forestiero che vai cercando la pace al crepuscolo, 
la troverai alla fine della strada. (F. Battiato)
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
VIVERE INSIEME
INTRODUZIONE ALLE CULTURE COMUNITARIE
VIVERE INSIEME
REPORTAGE DA AUROVILLE
REPORTAGE DA AUROVILLE


La Comunità di Adventure di Auroville

Adventure è una Comunità intenzionale, nel senso che raggruppa un numero di persone che hanno deciso di condividere uno spazio e un tempo sia fisico che spirituale.
È situata nella cosiddetta Green Belt di Auroville, la cintura verde dedicata al rimboschimento, all'agricoltura, al verde.  Nonostante ciò è molto vicina al centro della township Auroville, al Matrimandir, al Visitors' Center, alla Solar Kitchen, inoltre contigua al villaggio Tamil di Edyanchavadi e attigua alla Udavi School, la prima scuola di Auroville (in senso temporale).
Fisicamente viviamo in alloggi chiamati "capsule", abitazioni tradizionali di questa zona, fatte di legno con il tetto di foglie di palma o cocco, aperte ai quattro lati con portelloni triangolari, in qualche caso  con la parte inferiore in muratura.
Comunque ogni abitazione è differente, alcune hanno il "dojo" esterno o una cucina o un laboratorio, tutte i servizi esterni, tutte a una certa distanza e non a vista una dall'altra, immerse naturalmente nel verde. Servizi in comune sono la cucina, un ufficio chiuso in muratura da cui ci colleghiamo ad internet con un sistema centralizzato, un dojo detto Ganesha dove ci riuniamo regolarmente per meditare insieme, cantare bhajans un paio di volte la settimana, tenere riunioni per organizzare i lavori e le decisioni comuni, e fare il cosiddetto sharing settimanale.
Lo sharing, che in inglese vuol dire condivisione, è un momento molto importante, solitamente il giovedì sera dopo cena, alle 8, ci riuniamo nel dojo (una grande capanna di forma ottagonale aperta su tutti i lati) con al centro un piccolo mandala di fiori e candele, incenso e le foto dei Maestri, ma anche con altre simbologie non solo indiane. Dopo una breve meditazione o concentrazione collettiva e il canto di un om, cerchiamo di aprire i nostri cuori agli altri, partendo dagli avvenimenti della settimana, ma non necessariamente, cercando di comprendere e farci comprendere, aprendosi appunto, e condividendo le nostre sensazioni, positive o negative del momento, cercando diContinua...

IL DONO DEL VECCHIO RABBINO
IL DONO DEL VECCHIO RABBINO
Il “Dono del vecchio rabbino” racconta la storia di un monastero in decadenza nel quale vivevano quattro anziani monaci e l’abate i quali erano molto preoccupati per la fine del loro ordine monastico.
Nei boschi intorno al monastero si trovava una capanna usata ogni tanto come eremitaggio da un rabbino.
Dopo anni di preghiere, contemplazioni e meditazioni, il gruppo dei monaci aveva sviluppato una certa sensibilità e percepivano la presenza del rabbino quando era presente nella capanna-eremo.
L’abate, afflitto e addolorato per la situazione difficile del suo monastero decide di chiedere consiglio al rabbino.
Continua...
ESPERIMENTI GIAPPONESI PER NUOVE GENERAZIONI
ESPERIMENTI GIAPPONESI PER NUOVE GENERAZIONI di Lex Veelo

La conferenza internazionale sugli ecovillaggi è stata una meravigliosa opportunità per conoscere realtà in Giappone che intendono attuare progetti per la creazione di ecovillaggi. Ci era stato detto che la gente in Giappone un tempo aveva un forte senso della comunità nei loro migliaia di villaggi rurali e nei quartieri cittadini. Avevano anche un antico e sacro, senso di comunione con la natura, in particolare con gli alberi e con le foreste. Il Giappone infatti è ancora oggi riuscito a conservare il 66% della loro nazione insulare con la foresta, che rappresenta una cifra impressionante se si considera che la forte pressione di cancellare le foreste per ottenere aree coltivabili sempre maggiori ed alimentare la popolazione in aumento.
Versione Stampabile << torna indietro

