Idee e Pratiche per una Vita Consapevole

home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
LE ARTI DEL BENESSERE
Medicine naturali del corpo, della mente e dell'anima
LE ARTI DEL BENESSERE
LO SPIRITUALE NELLA MEDICINA
LO SPIRITUALE NELLA MEDICINA


di Massimo Morasca

Negli ultimi decenni abbiamo assistito in Occidente a duna graduale involuzione della formazione del medico in contrasto con la grande evoluzione “scientifica” della medicina; essa è andata via via svuotandosi dei contenuti più ricchi e trascendenti, per dar posto invece esclusivamente ad insegnamenti scientifici di impostazione meccanicistica. E’ scomparsa così l’immagine dell’uomo nella sua interessa psichica e somatica, sostituita da quella di un omuncolo scomposto nelle sue singole parti fino ad arrivare all’infinitesimale. Ciò è da imputare indubbiamente al generale cambiamento della psiche dell’uomo occidentale che, nel divenire moderna, ha perduto la capacità di accettare i suoi aspetti arcaici come parte integrante del Sé.  Continua...

LA SALUTE OLISTICA
LA SALUTE OLISTICA


di Teresa Chindamo

SANI NEL CORPO Se proviamo a sfogliare le pagine di un giornale o a fermare per un attimo l'attenzione sui messaggi pubblicitari che ci vengono offerti dallo schermo televisivo o dai cartelloni affissi sui muri delle nostre città, possiamo notare l'accanimento con cui ci vengono proposti integratori alimentari, vitamine, oligoelementi, tutte apprezzabili conquiste della nostra epoca che suscitano il nostro entusiasmo e una nuova fiducia. Anche il meritato successo dei prodotti biologici e biodinamici, la ribellione che si diffonde sempre più tra i cittadini contro l'inquinamento di ogni genere che ci soffoca sono una prova evidente della nuova considerazione in cui teniamo la nostra salute. Continua ...

CHE COS'E' LA TERAPIA OLISTICA
CHE COS'E' LA TERAPIA OLISTICA
di Maggi Lidchi Grassi

Per avvicinarsi nel modo giusto alle terapie “olistiche” è importante sapere che il corpo ha in sé un meccanismo che lavora costantemente per mantenere la salute e che la malattia ne fa parte, è il messaggio per dirci che qualcosa dev’essere fatto.
La terapia è cattiva se riduce e sopprime, è olistica se si propone di aiutare l’individuo ad evolversi.
L’omeopatia, l’agopuntura e tutte le altre terapie alternative possono essere praticate in un modo meccanico e superficiale che le riduce al livello di una terapia qualunque, che si accontenta di sopprimere i sintomi. Vorrei citare qui un passaggio di Henry Miller che parla di una sua esperienza di guarigione “olistica” avvenuta ad Epidauro. Continua...
MEDICINE CHE UCCIDONO
<b>MEDICINE CHE UCCIDONO </B> di Maurizio Blondet

I farmaci "di sostituzione ormonale" promettono alle donne di restare giovani, di ritardare la menopausa e di sconfiggere l'osteoporosi. Ora si scopre che due medicinali molto diffusi, il Premarin e il Prempro, provocano cancro, embolia polmonare, infarto e demenza.
In USA, almeno 14 milioni di donne si sono viste prescrivere le due medicine. Ma poiché esse sono in commercio da 40 anni, sono circa cento milioni (tre generazioni) le donne americane in pericolo. Lo ha stabilito uno studio di un ente indipendente, il Women's Health Initiative (WHI).
Il principio attivo dei due farmaci è estrogeno estratto dall'urina di vacche e cavalle, che contiene tre tipi di estrogeni, di cui due non naturali per la donna. Inoltre il Premarin contiene progesterone sintetico, anch'esso non identico all'ormone umano. Il dosaggio aumenta la pericolosità.
Continua...
PSICODINAMICA
<b>PSICODINAMICA </b> di Marco Ambrosio

