il cielo,
le mie membra gli alberi.
Sono la roccia,
la profondità dell'acqua,
non sono qui per dominare
la Natura.
Io stesso sono la Natura.

Indiani Hopi

Questa terra é sacra
<b>Questa terra é sacra</b>





Come potete comperare
o vendere il cielo,
il calore della terra?
l'idea per noi é strana.
Se non possediamo
la freschezza dell'aria,
lo scintillio dell'acqua.
Come possiamo comperarli?
Continua...
ONDE DI CRESCITA INTERIORE
ONDE DI CRESCITA INTERIORE La crisi ecologica - ovvero il principale problema di Gaia - non è l’inquinamento, i rifiuti tossici, il buco nell’ozono o qualcosa del genere. Il principale problema di Gaia è che un numero non sufficiente di esseri umani si è sviluppato ai livelli di coscienza postconvenzionali, planetari e globali in cui sarebbero spinti automaticamente alla cura per il globale comune. E gli esseri umani sviluppano questi livelli postconvenzionali, non imparando la teoria dei sistemi, ma passando attraverso almeno una mezza dozzina delle principali trasformazioni interiori, che vanno dall’egocentrico all’etnocentrico al mondocentrico, punto in cui e non prima, possono risvegliarsi a una profonda e autentica cura per Gaia. La prima cura per la crisi ecologica non consiste nell’imparare che Gaia è la Rete della Vita, per quanto vero ciò sia, ma nel promuovere queste numerose e ardue onde di crescita interiore, nessuna delle quali viene indicata dalla maggior parte di questi approcci del nuovo paradigma.
Continua... 
UN'ALTRA ITALIA E' POSSIBILE
UN'ALTRA ITALIA E' POSSIBILE 1 L’Italia vive l’anomalia di un nuovo Medioevo. Più che in altri paesi, è visibile in Italia l’emergenza ecologica, il degrado sociale e la crisi di fondamentali valori etici; permangono aree vaste di ignoranza, incapacità, ingiustizia. Meno facilmente che altri paesi, l’Italia quindi può affrontare la conversione ecologica delle attività economiche, il risanamento ambientale e morale del paese, la partecipazione diretta delle persone alla attività sociale ed una effettiva realizzazione di una sana cultura dei diritti e dei doveri che dovrebbero regolare ed ispirare la vita sociale collettiva. 2 Sia in Europa che nel resto del pianeta, vi è una tripla crisi :a) economica e finanziaria (causata da un modello di crescita superato) b) ambientale conseguente, c) socio-culturale. Tre grandi crisi che non trovano più risposte adeguate dal sistema della politica: non dai partiti socialdemocratici in crisi dappertutto e neppure dall’egoismo sociale e dall’indifferenza ambientale dei vari partiti conservatori. Solo un modello sociale e produttivo eco-orientato ed eco-sostenibile, che all’idea di una crescita senza limiti sostituisca un idea di sobrietà, che non escluda anche l’utilità di avere aree di decrescita virtuosa e felice, può essere in grado di affrontare le difficoltà del presente. ...Continua...
IL BENESSERE ANIMALE E' BENESSERE UMANO
IL BENESSERE ANIMALE E' BENESSERE UMANO di Maneka Gandhi

Mangiare carne è una delle maggiori cause della distruzione ambientale. Ogni specie non solo ha il diritto di vivere, ma la sua vita è essenziale per il benessere dell’umanità. Ciò che chiamiamo sviluppo, cioè la sterile città nella quale portiamo i nostri cani al guinzaglio, non è vita. Ci abituiamo così velocemente al malessere, alla tensione, alle carestie e alle alluvioni che pensiamo che i pezzi di carta che teniamo in tasca possano sostituire un corpo sano e una mente gioiosa. Scegliamo di non sapere che, praticamente tutte le nostre malattie sono causate dalla mutilazione e dall’uccisione di animali: dai 70.000 acri di foresta pluviale del Sudamerica abbattuti ogni giorno – che in gran parte servono per far pascolare il bestiame – fino al virus Ebola, proveniente dalle scimmie strappate dal loro habitat naturale in Africa allo scopo di fare esperimenti. Abbiamo ottenuto più cibo uccidendo i lombrichi con le nostre sostanze chimiche o abbiamo ottenuto più malattie? Abbiamo ottenuto una salute vigorosa allevando forzatamente bestiame per il latte e la carne, o abbiamo piuttosto ottenuto emissioni di gas metano che hanno contribuito enormemente all’effetto serra, mettendo in pericolo la vita del pianeta? Continua...

