nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
VIVERE INSIEME
INTRODUZIONE ALLE CULTURE COMUNITARIE
VIVERE INSIEME
REPORTAGE DA AUROVILLE
<b>REPORTAGE DA AUROVILLE </b>




La Comunità di Adventure di Auroville

Adventure è una Comunità intenzionale, nel senso che raggruppa un numero di persone che hanno deciso di condividere uno spazio e un tempo sia fisico che spirituale.
È situata nella cosiddetta Green Belt di Auroville, la cintura verde dedicata al rimboschimento, all'agricoltura, al verde.  Nonostante ciò è molto vicina al centro della township Auroville, al Matrimandir, al Visitors' Center, alla Solar Kitchen, inoltre contigua al villaggio Tamil di Edyanchavadi e attigua alla Udavi School, la prima scuola di Auroville (in senso temporale).
Fisicamente viviamo in alloggi chiamati "capsule", abitazioni tradizionali di questa zona, fatte di legno con il tetto di foglie di palma o cocco, aperte ai quattro lati con portelloni triangolari, in qualche caso
Continua...

IL DONO DEL VECCHIO RABBINO
IL DONO DEL VECCHIO RABBINO
Il “Dono del vecchio rabbino” racconta la storia di un monastero in decadenza nel quale vivevano quattro anziani monaci e l’abate i quali erano molto preoccupati per la fine del loro ordine monastico.
Nei boschi intorno al monastero si trovava una capanna usata ogni tanto come eremitaggio da un rabbino.
Dopo anni di preghiere, contemplazioni e meditazioni, il gruppo dei monaci aveva sviluppato una certa sensibilità e percepivano la presenza del rabbino quando era presente nella capanna-eremo.
L’abate, afflitto e addolorato per la situazione difficile del suo monastero decide di chiedere consiglio al rabbino.
Continua...
ESPERIMENTI GIAPPONESI PER NUOVE GENERAZIONI
ESPERIMENTI GIAPPONESI PER NUOVE GENERAZIONI di Lex Veelo

La conferenza internazionale sugli ecovillaggi è stata una meravigliosa opportunità per conoscere realtà in Giappone che intendono attuare progetti per la creazione di ecovillaggi. Ci era stato detto che la gente in Giappone un tempo aveva un forte senso della comunità nei loro migliaia di villaggi rurali e nei quartieri cittadini. Avevano anche un antico e sacro, senso di comunione con la natura, in particolare con gli alberi e con le foreste. Il Giappone infatti è ancora oggi riuscito a conservare il 66% della loro nazione insulare con la foresta, che rappresenta una cifra impressionante se si considera che la forte pressione di cancellare le foreste per ottenere aree coltivabili sempre maggiori ed alimentare la popolazione in aumento.
Versione Stampabile << torna indietro

BRAZIERS PARK


Brazier’s Park è una comunità, un istituto universitario residenziale e un tesoro architettonico nascosti in profondità nella campagna del sud dell’ Oxfordshire in una zona dalla bellezza naturale eccezionale. È stato fondato in 1950 come progetto di fiducia nell’educazione ed è un esperimento continuo sui vantaggi e i problemi di vivere in gruppo. Il terreno è di 55 acri con orto organico e animali di cui si occupano le persone residenti e i volontari di tutto il mondo. Brazier’s Park esplora una modo di vivere come coesistenza consapevole…

Tentiamo di creare uno spazio che permetta alla gente di integrare sia l'apprendimento che l'insegnamento e di trovare e sviluppare pienamente le propria capacità in tutti gli aspetti - intellettuali, fisici, emozionali e spirituali. Ci sforziamo di capire in maniera più profonda le nostre relazioni tra noi e con la natura e la società, di modo che possiamo cooperare per intraprendere scelte più costruttive nel mondo oggi. Brazier’s Park offre corsi, una sede affascinante per eventi, laboratori, ritiri, possibilità di ospitalità con vitto e alloggio con diverse modalità, compresa quella del bed and breakfast o del campeggio ecologico.

Brazier’s Park è situato all'interno delle colline di Chiltern, in una zona di bellezza naturale eccezionale (AONB), sull'orlo del villaggio di Ipsden e vicino alla città di Wallingford.

La proprietà consiste di circa 50 acri di terra, della casa principale e di tantissimi edifici attigui. La casa principale e le costruzioni collegate hanno una storia di 300 anni ed una pietra nella cantina porta la data 1688. La costruzione principale, originariamente una fattoria, è stata ritoccata in stile gotico durante il diciottesimo secolo.

Il residente più famoso di Brazier’s Park era l'autore Ian Fleming, creatore di James Bond. Il suo fratello Peter Fleming, che ha scritto delle sue spedizioni nel Brasile e nell'Estremo Oriente, ha goduto della proprietà. Successivamente ha sposato Celia Johnson. Il loro padre, Sir Valentino Fleming, ha comprato la casa nel 1906. Tuttavia, non ci visse a lungo, così nel 1911 Brazier’s Park venne venduto ancora a sir Ernest Moon rimase proprietà della sua vedova fino al 1950, quando venne acquistato da Glaister per trasformarsi in comunità e nell'istituto universitario di Brazier’s park

La terra che appartiene Braziers Park è utilizzata come terreno coltivabile, principalmente usato per il pascolo. Annesso alla tenuta c’è il terreno del bosco, in forte contrasto con ampie aree di terreno arabile tutte intorno. La geologia di fondo è gesso, con i depositi superficiali di argilla. Braziers Park si dedica all'ampia diversità degli habitat cercando il modo in cui questa può essere conservata e migliorata.