Conosciuta anche come Dinamica Mentale, è quanto di più efficace si possa attualmente utilizzare per sviluppare e ottimizzare le proprie risorse mentali, in quanto sintetizza il meglio tra tutte le possibilità offerte da Training Autogeno, Sofrologia, rilassamento psicofisico, meditazione creativa.
La condizione di partenza è uno stato di profondo rilassamento autoindotto tramite semplicissime tecniche di immaginazione creativa e respirazione, allo scopo di rallentare la frequenza delle onde cerebrali dallo stato beta allo stato alpha. Lo stato beta è la condizione che normalmente ci permette di interagire razionalmente con la realtà contingente e indica che le onde cerebrali (misurabili con l'elettroencefalografo) oscillano con una frequenza di circa 14 Hz (cicli al secondo). Le onde alpha hanno una frequenza di circa 8-13 Hz e caratterizzano lo stato di coscienza (o supercoscienza) che principalmente interessano la Psicodinamica.
Continua...
Versione Stampabile << torna indietro

I RIMEDI FLOREALI CALIFORNIANI
una preziosa integrazione alla floriterapia di Bach



Fabio Nocentini 

Negli ultimi anni si è diffusa con grande successo la floriterapia scoperta verso la fine del 1930 dal medico inglese Edward Bach (1886-1936). Com’è noto, tale terapia si rivolge agli stati d’animo perturbati, i quali, secondo le intuizioni del suo ideatore, costituiscono il punto di partenza per l’instaurarsi di tutte le malattie. Riflettendo sul significato intrinseco della malattia e sui meccanismi capaci di generarla, nella speranza di trovare una cura naturale che si dimostrasse efficace sulla vera origine dei disturbi e non solo sulle manifestazioni esteriori di questi, Bach giunse all’individuazione di 38 rimedi floreali, riferiti a specifici squilibri emotivi.

I 38 fiori di Bach vengono ricavati secondo le due procedure dettate dal fondatore della floriterapia: la solarizzazione (decozione a freddo delle corolle in pura acqua di sorgente sotto l’influsso dei raggi solari) e la bollitura (decozione dei fiori in acqua riscaldata con un opportuno fornellino: tecnica utilizzata in quei periodi dell’anno in cui il sole emana un’energia troppo debole). Le modalità di azione terapeutica delle essenze floreali così preparate non sono state ancora del tutto svelate, ma si ipotizza che, analogamente a quanto avviene per i rimedi omeopatici, ciascun fiore sia latore di uno specifico messaggio vibrazionale, capace di influire sul campo energetico degli esseri viventi, ristabilendo l’armonia delle vibrazioni e dunque lo stato di salute.

L’INTUIZIONE DI BACH

L’impiego dei fiori di Bach rientra in quello che oggi viene da più parti definito l’approccio olistico alla salute. Secondo questa visione tutta la materia, anche quella inanimata, è dotata di una propria forma di energia. Non dobbiamo dunque sorprenderci se i fiori, quale espressione più evoluta della vita vegetale, riescono a riequilibrare, attraverso le loro onde energetiche, quelle vibrazioni disarmoniche causa dei più comuni disturbi. C’è chi parla di un mero effetto placebo riguardo ai rimedi floreali, ma una simile teoria viene smentita dal fatto che essi esplicano la loro azione positiva anche sui bambini, sugli animali e sulle piante, soggetti sui quali è assai difficile pensare a un condizionamento di tipo psicologico. D’altra parte, è dimostrato che non è necessario essere convinti della validità della floriterapia per ottenerne i benefici.

I FIORI DELLA SIERRA NEVADA

Con la scomparsa di Edward Bach, la ricerca in floriterapia non si è fermata. Tra la fine del 1970 e i primi anni ‘80, sulla linea del Bach Centre inglese che ancora oggi produce i 38 rimedi originari, sono sorti numerosi centri specializzati nella ricerca di essenze floreali, diverse da quelle studiate da Bach, allo scopo di integrare il sistema originario. La prima di queste istituzioni è stata la Flower Essence Society di Nevada City, in California, fondata nel 1979 da Patricia Kaminski e Richard Katz.
Attualmente sono state codificate le proprietà di ben 103 fiori, per ognuno dei quali è stato individuato un preciso ambito terapeutico. Ricerche analoghe sono state condotte dal Laboratoire Deva di Philippe Deroide, con sede ad Autrans in Francia.
Numerose altre case conducono sperimentazioni sui rimedi floreali dei propri Paesi, tanto che oggi si può scegliere tra fiori australiani, alaskani, indiani e numerosi altri ancora. Si tratta di preparati ancora poco conosciuti in Italia, con l’unica eccezione dei fiori californiani, oggi utilizzati da un numero crescente di terapeuti come complemento della floriterapia classica.

