forestiero che vai cercando la pace al crepuscolo, 
la troverai alla fine della strada. (F. Battiato)
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
LE ARTI DEL BENESSERE
Medicine naturali del corpo, della mente e dell'anima
LE ARTI DEL BENESSERE
LO SPIRITUALE NELLA MEDICINA
<b>LO SPIRITUALE NELLA MEDICINA</b>


Negli ultimi decenni abbiamo assistito in Occidente a duna graduale involuzione della formazione del medico in contrasto con la grande evoluzione “scientifica” della medicina; essa è andata via via svuotandosi dei contenuti più ricchi e trascendenti, per dar posto invece esclusivamente ad insegnamenti scientifici di impostazione meccanicistica. E’ scomparsa così l’immagine dell’uomo nella sua interessa psichica e somatica, sostituita da quella di un omuncolo scomposto nelle sue singole parti fino ad arrivare all’infinitesimale. Ciò è da imputare indubbiamente al generale cambiamento della psiche dell’uomo occidentale che, nel divenire moderna, ha perduto la capacità di accettare i suoi aspetti arcaici come parte integrante del Sé.
Continua...
LA SALUTE OLISTICA
<b> LA SALUTE OLISTICA </b>







Teresa Chindamo

SANI NEL CORPO
Se proviamo a sfogliare le pagine di un giornale o a fermare per un attimo l'attenzione sui messaggi pubblicitari che ci vengono offerti dallo schermo televisivo o dai cartelloni affissi sui muri delle nostre città, possiamo notare l'accanimento con cui ci vengono proposti integratori alimentari, vitamine, oligoelementi, tutte apprezzabili conquiste della nostra epoca che suscitano il nostro entusiasmo e una nuova fiducia. Anche il meritato successo dei prodotti biologici e biodinamici, la ribellione che si diffonde sempre più tra i cittadini contro l'inquinamento di ogni genere che ci soffoca sono una prova evidente della nuova considerazione in cui teniamo la nostra salute.
Continua ...
CHE COS'E' LA TERAPIA OLISTICA
<b>CHE COS'E' LA TERAPIA OLISTICA </b> di Maggi Lidchi Grassi

Per avvicinarsi nel modo giusto alle terapie “olistiche” è importante sapere che il corpo ha in sé un meccanismo che lavora costantemente per mantenere la salute e che la malattia ne fa parte, è il messaggio per dirci che qualcosa dev’essere fatto.
La terapia è cattiva se riduce e sopprime, è olistica se si propone di aiutare l’individuo ad evolversi.
L’omeopatia, l’agopuntura e tutte le altre terapie alternative possono essere praticate in un modo meccanico e superficiale che le riduce al livello di una terapia qualunque, che si accontenta di sopprimere i sintomi. Vorrei citare qui un passaggio di Henry Miller che parla di una sua esperienza di guarigione “olistica” avvenuta ad Epidauro.
Continua...
MEDICINE CHE UCCIDONO
<b>MEDICINE CHE UCCIDONO </B> di Maurizio Blondet

I farmaci "di sostituzione ormonale" promettono alle donne di restare giovani, di ritardare la menopausa e di sconfiggere l'osteoporosi. Ora si scopre che due medicinali molto diffusi, il Premarin e il Prempro, provocano cancro, embolia polmonare, infarto e demenza.
In USA, almeno 14 milioni di donne si sono viste prescrivere le due medicine. Ma poiché esse sono in commercio da 40 anni, sono circa cento milioni (tre generazioni) le donne americane in pericolo. Lo ha stabilito uno studio di un ente indipendente, il Women's Health Initiative (WHI).
Il principio attivo dei due farmaci è estrogeno estratto dall'urina di vacche e cavalle, che contiene tre tipi di estrogeni, di cui due non naturali per la donna. Inoltre il Premarin contiene progesterone sintetico, anch'esso non identico all'ormone umano. Il dosaggio aumenta la pericolosità.
Continua...
PSICODINAMICA
<b>PSICODINAMICA </b> di Marco Ambrosio