L' ECOVILLAGGIO DI GAIA IN ARGENTINA


Stiamo seminando le basi per un insediamento umano sostenibile. Ci prefiggiamo di vivere semplicemente, in contatto con la natura, organizzati come un piccolo villaggio ecologico, con principi ecologici, comunitari e sociali. Scegliamo i principi della Permacultura come basi del disegno generale del luogo per fare un buon uso della terra e ei flussi di energia, le costruzioni naturale e realizzare un organizzazione sociale ed economica comunitaria Onoriamo le piccole e grandi manifestazioni della vita, tanto negli ecosistemi, quanto nelle relazioni e nei processi personali. Sappiamo che tutto è connesso e che il grado di coscienza e di rispetto che abbiamo nei confronti del nostro habitat e in tutte le nostre relazioni, determina il tipo di vita che conduciamo. Tentiamo di raggiungere un equilibrio tra spazi privati e vita comunitaria, dove si possa sviluppare il nostro talento personale, tanto quanto le possibilità di interazione con gli altri, generando relazioni di muto appoggio e collaborazione. […] quello che gli anni scorsi è stato considerato come un idealismo utopico è ora emergenza sociale e ambientale. Il progetto aspira ad essere un prototipo pratico dove chi sia interessato ad una società sostenibile possa mettersi in pratica e ispirarsi per concretizzare altre iniziative comunitarie in Argentina e in diversi punti del pianeta.

Rendere concreti i sogni.   

Dal 1992 l’Associazione Gaia sta lavorando alla definizione del progetto e a modi per generare risorse per la realizzazione dell’ecovillaggio. Nel 1996 l’Associazione comprò finalmente il terreno dove si è iniziato a compiere i primi passi.

Caratteristiche del luogo

L’ecovillaggio conta con una superficie di 20,3 ettari nella zona di Navarro a circa 110 km da Buenos Aires. Il terreno è elevato con una leggera pendenza e fertile, con suolo argilloso. Sono presenti delle grandi costruzioni che appartenevano ad una fabbrica di prodotti caseari, abbandonata da 43 anni, e cinque costruzioni extra per magazzino, case e bagni del personale. Gran parte di queste costruzioni son stare riutilizzate con molti sforzi e attualmente servono come area per i visitatori e gli studenti, con abitazioni, cucina e mensa comunitaria, sala per laboratori e corsi, magazzino per gli attrezzi e i materiali, biblioteca e sala multifunzionale.

Organizzazione

Stiamo portando avanti nella vita quotidiana i principi di sostenibilità, cercando di superare le tappe per realizzare una cultura stabile, dove la relazione di cooperazione reciproca possa offrire un marchio di sicurezza al gruppo e agli individui. Un piccolo gruppo vive in modo permanente sul posto, portando avanti i diversi progetti comunitari, così come i programmi educativi che offriamo. Siamo aperti a ricevere famiglie con figli, coppie e adulti indipendenti, disposti a unirsi e co-responsabilizzarsi nel progetto. L’ecovillaggio funziona come un Centro di Vita e Apprendimento, dove si offrono programmi educativi e di preparazione di diversa durata, tanto per giovani studenti che desiderano sperimentarsi nella pratica della vita sostenibile, così come per gli adulti che vogliano iniziare progetti sostenibili e necessitino di ispirazione e strumenti pratici. Offriamo visite guidate la domenica, per gli interessati a conoscere il posto, il fine settimana per quelli che desiderano unirsi attivamente al progetto Si offrono anche Corsi e Laboratori su temi specifici come: Permacultura, Costruzione Naturale, Energie Rinnovabili, Vita Comunitaria, Cucina Naturista, Danze Circolari, Aromaterapia, etc. Questi programmi si offrono nell’ecovillaggio, all’interno, per un pubblico in generale o per gruppi specifici di interesse.

Per questo, gli apporti di università, centri di ricerca e imprese stanno incontrando nell’ecovillaggio il luogo adatto per provare, applicare e diffondere alla popolazione le proprie ricerche, servizi e prodotti.

Strategia di realizzazione

Ci siamo ispirati a diverse culture native dell’America che per centinaia di anni hanno creato comunità sostenibili. Allo stesso tempo stiamo visitando comunità, eco villaggi e centri dimostrativi che funzionano in diversi punti del pianeta. Desideriamo imparare ad tutte queste esperienze, dai nostri antenati e dai nostri padri.

Stiamo studiando che tipo di ostacoli o soluzioni sperimentano altre comunità con il proprio lavoro vitale e creativo. Raccogliamo queste informazioni con video, foto, interviste e materiale scrito. Tutto questo ci offre una base di informazioni su come si sostengono le differenti comunità ed eco villaggi.