LA RIVOLUZIONE AMBIENTALE
LA RIVOLUZIONE AMBIENTALE

di Lester Brown

Per creare una economia sostenibile bisognerà sostenere una rivoluzione ambientale, come è avvenuto per quella agricola e industriale. Alla fine del libro Piccolo è bello, Schumacher parla di una società che violenta la natura e danneggia gli esseri umani e, da quando queste parole sono state scritte, diciotto anni fa, abbiamo potuto vedere con maggiore evidenza i modi con i quali la nostra società agisce proprio in quella direzione.Mi trovavo all’aeroporto di Dulles e presi una copia del US News and World Report, che conteneva un editoriale di David Gergen, un alto funzionario dell’Ufficio Stampa di Reagan alla Casa Bianca. L’articolo descriveva quello che stava accadendo oggi alla società americana e l’autore affermava che, in un certo senso, abbiamo perso la strada. Continua...

RISPETTA LA (TUA) NATURA
<b>RISPETTA LA (TUA) NATURA </b> Michele Vignodelli

Il nostro corpo e la nostra mente sono meraviglie naturali in pericolo, da difendere come le foreste, i fiumi, il mare e le montagne. Sono continuamente aggrediti dal sistema tecnologico ed economico che ci governa, proprio come il resto del mondo naturale.
Non potremo mai rispettare e vivere veramente la suprema bellezza e armonia della natura esterna se non cominciamo da noi stessi. Eppure esiste una spaventosa ignoranza sulla nostra natura interna, che fa pensare a una congiura del silenzio.
Negli ultimi anni sono emerse abbondanti prove dell’esistenza di
Continua...
RICORDO DI IVAN ILLICH
<b>RICORDO DI IVAN ILLICH </b>

Giannozzo Pucci *

Il primo libro di Illich, pubblicato alla fine degli anni '60, riguarda appunto la Chiesa nel processo di trasformazione della società moderna (The Church, change and development).
Il secondo, del 1970, intitolato "Celebration of Awareness (Celebrazione della consapevolezza": un appello alla rivoluzione istituzionale), è contro le certezze delle istituzioni che imprigionano l'immaginazione e rendono insensibile il cuore.
Poi, nel 1971, esce "Descolarizzare la società", che è stato al centro del dibattito pedagogico internazionale con la tesi che la scuola produce la paralisi dell'apprendimento e danneggia i ragazzi, educandoli a diventare meri funzionari della macchina sociale moderna. Convinto che il sistema educativo occidentale fosse al collasso sotto il peso della burocrazia, dei dati e del culto del professionalismo, combatteva i diplomi, i certificati, le lauree,
Continua...

LA VENDETTA DI GAIA
LA VENDETTA DI GAIA di James Lovelock

La vendetta di Gaia : assediati dall'inquinamento e dalle crescenti anomalie del clima, siamo al punto di non ritorno. Lo sostiene uno scienziato di fama mondiale.
Per millenni abbiamo vissuto con la strategia del parassita, ai danni dell'organismo vivente che ci ospita. Ora, assediati dall'inquinamento e dalle crescenti anomalie del clima, siamo al punto di non ritorno. Lo sostiene uno scienziato di fama mondiale.
Il parassita e' un essere che vive a spese di un altro organismo. Se ne nutre, cresce, si riproduce e prospera. Eppure, la sua non e' una strategia lungimirante. Le energie dell'organismo ospite diminuiscono giorno per giorno, ora per ora, minuto per minuto. Finche' un giorno accade l'inevitabile: l'organismo ospite si avvia a una fine certa. E il parassita, senza risorse, e' destinato a scomparire. Questa immagine e' la perfetta metafora della storia della specie umana. A dimostrarlo sono i fatti. Continua...