Conosciuta anche come Dinamica Mentale, è quanto di più efficace si possa attualmente utilizzare per sviluppare e ottimizzare le proprie risorse mentali, in quanto sintetizza il meglio tra tutte le possibilità offerte da Training Autogeno, Sofrologia, rilassamento psicofisico, meditazione creativa.
La condizione di partenza è uno stato di profondo rilassamento autoindotto tramite semplicissime tecniche di immaginazione creativa e respirazione, allo scopo di rallentare la frequenza delle onde cerebrali dallo stato beta allo stato alpha. Lo stato beta è la condizione che normalmente ci permette di interagire razionalmente con la realtà contingente e indica che le onde cerebrali (misurabili con l'elettroencefalografo) oscillano con una frequenza di circa 14 Hz (cicli al secondo). Le onde alpha hanno una frequenza di circa 8-13 Hz e caratterizzano lo stato di coscienza (o supercoscienza) che principalmente interessano la Psicodinamica.
Continua...
Versione Stampabile << torna indietro

CIBO PER L'ANIMA


di Amedeo Bianchi

L'anima risiede nel corpo, sostanza materiale degli esseri viventi e, queste due componenti insieme, corpo e anima, vanno a costituire i due poli, pratica forma di espressione della manifestazione. Si può intuire che l'una attiva l'altro, tant'è vero che quando l'anima lascia il corpo l'attività fisica cessa. Ritengo straordinariamente impotante che entrambi possano convivere in sintonia onorandosi l'un l'altro affinchè la qualità della vita, innalzandosi, possa consentire elevate esperienze. Anche i latini affermavano "mens sana in corpore sano". Oggi potremmo dire che mente sana e corpo sano riflettono un'anima integra. La vita spirituale è una continua presa di coscienza di questi fenomeni e la ricerca della loro causa. Essa è consapevolezza e coscienza dei vari piani della costituzione umana e universale, da quello materiale a quello spirituale. Portare la pace sui vari piani dell'essere, arrivando cioè a purificare l'intero complesso psicosomatico, permette di creare più buoni presupposti per lo svolgimento di pratiche spirituali come la meditazione orientale, la preghiera occidentale o la riflessione e contemplazione in genere.

Da questo presupposto consegue che, nella vita spirituale, l'alimentazione deve essere presa nella giusta considerazione affinchè anch'essa possa facilitare e incrementare la predisposizione necessaria, per condurre il soggetto a stati di concentrazione che possono portare alle alte esperienze. Affermo, tuttavia, che la sola alimentazione anche se perfettamente regolata e finalizzata non ha mai portato nessuno all'illuminazione, diciamo che può essere d'aiuto. Può facilitare la calma soprattutto fisica e mentale necessaria ad affrontare prima di tutto la quotidianità e poi le lunghe pratiche interiori. Si tratta in fondo ancora di conoscenza, ottenuta attraverso la consapevolezza delle reazioni che determinati alimenti inducono nel corpo umano e in altri piani dell'essere. In generale, ad esempio gli asceti, soprattutto taluni "maestri" orientali fanno raro uso di cibi troppo eccitanti come quelli piccanti. Evitano la carne rossa che stimola l'aggressività o gli alcolici che eccitano il sistema nervoso. Prediligono il cibo semplice come il riso, il latte, il miele, ecc. Di diversa opinione sono invece i maestri del Tantra: essi tendono ad usare cibi eccitanti per scatenare l'energia e dopo che ne hanno ottenuto il controllo la finalizzano verso la realizzazione spirituale.

Nelle religioni e discipline spirituali occidentali si incontrano maestri che fanno uso di carne. Gesù, come tanti sanno, mangiava pesce e beveva vino. Come potete intuire, il cibo dell'anima consegue da una variegata visione interpretativa permeata dalla saggezza di varie esperienze. Suggerisco qui di seguito l'alimentazione di una giornata tipo, ricette finalizzate al raggiungimento della pace interiore e al benessere psicofisico. La mia proposta, potrebbe esservi utile anche nella vita pratica, qualora desideraste una maggiore calma riflessiva e più concentrazione. Le ricette dell'anima Ricetta N° 1 Colazione: alla sera, prima di andare a dormire, preparate due bicchieri di acqua tipida e nel primo mettete a bagno una quindicina di mandorle secche con la buccia mentre nel secondo un pugno di uva sultanina. Lasciate riposare per tutta la notte. Quando vi alzate, dopo le pratiche spirituali dell'alba, procedete come segue: togliete le mandorle dal bicchiere e buttate via l'acqua, sbucciatele e con un coltello sminuzzatele. Prendete dello yogurt naturale, allungatelo con l'acqua dell'uvetta, aggiugetevi le mandorle tritate, l'uvetta rinvenuta e anch'essa sminuzzata e se vi fa piacere dolcificate con un po' di miele.