Il principale obiettivo in questa tappa è riuscire a concretizzare questo progetto in Argentina. Speriamo di raggiungere una massa critica di residenti per raggiungere il dinamismo di questa nuova forma di vita. Piano piano verranno ad aumentare le aree di lavoro, secondo le abilità che ogni individuo apporta e la capacità di organizzazione che andiamo sviluppando. Quello che è già presente è la necessità di condividere l’esperienza, la vita in campagna come un sentimento comune, con obiettivi definiti.

È probabile che in questa tappa, alcuni sentano l’esigenza di ritornare a ciò che hanno conosciuto. Allora, bisogna riconoscere questa stato di confusione come parte del processo di cambiamento e fae con pazienza o passi del periodo di transizione. Nostro impegno/sfida sta nel portare a termine questo progetto pioneristico in una vita di semplicità volontaria, dove sia presente lo spirito di servizio, potendo vedere la vita all’interno di tutti gli esseri. Ancora di più che il luogo si converta in un centro di ispirazone e sperimentazione per nuovi progetti sostenibili.

Stiamo sperimentando i cammini per creare realtà. Crediamo che per concretizzare questo progetto non è mai abbastanza la speranza, la creatività e l’impegno. L’ Associazionen Gaia è uno spazio possibile per tutti quelli che con spirito pioneristico vogliano diventare protagonisti di questo progetto. 

Lavorando in rete

Crediamo che il futuro dello sviluppo di eco villaggi in differenti bioregioni permetterà un ricco interscambio di risosrse, conoscenze e abilità, specialmente nella produzione di alimenti e di altre risorse rinnovabili. Inoltre, questa diversità di insediamenti incrementerà un fluido interscambio di esperienze e di persone che lavorano in rete. L’Associazione Gaia mantiene un attiva partecipazione al GEN (Rete Globale degli Ecovillaggi) e all’ ENA (Rete di eco villaggi delle Americhe) dalla sua creazione. Funziona come il nodo sud, per sviluppare la rete in Sudamerica. È anche membro fondatore di RAPEL (Rete di Appoggio alla Permacultura Latinoamericana) rete che è stata creata nel Primo Congresso Latinoamericano di Permacultura che l’Associazione Gaia ha organizzato dal 27/03 al 2/4 del 2000.

Se sei interessato a partecipare al progetto o a collaborare in qualsiasi modo, non esitare a comunicare con noi.

Tutti quelli che hanno un senso maturo di sé stessi, con un profondo interesse a vivere in contatto con la natura in modo sostenibile, e aperti alla sfida di un progetto pioneristico e alla vita di gruppo. Aspettiamo l’arrivo di di educatori, artisti agricoltori, piccoli imprenditori, terapeuti, costruttori, etc.. tutti quelli con creatività ed entusiasmo e spirito di servizio, disposti ad appoggiare un progetto in costruzione.
 
Invitiamo ad avvicinarsi a tutti quelli che desiderano:

Coltivare i propri alimenti
Il piccolo è bello
L’ecologia profonda
La semplicità volontaria
Lavorare vicino casa
Condividere con gli altri le proprie risorse e abilità
Una comunicazione aperta La trasformazione basata sul superamento dei limiti personali
Condividere l’energia creativa che si genera negli impegni comunitari
La partecipazione e la responsabilità nel prendere le decisioni (consenso)
Esplorare e praticare nuove alternative di vita

Ci sono alcune regole base di convivenza che ci piacerebbe condividere per fare in modo che il tuo soggiorno sia piacevole e felice per tutti:

• L’alimentazione è una ricca dieta naturista! Si offre colazione, pranzo e cena, le colazioni aggiuntive vanno pagate dalla persona che ne usufruisce. Per favore avvisate anticipatamente se avete richieste specifiche per l’alimentazione.
• Gli adulti che vengono con bambini sono responsabili di questi, facendo loro attenzione e accompagnandoli durante il soggiorno, dal momento che non abbiamo un sistema organizzato di attività per bambini e ci sono luoghi che possono essere pericolosi.
• Promuoviamo la vita silvestre, per questo non abbiamo animali domestici e vi preghiamo di non portare i vostri.
• L’acqua di tutti i rubinetti è potabile. Per le docce l’acqua è riscaldata da pannelli solari. In caso di tempo nuvoloso utilizziamo una stufa a legna.
• Stimoliamo l’uso cosciente dell’energia (luce, acqua, gas e legna) per evitare lo spreco. L’elettricità è prodotta al 100% da aereo generatori. Prima di collegare qualsiasi tipo di apparecchio, per favore consulta sulle possibilità di consumo.
• Disponiamo di bagni secchi, per favore seguite le istruzione di uso di ognuno.
• Separiamo i rifiuti organici da quelli inorganici. Classifichiamo e ricicliamo contenitori di diversi materiali. Non buttiamo al suolo carta, plastica, cicche di sigarette, etc. per favore non lasciate rifiuti non riciclabili, vi consigliamo di portare con voi una busta con i resuidi che avete prodotto durante la permanenza in Gaia (IMPORTANTE! Portate via le pile usate)
• Se avete proposte di compiti diversi da quelli delle attività comuni programmate, prima discutetene con i residenti. Terminando i compiti cerchiamo sempre di pulire e riordinare gli strumenti e tutto ciò che è stato utilizzato.
• Condividiamo il mantenimento e la pulizia degli spazi comuni (cucine, bagni, sale) Chiediamo che le abitazioni restino ordinate e pulite.
• Condividiamo gli orari dei pasti, si avvisa con la campana.
• Vi consigliamo di non bere bevande alcoliche, assumere droghe o sostanze allucinogene.
• Chiediamo gentilmente di non fumare nei luoghi chiusi e che i fumatori conservino le cicche in una busta.
• Permettiamo l’accensione di fuochi solamente nel cerchio delle danze sacre e con un responsabile locale per l’uso della legna.

Fonte: Gaia . org . ar


Salve,
mi è piaciuto leggere del vostro progetto di ecovillaggio in Argentina. Se volete darmi maggiori info o volete chiedermi delle cose sono disponibile.
Saluti.
William da Bologna (Italia).

sono molto intressata al progetto..mi piacerebbe avrere altre informazioni..e gia esistente una comunita che vive in questo posto?

Salve,non ho aancora avuto il piacere di avere una vostra risposta al mio commento. Io sarei interessato a collaborare col vostro progetto di ecovillaggio in Argentina. Ma ho bisogno che mi comunichiate delle richieste ben precise. Io posso fare animazione con bambini, aiutare in cucina, accudire gli animali, aiutare nelle coltivazioni, etc. ma ho bisogno di una vostra concreta risposta. Aspetto impaziente. anderw80@yahoo.it

ciao sono maddalena educatrice ambientale ,terapeuta naturale coltivatrice ,artista ...sarei molto interessata a condividere con voi questa esperienza di vita e a portare il mio contributo esperenziale di anni di lavoro e ricerche nel settore formartivo ambientale-sostenibile relazionale ,in italia ho provato a creare una situazione molto simile e tutt'ora organizzo esperienze di ecoturismo e progetti educativi , ma ho deciso che vorrei trasferire tutto all'estero, come posso mettermi in contatto con voi ?
schiasta@ibero.it

MI SPAICE CHE NON PREVEDIATE ORGANIZZAZIONE E INTRATTENIMENTO PER BAMBINI POTRESTE INDICARMI UN ECOVILLAGGIO IN ARGENTIRE CI TERREI MOLTO VISITARE L'ARGENTINA DOVE POSSA ESSERE PREVISTO IL SOGGIORNO DI BAMBINI E CHE SI POSSA INTERAGIRE IN MODO AFFETTUOSO A CREATIVO PER LORO? GRAZIE
CINZIA

Ciao sono Emilio ho 36 anni ed ho un bel po' di esperienza nel settore ambientale. Nello specifico io mi occupo di progettazione e realizzazione parchi e giardini. Sarei onorato di potervi venire a trovare per conoscere e contribuire nel mio piccolo al vostro progetto.
Spero di poter esser contattato per avere maggiori informazioni.
Un saluto,Emilio (Firenze,Itala)

Ciao sono Luca e al momento vivo in Italia. Un progetto come questo è ciò che sogno di realizzare o comunque di farne parte prima o poi. Sono di origine uruguaiana quindi sono certo che prima o poi passerò a trovarvi. Nel frattempo mi farebbe piacere ricevere informazioni sulla vita nell'ecovillaggio.
grazie, e complimenti per l'iniziativa!