PREPARAZIONE

I rimedi californiani vengono preparati secondo le modalità enunciate da Bach stesso. Oggi, la Flower Essence Services di Nevada City (sezione della Flower Essence Society) dispone nella Sierra Nevada di un centro di produzione esteso su 17 acri, chiamato Terra Flora, dove, in aree incontaminate, si realizza la produzione dei 103 rimedi floreali FES Quintessentials mediante le tecniche dell’agricoltura biologica.
I fiori selezionati vengono raccolti manualmente quando si trovano al massimo della fioritura, quindi trasferiti in contenitori di vetro riempiti con acqua di sorgente; tali contenitori sono posti nelle immediate vicinanze delle piante da cui i fiori sono stati prelevati. Le corolle vengono lasciate macerare per alcune ore in acqua, sotto l’effetto dei raggi solari. L’energia che si trasmette all’acqua, oltre al messaggio vibrazionale del fiore, consta dunque dei quattro elementi della natura: Terra, Acqua, Aria e Fuoco (quest’ultimo è rappresentato dal calore del sole); il quinto elemento quintessenziale, che dà il nome ai rimedi così ottenuti, è costituito dalla sintonia mentale e dalla sensibilità dell’operatore che prepara l’essenza, il quale deve trovarsi in una condizione di armonia con le forze degli elementi che lo circondano.
Dopo che il modello vibrazionale del fiore è stato trasferito all’acqua, il liquido viene filtrato e potenziato attraverso succussioni manuali, in modo da conferirgli una maggiore stabilità. Si ottiene così l’essenza madre, che unita a una certa quantità di brandy come conservante va a costituire la stock-bottle disponibile in commercio.

AZIONE TERAPEUTICA

Se i 38 rimedi di Bach mantengono il primato nella cura degli stati d’animo negativi, i fiori californiani non sono meno importanti per la soluzione di numerosi squilibri, propri dell’epoca contemporanea. Nella gamma dei rimedi FES Quintessentials troviamo risposte precise a svariati disagi tipici dei nostri tempi, come ad esempio le inibizioni e i traumi a carattere sessuale, i disturbi legati alla comunicazione e alle relazioni interpersonali, le crisi dei ruoli tradizionalmente maschili e femminili, la repressione delle emozioni e dei sentimenti, la mancata accettazione del proprio corpo e della fisicità in genere, fino alle sofferenze causate da una spiritualità carente o comunque non armonizzata.

MODALITA' DI ASSUNZIONE

Per quanto riguarda le modalità di assunzione, anche le essenze californiane seguono i sistemi in uso per i fiori di Bach. Si può ricorrere al metodo del bicchiere versando 4 gocce del rimedio prescelto in un bicchiere d’acqua minerale non gassata, sorseggiando la miscela a più riprese nel corso di un breve lasso di tempo (casi acuti) o nel corso della giornata (casi subacuti e cronici). Il metodo del bicchiere, oltre ad apportare sollievo in tempi rapidi nell’ambito di casi acuti, esplica la sua efficacia in relazione a disturbi ormai radicati in profondità e che si riflettono sul corpo fisico del soggetto.
Per il metodo del flaconcino si utilizza un flaconcino di vetro scuro da 30 ml, perfettamente pulito e provvisto di tappo ermetico con contagocce, riempito per 1/4 di brandy o cognac e per i restanti 3/4 di acqua minerale non gassata. Si aggiungono da 2 a 4 gocce delle essenze prescelte, si agita energicamente, si preme la pompetta e si assume una certa quantità della miscela per almeno 4 volte al giorno, avendo cura di trattenere le gocce in bocca per alcuni secondi prima di inghiottirle.
La quantità di liquido assunto non è importante, purché non sia inferiore ad almeno 4 gocce. In sostituzione dell’alcol, si può utilizzare come conservante dell’aceto di mele, in ragione di 1/3 della capienza del flaconcino.