Pranzo: iniziare con un pinzimonio di verdure crude assortite in olio di oliva o di girasole, poi una abbondante razione di "Chikadi" preparato come segue : prendete una eguale quantità di riso e di lenticcchie e fatele bollire in acqua salata (in proporzione doppia del riso e lenticchie insieme) a cui aggiungete un po' di peperoncino rosso e di cardamomo. Quando l'acqua sarà stata assorbita, aggiungete un po' di zafferano e condite con Ghee. Il Ghee è il burro non salato e chiarificato usato in tutta l'India che si prepara nel seguente modo: si fanno sciogliere 500 grammi di burro a fuoco lento e si porta ad ebollizione, schiumandolo fino a che diviene completamente chiaro e limpido. Si toglie dal fuoco prima che il suo colore tenda a scurirsi. Si lascia raffreddare, si filtra e quello che rimane lo si conserva in una bottiglia di vetro: è ottimo anche per condire l'insalata in alternativa all'olio. Cena: come antipasto una bella insalata di verdure cotte bollite poi polenta e ricotta oppure crescenza. Prima di coricarsi: potete prendere una tisana di zenzero dolcificata con miele.

Ricetta N° 2 Colazione (Latte caldo allo zafferano con pistacchi): prendete dello zafferano e pestatelo in un mortaio. Fate bollire a fuoco lento il latte, lo zafferano e dei pistacchi macinati. Mescolate il tutto e portate ad ebollizione. Sciogliete poi lo zucchero o il miele. Servite spolverizzando con pistacci macinati. Pranzo (Cavolo, patate e yogurt all'anice): l'unione tra yogurt, succo di limone e zucchero integrale, apporta alla verdura un delizioso gusto agrodolce. Queste verdure, possono essere accompagnate da un piatto di riso tenero, pane croccante o minestra di verdure. Fate scaldare l'olio in una pentola e fate saltare il cumino e i semi di anice fino a quando diventeranno dorati. Aggiungete il cavolo e soffriggete per circa due minuti. Coprite la pentola e fate cuocere fino a completa cottura. Aggiungete poi la curcuma, la paprika, e cubetti di patate. Mescolate bene fino a quando le patate saranno diventate tenere e, se h necessario, aggiungete un pr di acqua. Togliete la pentola dal fuoco e condite con lo yogurt, il succo di limone, il sale e lo zucchero integrale.

mescolate e servite bollente. Cena (Minestra di pomodori): questa deliziosa e leggera minestra, viene preparata con pomodori freschi maturi. Sciogliete un cucchiaio di burro in una casseruola, a fuoco basso. Aggiungete i pomodori freschi, un pr di zucchero, del sale, pepe e basilico. Fate soffriggere gli ingredienti per due o tre minuti. versate del brodo vegetale e portate il tutto ad ebollizione. Abbassate poi la fiamma e fate cuocere per quindici minuti. Prendete un'altra casseruola e fatevi sciogliere del burro a fuoco lento. Con un cucchiaio di legno, aggiungete mescolando della farina bianca fino ad ottenere una crema. Unite la minestra di pomodoro portando il tutto ad ebollizione. Aggiungete il prezzemolo e servite caldo. Ricetta N° 3 Colazione (Crema al profumo di agrumi e kiwi): utilizzando un idoneo recipiente, montate due tuorli d'uovo con 2 cucchiai di zucchero. Aggiungete un cucchiaino di fecola di patate e amalgamate bene. Scaldate 2 tazze di latte con un po' di buccia d'arancia grattuggiata e filtratelo. Versate nelle uova il succo di un mandarino e il latte filtrato e mescolate il tutto.

Versate in una pirofila, copritela con un foglio di alluminio e mettete nel forno per alcuni minuti. Lasciate raffreddare e intanto montate gli albumi a neve. Uniteli alla crema amalgamandoli con sapiente movimento (dal basso verso l'alto) per non smontarli. Ponete il tutto in frigorifero fino al momento di servire in tavola. Prima di presentarla guarnite con fettine di Kiwi. La crema pur essere accompagnata da una bevanda calda ottenuta con bustine di carcadh. Pranzo (Tortino di patate e formaggio): cuocete le patate in acqua salata, sbucciatele, lasciatele raffredare e tagliatele a fette.Versate sul fondo di una pirofila un po' di latte, formate uno strato con le fette di patate che coprirete con fettine sottili di formaggio di vario tipo e fiocchetti di burro. Pepate e ripetete l'operazione sino a formare tre o quattro strati. Sull'ultimo strato verserete un po' di latte spolverizzando con formaggio grana a piacere. Mettete il tutto nel forno per circa venti minuti. Cena (Minestra friulana): preparate un buon brodo vegetale. Lavate degli spinaci e lessateli. Fate soffriggere uno spicchio d'aglio con il burro e l'olio d'oliva e una volta raggiunta la doratura levate l'aglio e unite il brodo vegetale e gli spinaci, facendo bollire a fuoco lento.