Il tao dell'ecologia
<b>Il tao dell'ecologia </b> Goldsmith E.
Muzzio
€. 19.63
Se vuoi comprarlo

In questo libro che presenta una summa generale del suo pensiero, Edward Goldsmith, famoso scienziato e promotore di iniziative ecologiste, ci accompagna ad un viaggio avvincente lungo la strada di una nuova visione del mondo. Umanità e natura come elementi armonici di un rapporto tutto da recuperare. L'illustrazione delle motivazioni scientifiche, etiche, psicologiche e religiose di un rapporto che abbiamo drammaticamente deteriorato. in excursus tra i temi quali l'attuale insostenibilità del nostro sviluppo economico, la presunta oggettività della scienza e la sacralità della natura, che ci offre tanti elementi per irflettere sul nostro rapporto con il mondo che ci circonda. Un classico recente della letteratura ecologista che qui riproponiamo alla vostra attenzione.
WWF: L'ORA DELLA TERRA UNA GRANDE MOBILITAZIONE CONTRO I CAMBIAMENTI CLIMATICI

L'Ora della Terra WWF, la più grande mobilitazione globale contro i cambiamenti climatici che il 31 marzo darà il via a un emozionante giro del mondo a luci spente attraverso tutti i fusi orari, lancia una sentita chiamata all'azione, supportata anche dal video-messaggio del segretario delle Nazioni Unite Ban-ki Moon, ai 2 miliardi di persone e alle migliaia di città, istituzioni, comunità e imprese che in tutto il mondo parteciperanno all'evento, perché si impegnino subito in azioni concrete per fermare i cambiamenti climatici e garantire un futuro sostenibile, e quindi la vita, alla nostra civiltà e alla natura.

Proprio oggi a Londra si conclude la conferenza "Planet Under Pressure", organizzata dai più autorevoli programmi internazionali di ricerca sui cambiamenti globali che ha riunito quasi 3 mila scienziati provenienti da tutto il mondo. La situazione è chiara: siamo di fronte a una grande accelerazione dell'impatto delle attività umane sui sistemi naturali e se non agiamo subito si rischia di raggiungere i tipping points, le soglie di non ritorno. Le attuali azioni di mitigazione del cambiamento climatico non sono infatti sufficienti per evitare che l'aumento della temperatura media globale superi la soglia dei 2˚C rispetto ai livelli preindustriali. E il riscaldamento globale minaccia la salute umana, la sicurezza alimentare e idrica, gli ecosistemi. La fusione dei ghiacciai in Artico, per esempio, ha subito negli ultimi 5 anni un'accelerazione tale da far pensare che il livello di soglia sia drammaticamente vicino, con conseguenze tragiche sui livelli del mare, sulle grandi direttrici delle correnti marine e atmosferiche, sullo stesso equilibrio idrico terrestre.

"Di fronte alla minaccia dei cambiamenti climatici serve una mobilitazione straordinaria di tutti gli abitanti del Pianeta, per trovare insieme piccole e grandi soluzioni, ripensare il proprio stile di vita, produzione e di consumo, modificando abitudini individuali e collettive che minacciano la sopravvivenza della specie umana e degli ecosistemi – ha detto Adriano Paolella, direttore generale del WWF Italia - L'Ora della Terra organizzata dal WWF in tutto il mondo non è un momento rituale. E' una 'chiamata all'azione' per il pianeta, a cui rispondono quasi 2 miliardi di persone a tutti i livelli della società, insieme a migliaia di istituzioni e imprese, dimostrando che il mondo è già pronto per un futuro diverso, all'insegna della sostenibilità."

A rafforzare l'appello al cambiamento, quest'anno ancora più forte perché guarda al vertice mondiale sullo sviluppo sostenibile di Rio+20, a giugno, domani a Roma il direttore esecutivo dell'UNEP Achim Steiner spiegherà perché la Green economy è la chiave per uscire dalla crisi economica e assicurare al mondo un futuro più sostenibile e più equo*. Mentre il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, nel suo video-messaggio per l'Ora della Terra, invita cittadini, istituzioni e imprese a spegnere le luci pensando a quel 20% di uomini, donne e bambini che non hanno accesso all'elettricità "Spegnere le luci è un simbolo del nostro impegno per garantire energia sostenibile a tutti. Dobbiamo alimentare il nostro futuro con energia pulita, efficiente e accessibile. Se agiamo insieme possiamo accendere un futuro più luminoso."