Molto interessante, impossibile per me partire da zero, mi unirei volentieri al vostro progetto.
aspetto vostro riscontro.
Grazie e complimenti.

Perche non rispondete le E.Mail ??? tutti si domandano questo ! YO tambien quisiera noticias de ustedes. RESPONDANNN.... Ciao ! Rei - Firenze

Vedo che non ci sono risposte alle e-mail precedenti...volevo chiedere info per valutare una collaborazione visto che sto per trasferirmi in Argentina. Spero che rispondiate alle e-mail in privato. Saluti

scritto da: mara il 30/09/2014 alle 22:48
ciao sono Mara e da qualche tempo penso di venire a farvi visita e lavorare un po' con voi. vivo in campagna da 10 anni e so fare un po' di cose..agricoltura bio, cucina vegetariana e vegan, shiatsu. Ho un biglietto per l'Argentina il 12 novembre.
GRazie
ciao
Mara

Ciao Claudio no so perche voi andare li ???? io sono Argentino da Firenze....prima di una decisione cosi importante.....parla con me......saluti e bono spirito !!!

Mara..non capisco...io sono Argentino....ma non te capisco...sorry !!! :-) perche ??

ciao sono passati quasi due anni da quando vi ho scritto state ancora lavorando al progetto ?perchè mi piacerebbe collaborare co-creare
Maddalena 3347986566

Ciao, Io mi sonó trasferito in argentina da 5 mesi e sonó in cerca di progetti d vita comunitaria

Dove sei in Argentina ( io sono nato li ) abito a Firenze, da moltissimi anni, forse posso aiutarti, dico forse !! Ciao un saluto ! Spero ti trovi bene ! Rei.-

Ciao rai... Adesso sto a buenos aires.. Anche Io sonó nato qui, ma sonó cresciuto in Italia ...mi trovo su Facebook come Mariano Calabrese...o rastaone@hotmail.it mettiamoci in contatto 😉

Rei perdona il ritardo...mi chiedi perchè voglio trasferirmi in Argentina? semplicemente perchè non voglio stare più in Italia. Sono pensionato ed ho un reddito. Vorrei cambiare decisamente il mio stile di vita e magari l'esperienza di un ecovillaggio o qualsiasi altro progetto di vita comunitaria mi aiuterebbe in questo. Ovviamente ogni indicazione o consiglio in tal senso è ben accetto. Grazie per avermi risposto e se vorrai chiedermi altre info non esiterò a fornirtele. A presto. Auguri di buon Natale

Ciao
l articolo che ho letto sull Ecovillaggio Gaia in Argentina risale al 2010
Volevo sapere se è ancora esistente e se c è un sito di riferimento per ulteriori è più aggiornate informazioni.
Grazie mille
A presto
Isabella🌷

Scrivi un commento
lascia la tua opinione.

nome


e-mail(obbligatoria, ma non verrà pubblicata)


sito (facoltativo)


testo del commento




 Ricerca nel Dossier
 Menu
Home di questo Dossier
Elenco principale Dossier
Consiglia il Dossier
 Argomenti
Come vivere insieme
Le comunità intenzionali
Progetti e realtà comunitarie
Gli Ecovillaggi
Libri Consigliati
Nuovi progetti comunitari
ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail

 News
27 - 28 GENNAIO 2018 VICENZA - WORKSHOP MAPPA DELLE RELAZIONI
18 NOVEMBRE 2017 BOLOGNA - CONVEGNO ANCHE FUORI SI IMPARA
13 - 14 GENNAIO 2018 VICENZA - FACILITIAMOCI LA VITA - SEMINARI PER COMUNICARE CREARE E DECIDERE ASSIEME
31 OTTOBRE 2017 - CASTELLO DI PETROIA GUBBIO (PG) - BANCHETTO, FESTA MEDIEVALE E PERNOTTAMENTO
24 NOVEMBRE 2017 MILANO - SESSUALITA' DI COPPIA E FASI DI VITA
 Link
Auroville
Monterosso Villaggio Ecologico Sostenibile
GEN Global Ecovillage Network
Damanhur
Casa Cares
Findhorn
Rete Italiana Ecovillaggi
Torri Superiore
 Consiglia il Dossier
Tua e-mail E-mail destinatario Testo
 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli è un marchio Il Libraio delle Stelle - Via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri
P. Iva 00204351001- email: info@fiorigialli.it - tel 06 9639055

sviluppo e hosting: 3ml.it