Unite farina bianca e farina gialla in proporzione di uno a due amalgamandole con un mestolo di brodo e versate nella pentola mescolando con molta cura perchi non si formino grumi. Sempre mescolando fate bollire a fuoco lento per almeno venti minuti. Aggiungete sale e pepe. Prima di coricarsi: Si consiglia di bere un infuso con la radice di zenzero. Lasciatelo a riposo per dieci minuti. Bevetelo caldo. Ricetta N° 4 Colazione (dall'India le banane "Celestiali"): procuratevi del formaggio molle (panir o ricotta), lavoratelo mescolandolo a zucchero, aggiungete mezzo cucchiaino di cannella e amalgamate il tutto con cura. Fate riscaldare, in una padella da frittura, del burro e rosolate delle banane tagliate a metà fino a quando non risultino dorate da entrambe le parti. In una pirofila imburrata sistemate metà delle banane ricoprendole con una parte della crema di formaggio, distribuitevi sopra le altre banane e di nuovo ricoprite con cir che vi h rimasto della crema. Versate della panna in quantità a piacere. Fate cuocere nel forno per circa 15 minuti, fino a quando la crema che ricopre le banane non abbia preso un bel colore dorato.

Togliete dal forno spolverate con altra cannella e servite caldo. Pranzo (Insalata allo yoghurt o raita): in India, l'insalata di verdure crude viene comunemente chiamata Raita. Questo antipasto h molto semplice da preparare. Lavorate lo yogurt fino a farlo diventare una crema. Aggiungete pomodori tagliati a cubetti, piselli crudi, peperone rosso sempre tagliato a cubetti, cetriolo, sedano, semi di finocchio, un po' di sale, del pepe nero schiacciato e infine del prezzemolo fresco tritato. Mescolate il tutto molto bene, mettetelo a riposo nel frigorifero e toglietelo qualche minuto prima di sedevi a tavola. Cena (Insalata di avocado e fagioli): prendete un avocado maturo, sbucciatelo e tagliatelo a cubetti. Unite i fagiolini cotti, fagioli bianchi, ceci e del formaggio "cheddar" tagliato a cubetti. Aggiungete il pepe verde e peperoncini rossi. Mescolate l'olio, il succo di limone, del miele (tre cucchiai), tritate il prezzemolo e aggiungete pepe nero e sale. Versate con attenzione la salsa nel composto di fagioli e avocado. Sistemate il tutto su foglie di lattuga e guarnite con il prezzemolo rimasto.

Prima di coricarsi (Camomilla alla frutta): è una bevanda digestiva e rinfrescante. Lasciate in infusione nell'acqua bollente due sacchetti di camomilla e chiodi di garofano per dieci minuti. Eliminate i sacchetti, aggiungete succo di limone e di arancia e fate bollire. Togliete dal fuoco, aggiungete del miele e quindi togliete i chiodi di garofano. Guarnite con fette d'arancia e bevetelo caldo. Ricetta N° 5 (Un menù tutto indiano) Colazione (Palline di latte allo sciroppo di rose o quot;Gulab Jamun"): unite l'acqua e lo zucchero in una casseruola e mescolate fino a quando lo zucchero non h sciolto. Togliete lo sciroppo dal fuoco, aggiungete l'acqua di rose e mettete da parte. Versate il "ghi" (burro chiarificato) in una padella profonda e ponetela sul fuoco a fiamma molto bassa. Poi preparate l'impasto: mescolate la farina e del latte in polvere in una terrina. Amalgamate con latte fresco caldo. Lavorate velocemente fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formate delle palline e sistematele su un vassoio. Quando il "ghi" avrà raggiunto la temperatura alta, fate scivolare le palline muovendole in continuazione.