E quest'anno per la prima volta l'Ora della Terra supera i confini planetari e va in orbita grazie all'Agenzia Spaziale Europea (ESA). L'astronauta olandese Andre Kuipers, di stanza nella Stazione Spaziale Internazionale, terrà d'occhio il nostro pianeta mentre le luci si spegneranno e twitterà in diretta foto e commenti da @Astro_Andre (si realizza così uno dei più divertenti spot realizzati per le precedenti edizioni di Earth Hour "Houston, you got a problem?" "No, you got a problem!", guardalo qui).

Tornando sulla terra buone notizie arrivano dai posti più inaspettati. Nonostante il recente colpo di stato che ha rovesciato il dittatore libico Gheddafi due adolescenti stanno organizzando il primo evento Earth Hour in Libia. Il biker Vittorio Brumotti manderà il suo messaggio per Earth Hour dalla scalata-record per raggiungere la cima dell'Everest in bicicletta, mentre in tutto il mondo si spegneranno monumenti simbolo come la Tour Eiffel e il Louvre, l'Empire State Building, l'edificio più alto del mondo Burj Khalifa, la Grande Muraglia Cinese, la Table Mountain a Cape Town, le mura di Edimburgo, Buckingham Palace, il Tower Bridge e il Big Ben a Londra, il Cristo Redentore di Rio e i 938 siti dell'UNESCO in uno straordinario giro del mondo attraverso tutti i fusi orari.

IN ITALIA l'ondata di adesioni ha superato di gran lunga le precedenti edizioni con più di 350 Comuni coinvolti (erano 240 l'anno scorso), che spegneranno monumenti come Castel Sant'Angelo, la Cupola di San Pietro e il Quirinale a Roma, il Teatro alla Scala di Milano, piazza San Marco a Venezia, la Torre di Pisa, il Duomo e Ponte Vecchio a Firenze, la Mole Antonelliana di Torino, i Sassi di Matera, l'Acquario di Genova, la Valle dei Templi di Agrigento, Palazzo Reale e il Maschio Angioino a Napoli, i ponti di Calatrava a Reggio Emilia, la Villa Reale di Monza, la cui facciata dall'anno scorso è interamente illuminata a led, alcuni dei principali beni del FAI – Fondo Ambiente Italiano, i piccoli Comuni delle "Perle Alpine" (tra cui Forni di Sopra, Sauris e Moene), oltre ai 9 comuni premiati per le buone pratiche di sostenibilità dal concorso "Reinventiamo le città" – City Challenge. Moltissime iniziative, concerti, cene a lume di candela, osservazioni delle stelle saranno organizzate dalla rete WWF nelle piazze, nelle Oasi WWF e negli agriturismi della rete Fattorie del Panda (l'elenco degli appuntamenti su www.wwf.it/oradellaterra). Tutti potranno arricchire la fotogallery ufficiale la serata caricando la propria foto, prima e dopo lo spegnimento, su http://upload.wwf.it/earthhour.

L'evento centrale per l'Italia sarà a Roma, nella suggestiva cornice di Castel Sant'Angelo, dove l'etoile della danza Roberto Bolle darà il via allo spegnimento del monumento e della vicina Cupola di San Pietro, mentre non lontano 128 "donatori di energia" in bicicletta alimenteranno il concerto-spettacolo dei Tetes de Bois "Palco a Pedali – Goodbike", ospiti Elisa e Niccolò Fabi, il primo eco-spettacolo al mondo in cui l'energia elettrica che illumina il palco e lo fa suonare viene interamente generata dall'energia di biker volontari, reclutati in pochi giorni sul web, dando vita a un viaggio nel mondo della bicicletta tra immagini, canzoni, racconti e poesia.

E mentre CISCO sta calcolando i viaggi aziendali, e quindi le emissioni di CO2, risparmiati dalle aziende che partecipano alla Travel free week (26-31 marzo), la giuria WWF renderà noto oggi il primo vincitore dell'ironico contest fotografico sui "PECCATI VERDI" di WWF-Coin, che si aggiudicherà un posto tra i "donatori di energia" a pedali per l'evento di Roma (l'estrazione dei viaggi premio e i vincitori della giuria popolare saranno invece resi noti nei prossimi giorni). I divertenti video dei peccatori green raccolti "on the road" disponibili sul sito www.coin.it/peccatoverde .