Il metodo del flaconcino può essere indicato nel caso di cicli terapeutici lunghi e quando si voglia agire sull’aspetto propriamente psichico di un problema. Quanto al numero di rimedi da miscelare, fermo restando che un solo fiore alla volta, se ben scelto, risulta più efficace rispetto a un insieme di fiori diversi, si consiglia di non superare il numero di 3 essenze contemporaneamente. In questo modo si evita di sovrapporre energie vibrazionali differenti che possono dare luogo a una risultante con proprietà specifiche diverse da quelle dei singoli fiori.

Direttamente sulla pelle si usano di solito le gocce del rimedio puro, prelevate dal flaconcino originale in cui esso viene commercializzato. Le gocce del fiore puro possono essere assunte per bocca dopo che si è compiuto un ciclo terapeutico con le diluizioni dello stesso fiore attraverso i metodi del bicchiere o del flaconcino.
Il metodo del bagno, infine, consiste nel riempire la vasca da bagno con uno strato di 2-3 centimetri di acqua calda senza aggiungere bagnoschiuma, sapone o altri prodotti. Si versano una ventina di gocce del rimedio o dei rimedi prescelti (massimo 3) e si mescola energicamente l’acqua per qualche minuto effettuando rotazioni in senso orario. Si aggiunge quindi altra acqua calda fino a raggiungere il livello desiderato, si mescola ancora con movimenti rotatori in senso orario e ci si immerge, rilassandosi per alcuni minuti prima di usare saponi.
Il metodo del bagno ha propriamente effetti tonificanti e rilassanti sul corpo, ma produce un’azione psichica più blanda rispetto ai metodi precedenti.

La durata di ogni ciclo terapeutico non può essere stabilita a priori: in genere, nel caso di disturbi acuti possono bastare poche ore o pochi giorni per ottenere i primi risultati, mentre nel caso di disturbi cronici, radicati in profondità, può essere necessario protrarre l’assunzione anche per mesi prima di avere miglioramenti stabili.


CAMPO D'IMPIEGO

Il sistema chiuso dei 38 rimedi di Bach non è in grado di correggere e riequilibrare tutti gli stati d’animo e tutte le disarmonie psichiche o psicosomatiche di cui l’uomo può soffrire. Una gamma di soli 38 fiori non può certo coprire il complesso insieme di sfumature emotive psichiche e caratteriali che rendono le persone così diverse le une dalle altre. D’altra parte, neanche l’unione dei fiori californiani con i fiori di Bach può arrivare a tanto, sebbene il fatto di avere a disposizione un centinaio di altre essenze sia da considerare importante per avvicinarsi alla comprensione di quelle caratteristiche che individuano il genere umano nella sua totalità.
In conclusione, i rimedi floreali californiani hanno il pregio di costituire una valida integrazione della floriterapia di Bach. Se da un lato a quest’ultima va riconosciuto il ruolo di terapia di fondo, dall’altro lato alla floriterapia californiana spetta la funzione parimenti importante di terapia di rifinitura, capace di individualizzare quei parametri emotivi e caratteriali che non rientrano nei 38 rimedi tradizionali.

DESCRIZIONE DI ALCUNI RIMEDI FLOREALI CALIFORNIANI

Black Cohosh
(Cimicifuga racemosa - Cimicifuga)

Rimedio indicato per quelle persone che soffrono a causa di un’immagine di sé deteriorata. Si tratta di soggetti dalle inclinazioni masochistiche, sempre scontenti della propria condizione, che con il loro atteggiamento negativo evocano inconsciamente la parte peggiore degli altri. Spesso si trovano coinvolti in situazioni violente, ed è facile che subiscano l’aggressività altrui. Presentano anche la tendenza ad allacciare rapporti di dipendenza con partner aggressivi, problematici, violenti, capaci di alimentare quell’immagine distorta di sé che tali soggetti hanno interiorizzato, e che Black Cohosh può aiutare a correggere.