Dopo qualche istante cominceranno a gonfiarsi e prenderanno un colore dorato, allora posatele a macerare nello sciroppo di zucchero aromatizzatro con acqua di rose. Mangiatele a temperatura ambiente. Pranzo (Dal sud dell'India il riso al limone): lavate e asciugate il riso. Portate l'acqua ad ebollizione con il sale. Riscaldate il "ghi" o l'olio in una casseruola a fuoco lento . Prendete gli anacardi , spezzettateli e rosolateli nel "ghi" o nell'olio. Quando avranno preso una colorazione dorata metteteli da parte. Soffrigete poi i semi di mostarda e l'"urad dal" ( fagioli essicati e divisi a metà) nel "ghi" o nell'olio rimasto finchh scoppietteranno. Aggiungete il riso e fatelo soffriggere per due minuti. Versate poi il riso nell'acqua bollente e fatelo cuocere per 15/20 minuti finchh non avrà assorbito tutta l'acqua. Togliete il tutto dal fuoco e lasciate riposare per almeno 5 minuti. Infine aggiungete gli anacardi, succo di limone, prezzemolo ben tritato e noce di cocco fresca grattugiata. Mescolate bene il tutto e buon appetito... Cena (Verdure miste all'Indiana o Aviyal): ricetta della costa Malabar del Kerala Scaldate l'olio o il "ghi" in un tegame largo.

Soffriggete alcune foglie di curry finchh diventano un po' scure. Aggiungete delle patate dolci, dei fagiolini , un po' di zucca tagliata a cubetti, delle carote, zucchine e piselli. Soffriggete il tutto per circa tre minuti, quindi aggiungete dell'acqua e portate ad ebollizione. Lasciate bollire lentamente per quindici minuti finchh le verdure non diventano tenere. Aggiungete infine del peperoncino verde piccante ben tritato, dello yogurt e del sale. Mangiatelo caldo. Prima di dormire: preparatevi una tisana di zenzero, dolcificatela a piacere con miele e bevetela calda. Ricetta N° 6 Colazione (Crema alla menta e uva passa): in un apposito recipiente sbattete due uova con lo zucchero, trattandole a lungo finchi non risultino ben amalgamate e montate. Unite un cucchiaio di amido di mais (o di fecola) e procedete a diluire con il latte caldo sempre mescolando bene. Aggiungete l'uvetta passa sminuzzata, che avete fatto rinvenire lasciandola in bagno nell'acqua la sera prima, piy un cucchiaio di sciroppo alla menta e cuocete nel forno. Lasciate raffreddare e se vi piace servitela con cioccolata calda.

Come bevanda potete utilizzare il succo d'arancia. Pranzo: per antipasto, un abbondante pizimonio con foglie di insalata romana cruda, poi cannoli di melanzane vegetariani preparati come segue: lavate le melanzane e tagliatele a fette non eccessivamente grosse. Bucherellatele con una forchetta. Adagiate le fette di melanzana in un apposito contenitore e cuocetele nel forno per qualche minuto a forte temperatura. Preparate intanto della fontina a dadini, lavate e sminuzzate il basilico. Togliete le melanzane dal forno e su ogni fetta disponete qualche dadino di formaggio, basilico, sale e un po' di pepe nero. Arrotolate le fette su se stesse e disponetele in un apposito recipiente che avete unto con un po' di olio d'oliva. Cuocete per pochi minuti per consentire al formaggio di sciogliersi e servite condendo con un filo d'olio d'oliva crudo. Accompagnate il cibo con pane integrale bevendo acqua e limone. Cena (Risotto dolce alle carote): preparate un'abbondante quantità di brodo ottenuto con vegetali freschi e sale. Lavate e tagliate le carote a rondelle non troppo grosse. Fate soffriggere la cipolla sminuzzata in olio di oliva caldo e quando imbrunisce aggiungete le rondelle di carote; lasciatele cuocere a fuoco lento fino a mezza cottura.

Aggiungete il riso e fate brillare anch'esso per qualche minuto continuando a mantenerlo in movimento. Aggiungete il brodo in piccole quantità a mano a mano che il riso lo assorbe. Completate la cottura e prima di servire aggiungete una noce di burro, una spolverata di noce moscata e del parmigiano. Prima di coricarsi: si consiglia di bere una tisana calda a piacere. Ricetta N° 7 Colazione (Succo di mela caldo): per preparare questa bevanda usate mele fresche e centrifugate. Fate bollire il succo di mela con un bastoncino di cannella e chiodi di garofano. Coprite la casseruola e cuocete per circa 20 minuti. Filtrate il succo e servitelo bollente con fette di limone e miele. Pranzo (Riso con piselli e mandorle): portate l'acqua ad ebollizione con sale e curcuma a fuoco moderato. Soffriggete nel ghi bollente un bastoncino di cannella, chiodi di garofano e mandorle finché non prenderanno un bel colore dorato. Aggiungete il riso e rosolatelo per due minuti poi versatelo nell'acqua salata e curcuma. Aggiungete i piselli e lasciate cuocere per circa venti minuti, fino, cioè, a completo assorbimento dell'acqua.