Braziers Park ha il suo orto e frutteto organici. C'è inoltre un giardino acquatico, creato dai Flemings, una passeggiata nel bosco offre agli ospiti l’opportunità di sperimentare alcune delle bellezze della fauna selvatica della proprietà.

Dal 2001 Braziers Park rientra nei finanziamenti governativi per la conservazione delle terre. Il finanziamento ha durata decennale e riguarda la piantagione di alberi per potenziare il paesaggio che presenterà maggiore superficie boschiva, nonché l’amministrazione del prato. La maggior parte del lavoro è portato avanti dai volontari.

La casa principale di Braziers Park è uno dei pochi esempi di sopravvivenza di una casa di campagna in stile gotico. Il carattere unico della casa principale la rende una location attraente ed insolita per i produttori cinematografici. Nel passato sono state effettuate le riprese di alcuni film.

La fattoria Jacobean, che forma il centro della casa, è stata modificata ed estesa alla fine del XVIII secolo per includere lo stile gotico. Un'imponente ala anteriore si è aggiunta con all’ atrio centrale. Il corridoio è stato fiancheggiato da un salotto spazioso con un soffitto modellato finemente e da una sala da pranzo maestosa. Il tetto è di finestre gotiche turrite e aguzze e con una torretta aggiunta per dare l’aspetto di piccolo castello medievale.

Le aggiunte e le alterazioni sono continuate per tutto il diciannovesimo e nello XX secolo. Durante il periodo che i Flemings hanno occupato la casa, un'ala ad ovest - - la scala principale è stata modificata e la sala da pranzo è stata ristrutturata. Oggi la casa ha lo stesso aspetto esterno, ma alcune camere da letto molto grandi sono state modificate per fornire più stanze singole.

Il mantenimento di una casa di tale importanza storica è una responsabilità importante. Negli ultimi anni il tetto principale ha richiesto una considerevole quantità di riparazioni, molto, ma non tutto, è stato completato. A causa del prestigio tutto il lavoro deve avere l'approvazione istituzionale e sulla riparazione media il lavoro costa quattro volte tanto quello di una costruzione normale.

Così come le riparazioni al tetto, la casa completamente è stata ristrutturata alla conclusione degli anni 80 e delle precauzioni antincendio moderne sono state installate nel 1992-3. E’ stata un'impresa massiccia, valutata per un costo sopra £300,000 e comprendere un sistema di allarme antincendio completo, luci di emergenza, divisioni sul primo piano ed intorno alla galleria della torretta, uscite d'emergenza esterne, porte antincendio e materiale a prova di fuoco inserito sotto i prime e i secondi piani. Recentemente, il tetto della loggia anteriore è stato sostituito.


Salve, trovo molto interessante la vostra esperienza , non ho capito se è possibile venire per piccoli periodi a conoscere di persona e condividere con voi la vita.Grazie
Catia

Scrivi un commento
lascia la tua opinione.

nome


e-mail(obbligatoria, ma non verrà pubblicata)


sito (facoltativo)


testo del commento




 Ricerca nel Dossier
 Menu
Home di questo Dossier
Elenco principale Dossier
Consiglia il Dossier
 Argomenti
Come vivere insieme
Le comunità intenzionali
Progetti e realtà comunitarie
Gli Ecovillaggi
Libri Consigliati
Nuovi progetti comunitari
ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail

 News
27 - 28 GENNAIO 2018 VICENZA - WORKSHOP MAPPA DELLE RELAZIONI
18 NOVEMBRE 2017 BOLOGNA - CONVEGNO ANCHE FUORI SI IMPARA
13 - 14 GENNAIO 2018 VICENZA - FACILITIAMOCI LA VITA - SEMINARI PER COMUNICARE CREARE E DECIDERE ASSIEME
31 OTTOBRE 2017 - CASTELLO DI PETROIA GUBBIO (PG) - BANCHETTO, FESTA MEDIEVALE E PERNOTTAMENTO
24 NOVEMBRE 2017 MILANO - SESSUALITA' DI COPPIA E FASI DI VITA
 Link
Auroville
Monterosso Villaggio Ecologico Sostenibile
GEN Global Ecovillage Network
Damanhur
Casa Cares
Findhorn
Rete Italiana Ecovillaggi
Torri Superiore
 Consiglia il Dossier
Tua e-mail E-mail destinatario Testo
 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli è un marchio Il Libraio delle Stelle - Via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri
P. Iva 00204351001- email: info@fiorigialli.it - tel 06 9639055

sviluppo e hosting: 3ml.it