Blackberry
(Rubus ursinus - Rovo)

La parola chiave di questo fiore è concretizzazione. Blackberry aiuta i soggetti dalla volontà debole, carenti di autodeterminazione, a lottare per realizzare i loro progetti. Induce a raggiungere i propri obiettivi apportando sicurezza, forza d’animo, operosità e capacità pratiche.


Dandelion
(Taraxacum officinale - Tarassaco)
Il campo d’azione è rappresentato dall’accumulo di tensione fisica ed emotiva dovuta a un eccesso di attività fisica. Il soggetto si sente stanco, irritato e soffre in particolare di rigidità muscolare, causata da stanchezza, ma spesso anche da problemi psichici. Le fasce muscolari sono sede di dolori e irrigidimenti, l’organismo esprime a livello psicofisico una mancanza generale di flessibilità. L’essenza di Dandelion dà buoni risultati anche se applicata localmente mediante massaggio.


Fucsia
(Fuchsia hybrida - Fucsia)

L’essenza floreale di Fuchsia è un drenante emozionale. Si utilizza in quei soggetti caratterizzati da rifiuto e repressione delle emozioni, che si mostrano incapaci di esprimere i sentimenti e che soffrono per la presenza di rabbia, dolore o rifiuto sedimentati nell’inconscio. Fuchsia scava nell’interiorità e lascia emergere i contenuti sepolti, rivelandosi un ottimo coadiuvante di qualsiasi psicoterapia.


Hibiscus
(Hibiscus rosa-sinensis - Ibisco)

Il fiore della sensualità insegna a esprimere armonia e calore nei rapporti sessuali; corregge la visione negativa del sesso dovuta a violenze o traumi subìti; è un rimedio importante nei casi di frigidità o impotenza.


Iris
(Iris douglasiana - Iris)

Questo rimedio si rivolge a coloro che sentono la mancanza di ispirazione e creatività artistica, siano essi artisti, scrittori, musicisti o persone creative in genere. Quando si attraversa un periodo caratterizzato dal blocco della creatività e non si riesce ad esprimersi come si vorrebbe, è consigliabile ricorrere a questo fiore. Esso attutisce la sensazione di essere oppressi dalla mediocrità e come tale può essere indicato anche per quei soggetti che non svolgono espressamente attività artistiche.

Lotus
(Nelumbo nucifera - Loto)

Il fiore di loto è da sempre simbolo di trascendenza e di raggiungimento delle dimensioni più elevate, pertanto l’essenza che da esso si ricava viene utilizzata per promuovere l’armonizzazione della spiritualità. Lotus trova impiego nei casi di spiritualità eccessiva o, all’opposto, di eccessivo materialismo: induce la persona che lo assume a rendere il suo rapporto con la spiritualità più equilibrato. Tale essenza ha inoltre la proprietà di amplificare l’effetto di altri rimedi vibrazionali.


Saint John’s Wort
(Hypericum perforatum - Iperico)

L’iperico riequilibra le persone affette da fragilità psichica; è un coadiuvante del rimedio di Bach Aspen, e come tale si utilizza nella paura del buio, nelle forme di depressione e di ansia legate alla riduzione delle ore di luce. Adatto ai bambini, aiuta a risolvere timori di vario genere, terrori notturni, tendenza agli incubi e alle allucinazioni.


Scotch Broom
(Cytisus scoparius - Ginestra dei carbonai)

Fiore analogo al Gorse di Bach, dal quale però si differenzia per alcuni aspetti. Adatto a curare varie forme di depressione, pessimismo e scoraggiamento, Scotch Broom corregge la visione negativa dell’esistenza, spinge a sviluppare un atteggiamento positiva riguardo al futuro, insegna a mantenere la fiducia anche nei momenti di sofferenza apportando la certezza di poter risolvere i problemi che ci assillano.


Tansy
(Tanacetum vulgare - Tanaceto)

Il tanaceto è il rimedio capace di indurre risolutezza nell’agire, pertanto si addice ai soggetti pigri, indecisi, svogliati. Stimola il desiderio di perseguire i propri obiettivi, insegna a sfruttare le potenzialità intrinseche di ogni persona; è consigliabile in particolare a chi mostra la tendenza a procrastinare, rifugiandosi nel sonno e nell’apatia.