SPECIALE WEB: SOCIAL, APP, CHECK-UP ENERGETICI E LE SFIDE GLOBALI PER IL PIANETA Tantissime iniziative organizzate sul web, dove cittadini e testimonial, come Elisa, Niccolò Fabi, Roberto Bolle, i Tetes de Bois, ma anche Totti, Marco Mengoni, Paola Saluzzi, Paola Maugeri, Massimiliano Rosolino, la nazionale di rugby e la Teramo basket stanno facendo girare l'evento, postando, twittando e diffondendo i loro video-messaggi in un tam-tam sempre crescente.

> I WILL IF YOU WILL: sono centinaia le "sfide per il pianeta" lanciate sulla piattaforma internazionale "I will if you will", come quella del pianista italiano Christian Calcatelli, che suonerà per 8 ore di fila in diretta su Youtube se 5000 persone accetteranno di fare la raccolta differenziata; del direttore WWF internazionale Jim Leape, che applicherà un radiotrasmettitore a un tonno tosso nel Mediterraneo se 10.000 persone scaricheranno la guida WWF al consumo sostenibile di pesce; di un gruppo vocale sudafricano che farà un concerto gratuito se 50.000 loro fan rinunceranno alle bottiglie di plastica; di un ragazzo serbo che farà 1.000 esercizi di parkour in 24 ore se 1000 persone scollegano i loro caricabatterie inutilizzati; di una ragazza francese che seguirà una dieta vegetariana per due giorni alla settimana per ogni persona che dimezzerà il suo consumo di carne. Per lanciare e accettare le sfide: www.wwf.it/oradellaterra - I WILL IF YOU WILL

> CHECK UP ENERGETICO ONLINE: A tutti quelli che visiteranno il sito italiano dell'evento www.wwf.it/oradellaterra Officinae Verdi mette a disposizione un check-up online per determinare l'efficienza energetica della propria abitazione.

> LA APP "L'ORA DEL WWF": per I-Phone e Android, la piattaforma con il count-down verso lo scoccare dell'Ora della Terra, i video e gli appuntamenti e il Test di sostenibilità per scoprire se siamo "eco-virtuosi", "consapevoli" o "menefreghisti", con tante possibilità per migliorare. (realizzata con Iperdesign)

> SOCIO WWF PAPER-FREE: il WWF ha lanciato la membership "Paperfree - Specie digitale", la nuova iscrizione completamente digitale, che prevede solo comunicazioni via mail ed sms, speciali abbonamenti a riviste digitali e nuove ed esclusive app WWF, senza alcun uso della carta. Pensata per chi ama postare, twittare e taggare, è online su wwf.it/paperfree e promossa grazie all'aiuto di Luca Argentero.

> LA T-SHIRT DELL'ORA DELLA TERRA è disponibile su www.wwf.it/pandagift

I PATROCINI
L'edizione di Earth Hour 2012 ha ricevuto l'Alto patronato della Presidenza della Repubblica, e i patrocini del Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, Conferenza delle Regioni e Province Autonome, Regione Lombardia, Regione Toscana, Roma Capitale, Comune di Milano, Comune di Firenze, Comune di Siena, Comune di Perugia, Comune di Bologna, FAI – Fondo Ambiente Italiano, Federciclisti, FIAB, ANCI, Associazione Italiana Comuni Virtuosi, Coordinamento Agende 21 Locali.

L'ORA DELLA TERRA E LE IMPRESE
Per dimostrare che un cambiamento è possibile, oltre a Cisco e Coin, altre imprese partner del WWF hanno risposto all'appello di Earth Hour impegnandosi in azioni concrete per diminuire i propri impatti ambientali e ispirare altre aziende a fare altrettanto. Dodo inizierà a produrre il packaging dei suoi prodotti e i suoi leaflet in carta certificata FSC, mentre I Provenzali si impegnerà nella produzione di confezioni 100% ecologiche. Sulla sensibilizzazione dei propri dipendenti e clienti hanno invece puntato Auchan, Birra Peroni, Berendsohn, SACE, DHL e Mutti; quest' ultima, impegnata a ridurre la propria impronta idrica, ha anche avviato attività di formazione verso i propri agricoltori su questo tema. UniCredit, oltre a spegnere i suoi edifici più rappresentativi in tutta Europa, ha scelto di fornire gratuitamente a tutti i dipendenti che ne faranno richiesta la UniCredit Card WWF (la carta di credito che devolve il 3 per mille delle spese a favore del sistema delle Oasi WWF); inoltre UniCredit sarà la prima azienda ad aderire alla campagna di iscrizione WWF "Paperfree", che regalerà ai propri dipendenti per il primo anno. Il Gruppo cartario Sofidel (noto per il marchio Regina), membro del programma WWF Climate Savers, ha dichiarato che consoliderà ulteriormente l'impegno in termini di ricorso a fonti forestali certificate. Electrolux in occasione di questo evento presenterà "Future Insight", il nuovo rapporto biennale dedicato alle strategie messe in atto dal gruppo per un futuro più sostenibile. Officinae Verdi infine ha deciso di aderire mettendo a disposizione di tutti i visitatori del sito wwf.it/oradellaterra un servizio di "check up online" volto a determinare il livello di efficienza energetica della propria abitazione.