Servite caldo. Cena (Crema di zucca): fate sciogliere il burro in una casseruola, unite noce moscata, pepe nero, cubetti di zucca, e fate soffriggere per circa 10 minuti. Aggiungete dell'acqua e portate a cottura fino a quando la zucca non sarà tenera. Frullate tutto aggiungendo latte, per ottenere una crema. Prendete una casseruola, fate sciogliere del burro, unite un cucchiaio di farina e mescolate. Versate nella casseruola la crema di zucca e se necessario aggiungete ancora latte per mantenere la crema omogenea. Cuocete per qualche minuto, aggiugete sale e servita caldo. Se vi piace potete spolverare con prezzemolo tritato. Ricetta N° 8 Colazione (Latte caldo allo zafferano con pistacchi): fate bollire a fuoco lento il latte, aggiungete dello zafferano e un cucchiaio di pistacchi macinati finemente. Mescolando continuamente, portate il latte ad ebollizione poi toglietelo dal fuoco. Scioglietevi dello zucchero e miele. Servite subito, spolverizzando con i pistacchi rimasti. Pranzo (Rigatoni al forno con verdure e insalata Newyorkese di patate): fate riscaldare dell'olio d'oliva in una casseruola a fuoco basso.

Soffriggetevi l'assafetida in polvere e 1/4 di tazza di dadini di peperone rosso. Aggiungete del passato di pomodoro, una tazza di cimette di broccolo, del cavolfiore e un po' di piselli. Insaporite con sale, pepe, basilico e noce moscata. Fate cuocere lentamente fino a quando i vegetali saranno teneri (15-20 minuti). Aggiungete panna acida, parmiggiano, ricotta e del pane grattuggiato, poi togliete dal fuoco e coprite. Fate cuocere i rigatoni in acqua salata e scolateli. Condite la pasta con la salsa di verdure e versatela in una grande pirofila distribuendola bene. Cospargete la superficie con la mozzarella e fate cuocere nel forno pre-riscaldato a 200° per 10 minuti. Servite bollente, guarnendo con prezzemolo tritato. Fate cuocere le patate sbucciate in metà acqua e metà latte. Marinate le patate, ancora calde, nel succo d'uva bianco secco. Preparate la salsa di mostarda con quattro cucchiai di succo di limone e due cucchiaini di mostarda messa a bagno per 10 minuti in un cucchiaio di acqua calda, aggiungendo anche un pizzico di sale, dell'olio extravergine d'oliva, un po' di pepe nero e prezzemolo tritato finemente.

Poi preparate una speciale salsa maionese con i seguenti ingredienti: una tazza di latte condensato, un po' di sale, un cucchiaino di assafetida gialla in polvere, dell'olio di cartamo, due cucchiai di succo di limone e due cucchiai di panna acida. Unite le salse e sbattetele insieme. Versate il tutto sulle patate marinate e mescolate amalgamando bene. Cospargete di paprica e servite. Cena (Minestra Gujarati allo yogurt): prendete la farina di ceci setacciata, 1/4 di tazza di acqua e mettetele in una piccola terrina. Mescolate facendo uso di una frusta per ottenere una pastella omogenea. Continuando a sbattere, aggiungete dell'altra acqua, yogurt, curcuma, zucchero e sale. Versate il composto in una casseruola e fatelo cuocere per circa 10 minuti. Riscaldate del ghi o dell'olio a fuoco moderato e soffriggete i semi di mostarda fino a quando inizieranno a scoppiettare. Aggiungete peperoncino, zenzero e foglie di curry. Quando le foglie avranno preso colore unite i semi di fieno greco e, per ultima, l'assafetida. Mescolate il tutto, poi versate nel composto di farina di ceci bollente.