Per maggiori informazioni sulla floriterapia californiana si consulti il libro
di Fabio Nocentini
Iniziazione ai rimedi floreali californiani.
I 103 fiori FES Quintessentials per un dialogo d’amore con la natura

(Edizioni Mediterranee).




é davvero efficace la terapia fiori di bach o californiani,oppure è solo effetto placebo?
se sono efficaci, si possono usare nella stessa boccettin entrambi?
Grazie gradirei una risposta senza pibblicare assolutamente la mia e-mail

vorrei sapere se il fiore di lotus abbia delle capacità di aumentare le vibrazioni e di aumentare la chiaroveggenza e le intuizioni e dove si può ordinare

Vorrei sapere quale fiore californiano cura l'attacco di panico

esiste veramente qualcosa per curare gli attacchi di panico?

scritto da: Giuseppina il 06/03/2016 alle 11:59
È vero che assumendo il fiore di loto in gocce, si può nel tempo sentire la voce degli Angeli?

Salve vorrei sapere si può trattare con i fiori californiani un problema di Ipoacusia e Acufeni(ormai cronicizzato) dovuto all'aver vissuto in ambiente lavorativo rumoroso.
Seconda domanda dove si possono acquistare le essenze?
Vi ringrazio

Scrivi un commento
lascia la tua opinione.

nome


e-mail(obbligatoria, ma non verrà pubblicata)


sito (facoltativo)


testo del commento




Redazione
 Ricerca nel Dossier
 Menu
Home di questo Dossier
Elenco principale Dossier
Consiglia il Dossier
 Argomenti
Medicine naturali
Tecniche per il corpo
Oltre il corpo
Terapie olistiche
Libri Consigliati
Chi è Chi
Psicologia Umanistica
ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail

 News
22 - 25 APRILE 2019 ALTA VALLE DI SUSA - OULX (TO) - TRA YOGA E NATURA UN MOMENTO PER TE
11 - 12 MAGGIO 2019 CURNO (BG) - SEMINARIO DI PRIMO LIVELLO REIKI - METODO USUI
13 - 14 APRILE 2019 DALMINE (BG) - CORSO DI FENG SHUI
13 - 14 APRILE 2019 SAN PIETRO IN CERRO (PC) CORSO DI MASSAGGIO SCIAMANICO
17 APRILE 2019 SAN PIETRO IN CERRO (PC) - SCAMBIO MASSAGGIO
04 APRILE 2019 FIRENZE - REIKI INCONTRO ESPERIENZIALE CON TAMBURO ARMONICO
06 - 07 APRILE 2019 BORZONASCA (GE) - LO YOGA ENTRA IN CLASSE
25 APRILE - 01 MAGGIO 2019 PONSACCO (PI) - SOGGIORNO AYURVEDICO
06 E 13 APRILE 2019 BATTAGLIA TERME (PD) - CORSO DI GEMMOTERAPIA
20 - 24 APRILE 2019 MONTPELLIER (FRANCIA) - VII CONVEGNO EUROPEO INTEGRAL YOGA
IN ARGENTINA VACCINAZIONI OBBLIGATORIE PER TUTTA LA POPOLAZIONE
 Link
Naturalmente - La Spezia
Enciclopedia Olistica
Villaggio Globale
Medicine Naturali
Associazione Italiana Reiki
Psicologia Spirituale
La Terza Onda
Floriteria -Fiori di Bach
Buena Vista-Metodo Bates
Centro Anti Vampiri
Centro Natura Bologna
Scuola Olistica
Enrico Cheli
AAM Terra Nuova
The Living Spirits
La Tartaruga
Le mani in mano (Shiatsu, Tuina ecc.)
Associazione Culturale Amici del Tai ji
Scuola Taoista
C.Y Surya - scuola di Ayurveda
I colori dell'Energia
Salute e Benessere
 Consiglia il Dossier
Tua e-mail E-mail destinatario Testo


 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli è un marchio Il Libraio delle Stelle - Via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri
P. Iva 00204351001- email: [email protected] - tel 06 9639055

sviluppo e hosting: 3ml.it