 

FONTE: http://ilcorrieredelweb.blogspot.it


 Ricerca nel Dossier
 Menu
Home di questo Dossier
Elenco principale Dossier
Consiglia il Dossier
 Argomenti
Casa ecologica
Ecologia domestica
Consumi consapevoli
SPECIALE TRASPORTI
Ambiente e Territorio
Natura e Wilderness
Iniziative e incontri
Tecnologie Dolci
Libri Consigliati
Chi é Chi
SPECIALE RIFIUTI
SPECIALE NUCLEARE
ECOLOGIA E POLITICA
SPECIALE ACQUA
LIBRERIA FIORIGIALLI
consulta i libri in:

Agricoltura e giardino 
Ambiente e territorio 
Ecologia /Ecologismo
Medicine naturali
Alimentazioni naturali
Etologia
Scienze olistiche
Altre economie
Politica e società 
Nord-Sud

per acquisti on line e per
approfondire gli argomenti
di questo DOSSIER,  la più
ampia scelta ed i migliori
libri con sconti e offerte
eccezionali !
ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail

 News
26-27-28 SETTEMBRE - THINK GREEN ECOFESTIVAL - ROMA
REGALO A CHI INQUINA E' LEGGE
GROENLANDIA: IN 4 GIORNI SCIOLTO META' DEL GHIACCIO, ORA QUASI TUTTO
IN GERMANIA STANZIATI 32 MILIARDI PER USCIRE DAL NUCLEARE
711 ECOLOGISTI UCCISI NEGLI ULTIMI 10 ANNI
WWF: L'ORA DELLA TERRA UNA GRANDE MOBILITAZIONE CONTRO I CAMBIAMENTI CLIMATICI
SOLAR IMPULSE AEREO A ENERGIA SOLARE
26 APRILE 1986 CERNOBYL
PER NON DIMENTICARE

LA NUOVA BICI A IDROGENO
100 KM CON 1/2 LITRO D'ACQUA

 Link
Envirolink Network
Natura Network
Feng Shui Consulting
Aduc Ass.Consumatori
Adiconsum Ass.Consumatori
Lega dei Consumatori
Codacons Ass.Consumatori
Unione Naz.Consumatori
Studio Arch.Bernardini
Ecofeminist
Lipu Protez.Uccelli
La voce dell'albero
Greennet
Greenpeace Italia
Legambiente Convento S.Giorgio
Italia Nostra
Natura Nostra Italia
INBAR Ist.Bioarchitettura
ANAB Ass.Bioarchitettura
Promiseland
Critical Mass
Paea progetti Energia
Consorzio Pannello Ecologico
CarBusters
Amici della Bici
Gruppi Acquisto Solidali
Thank-Water
Stile Biologico
Bioteca Associazione - Udine
IRIS strategie per l'ambiente
Wilderness
World Watch Institute
Wilderness in Italia
Fiera delle Utopie Concrete
Ecoage
Yoga Wear Bindu
OLO - conslulenti nel biologico
AMICI della Terra
Ecoistituto delle Tecnologie Appropriate di Cesena
Parchi italiani
Bioedilizia
ECO-ECOBLOG
EcoRiflesso.org
Verdi del Trentino
Associazione Torino Viva
TERRA NEWS
TERRANEWS
Officina Naturae
Artimestieri - Cooperativa Sociale
 Consiglia il Dossier
Tua e-mail E-mail destinatario Testo







 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli è un marchio Il Libraio delle Stelle - Via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri
P. Iva 00204351001- email: info@fiorigialli.it - tel 06 9639055

sviluppo e hosting: 3ml.it