Rimescolate bene e togliete dal fuoco. Servite caldo guarnendo con foglie di coriandolo fresche. Ricetta N° 9 Colazione (Frullato di banane): il frullato di banane può essere un'ottima colazione. Dona energia e fornisce all'organismo zuccheri naturali. Frullate le banane con latte e miele almeno per un paio di minuti. Versate in un bicchiere e guarnite con noce moscata. Pranzo (Hamburger vegetariani): gli hamburger vegetariani risultano da una combinazione di riso, lenticchie, verdure, spezie e erbe aromatiche. Mettete in una terrina i seguenti ingredienti: carote tagliuzzate, pangrattato, due cucchiai di salsa di soia, un cucchiaino di olio di sesamo ed ancora, origano, basilico, sale, prezzemolo tritato ed infine un cucchiaino di paprika dolce. Lavorate bene fino ad amalgamare il tutto e aggiungete riso cotto. Formate delle palline lisce poi, bagnandovi le mani, trasformatele in dischetti. Sistemateli in un'apposito contenitore e mettete in forno precedentemente scaldato a 200° gradi. Cuocete fino a quando non li vedete scurire. Toglieteli dal forno e soffriggeteli nel burro, o se preferite nell'olio.

Serviteli con le insalate e le salse che preferite. Cena (Crema di spinaci con formaggio): questo è uno dei più popolari piatti vegetariani dell'India e va servito con riso giallo. Frullate zenzero e peperoncino, in quantità a piacere, con alcuni cucchiai di acqua. Aggiungete coriandolo, paprika, cumino, curcuma e continuate a frullare fino ad ottenere una pastella liscia che provvederete a mettere in una terrina. In una grande casseruola, invece, fate riscaldare, a fuoco moderato del ghi. Aggiungete la pasta di spezie che avete preparato e gli spinaci. Cuocete, mescolando con cura, fino a quando gli spinaci non saranno divenuti teneri. Aggiungete della panna, sale e del garam. Fate cuocere ancora per un po', poi servite bollente. di Amadio Bianchi

www.solaris.it


Scrivi un commento
lascia la tua opinione.

nome


e-mail(obbligatoria, ma non verrà pubblicata)


sito (facoltativo)


testo del commento




Redazione
 Ricerca nel Dossier
 Menu
Home di questo Dossier
Elenco principale Dossier
Consiglia il Dossier
 Argomenti
Medicine naturali
Tecniche per il corpo
Oltre il corpo
Terapie olistiche
Libri Consigliati
Chi è Chi
Psicologia Umanistica
ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail

 News
29 DICEMBRE 2017 - 01 GENNAIO 2018 ISCHIA (NA) - CAPODANNO IN BIODANZA
19 NOVEMBRE 2017 CAPRINO VERONESE (VR) - ATTIVAZIONE CORPO DI LUCE MERKABA E LABORATORIO ANGELICO
03 DICEMBRE VADO LIGURE (SA) - OLI ESSENZIALI DAL CUORE DEL MONDO
12 NOVEMBRE BOLOGNA - SEMINARIO SUPERARE LA RABBIA
25 - 26 NOVEMBRE CARPI DI VILLABARTOLOMEA (VR) - SEMINARIO DI HO'OPONOPONO
03 DICEMRE 2017 ROMA - AUTUNNO YOGA CON MANUELA BORRI RENOSTO
12 NOVEMRE 2017 ROMA - AUTUNNO YOGA CON MANUELA BORRI RENOSTO
13 - 20 GENNAIO 2018 CARAIBI - YOGA CRUISE CARAIBI
21 GENNAIO 2018 MILANO - RIBELLI ZEN DIVERSI E VINCENTI SEMINARIO CON SELENE CALLONI WILLIAMS
18 NOVEMBRE 2017 MILANO - RAYMON GRACE: TECNICHE AVANZATE DI RADIESTESIA E RADIONICA
04 - 05 NOVEMBRE 2017 CARPI (MO) - SEMINARI BREVI DI MEDICINA TRADIZIONALE CINESE
08 NOVEMBRE 2017 ROMA - 2 INCONTRO ESPERIENZIALE SULL'EQUILIBRIO INTEGRATO
18 - 19 NOVEMBRE 2017 - CORSO DI FORMAZIONE INSEGNANTI VINYASA YOGA E MEDITAZIONE
28 - 29 OTTOBRE 2017 LORETO (AN) - TUINA PEDIATRICO MASSAGGIO TERAPEUTICO
04 - 5 NOVEMBRE 2017 LIVORNO - PIANETA BENESSERE
05 NOVEMBRE 2017 SEDE BIOLCA BATTAGLIA TERME (PD) - PREPARAZIONE PRODOTTI ERBORISTICI PER LA CURA DEL CORPO
09 - 10 DICEMBRE RIMINI - FESTIVAL DELLA BIOCOSMESI III EDIZIONE
28 OTTOBRE 2017 MELDOLA (FC) - LA SINCRONICITA' INCONTRO DI BIODANZA
20 OTTOBRE 2017 MILANO - CORSO DI FORMAZIONE INSEGNANTI VINYASA YOGA E MEDITAZIONE
10 - 11 - 12 NOVEMBRE 2017 MILANO - YOGAFESTIVAL
14 - 15 OTTOBRE ROMA - VEDERCI MEGLIO CON MAURIZIO CAGNOLI
15 -19 NOVEMBRE - CENTRO MIRI PIRI, TRAVO (PC) - SEMINARIO DI POLARITY BIODINAMICA
23 SETTEMBRE - BARI - IV PUGLIA WELLNESS FESTIVAL
05 OTTOBRE 2017 MILANO - PRESENTAZIONE SCUOLA DI COUNSELING ARTE DELL'ESSENZA
02 NOVEMBRE 2017 - ECOVILLAGGIO L'ALLUCE VERDE - MONZUNO (BO) - TEATRO DELL'OPPRESSO
15 OTTOBRE 2017 ROMA - AUTUNNO YOGA CON MANUELA BORRI RENOSTO
21 SETTEMBRE 2017 HATA YOGA INTEGRALE - SEDE BIOLCA - BATTAGLIA TERME (PD)
26 NOVEMBRE 2017 SEDE BIOLCA BATTAGLIA TERME (PD) - IL SUONO DEL SILENZIO
28 OTTOBRE 2017BATTAGLIA TERME(PD) - SATHYA YOGA: ARMONIA CONNESSIONE E COMBINAZIONE
13/15 OTTOBRE 2017 ASSISI (PG) - YOGASSISI FESTIVAL
24 - 26 NOVEMBRE MILANO - CAMPANE TIBETANE PER LA PACE MALPENSAFIERE
SCUOLA DI FORMAZIONE IN AYURVEDA
23-24 SETTEMBRE - CORREGGIO BIO NATURA
25 - 26 NOVEMBRE MODENA - BENESSERE FESTIVAL
7 - 8 OTTOBRE URBINO - 3 CONVEGNO NAZIONALE EPIGENETICA
22-24 SETTEMBRE 2017 - SAVONA NATURALMENTE - FESTA DEL BENESSERE
30 GIUGNO - 2 LUGLIO - BELLINZONA - NATURALMENTE SANI
16-17 SETTEMBRE 2017 - SAN PIETRO IN CERRO (PC) - FIERA NATUROLISTICA
21-23 LUGLIO LEVICO TERME (TN) - 5°FESTIVAL BENESSERE SOSTENIBILE
8 LUGLIO 2017 ROMA - OPEN DAY COUNSELING SOLARIS
2-4 Giugno Workshop SORELLA ACQUA
CORSO TECNICA METAMORFICA RIMINI 13 e 14 maggio 2017
TRATTAMENTO CRANIOSACRALE - FIRENZE
MEDITAZIONE CON AKHILA - FIRENZE
BIODINAMICA CRANIOSACRALE PEDIATRICA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2017
GIUDICE INTERIORE: LIBERARSI DALL’AUTOGIUDIZIO

 Link
Naturalmente - La Spezia
Enciclopedia Olistica
Villaggio Globale
Medicine Naturali
Associazione Italiana Reiki
Psicologia Spirituale
La Terza Onda
Floriteria -Fiori di Bach
Buena Vista-Metodo Bates
Centro Anti Vampiri
Centro Natura Bologna
Scuola Olistica
Enrico Cheli
AAM Terra Nuova
The Living Spirits
La Tartaruga
Le mani in mano (Shiatsu, Tuina ecc.)
Associazione Culturale Amici del Tai ji
Scuola Taoista
C.Y Surya - scuola di Ayurveda
I colori dell'Energia
Salute e Benessere
 Consiglia il Dossier
Tua e-mail E-mail destinatario Testo


 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli è un marchio Il Libraio delle Stelle - Via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri
P. Iva 00204351001- email: info@fiorigialli.it - tel 06 9639055

sviluppo e hosting: 3ml.it