"Apri il cuore e accontentati di quello che la vita ti concede. Siamo tutti invitati alla festa della vita,
dimentica i giorni dell'oscurità, qualsiasi cosa possa essere successa non è la fine"
  Augusto Daolio
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
TU & IO
Incontro amicizia condivisione unione,
l'Amore e i suoi impedimenti
TU & IO
COME L'ALBERO DALLA TERRA
Come l'albero dalla terra
e dalla roccia l'acqua
dall'uomo l'amore
Danilo Dolci-1957
PER QUANTO STA IN TE
Kostantinos Kavafis

E se non puoi la vita che desideri
cerca almeno questo
per quanto sta in te:
non sciuparla
nel troppo commercio con la gente
con troppe parole e in un viavai frenetico.
Non sciuparla portandola in giro
in balia del quotidiano gioco
balordo degli incontri e degli inviti
sino a farne una stucchevole estranea.
QUANDO AMI
AMI TUTTO IL MONDO

Cecilia Chailly
Quando ami, ami tutto il mondo. E non solo le persone, anche gli animali, le piante, gli oggetti. L'amore non può essere un gioco di potere, e forse neppure una relazione, perché é uno stato d'animo autonomo, che comprende tutto....
Devo accettare di amarti incondizionatamente, perché solo così posso vivere questo sentimento che altrimenti mi corrode come un acido.Voglio alimentarmi dell'amore che ho per te, é la carica della mia esistenza, la linfa della mia vita che altrimenti é spenta. Amando te amo il mondo. E vorrei che il mondo partecipasse alla gioia del mio amore, e non importa se é solo mio né se il tuo preferirai darlo a qualcun altro....

da "Era dell'Amore"
ONDA DELL'AMORE
Cecilia Chailly
Se é vero che c'è un destino, se é vero che il pensiero e quindi i sentimenti esistono e si trasmettono, come é possibile che tu trovi qualcuno che tu ami più di me?
Il mio amore é la mia forza, con esso posso superare tutte le gelosie, tutte le necessità. A me basta amarti. E amando te amerò anche me, e tutti quelli che mi circondano. E cercherò solo l'amore, solo nei luoghi e nelle persone che mi permetteranno di tornare a vivere col sorriso sempre aperto...E il tuo spirito sarà con me, nel cerchio che con gli altri formeremo, e gireremo insieme nella ruota dell'amore cosmico che per sempre ci circonderà.

da"Era dell'Amore"
Aver bisogno

Se tu fossi incerta
ti sarei da guida
Se fossi impaurita
ti farei coraggio.
Se fossi debole
ti rafforzerei.
Se fossi smarrita
ti condurrei per la via.
Se fossi minacciata
potrei difenderti.
Se fossi triste
suonerei una musica pura.

Da sola, sarei tuo compagno
se poi, ti sciogliessi in lacrime
potrei asciugarle
con i miei capelli
e ricomporre il tuo sentimento.
Se fossi disperata
potrei darti Luce.

Io, sono l’altra parte
quella che non si svela mai
estremo bagliore
del momento grave.
 
Misteriosa paura
ti tiene allo specchio.
Tu forse conosci dagli altri,
Così forte, sicura e invulnerabile,
l’amore che si riceve
e nulla sai ancora
della preziosa bellezza
dell’amor che si dà.

P.I. 30-06-2005
Tutti i Figli del Mondo

Figli del finir della notte / figli del sorger del giorno / figli di mezzogiorno / figli dell’ora del tè / figli del tramonto /. Fanciulli del sole e bimbe della luna / Figli nati in un campo / figli nati in fretta / figli annunciati / figli improvvisati / figli cesarei / figli di un padre / figli di una madre / figli di un padre e di altra madre / figli di una madre e di altro padre / figli di un padre e di una madre / figli senza padre / figli senza padre né madre / figli della fortuna / figli dell’incoscienza /figli dell’irruenza / figli di un giorno mai scordato / figli di un Dio dimenticato / Figli del sogno e della visione / Figli dell’amore e del dolore / Figli della coscienza / Figli nati in guerra / figli del dopoguerra / figli verso un’altra guerra/ Figli della pace e del riposo / figli della Luce.... Continua...
Versione Stampabile << torna indietro

IL PROBLEMA DEL MATRIMONIO


di Wilhelm Reich, tratto dal libro "La Rivoluzione Sessuale"

b. La contraddizione dell’istituto matrimoniale
La contraddizione dell’istituto matrimoniale sorge dalla contraddizione tra gli interessi sessuali e gli interessi economici all’interno del matrimonio. Dal punto di vista degli interessi economici vengono poste istanze molto coerenti e logiche. Essendo improbabile, e anzi sessuoeconomicamente impossibili, che una persona sessualmente del tutto sana si sottometta alle condizioni della morale matrimoniale – un solo partner, e con questi per tutta la vita – la prima esigenza è una repressione dei bisogni sessuali che giunga nel profondo, specialmente per quanto concerne la donna. Di conseguenza la morale pretende – naturalmente senza riuscire a farcela universalmente nella pratica – che alla donna non sia consentito avere rapporti sessuali prima del matrimonio, e se possibile neanche all’uomo, solo che in quest’ultimo caso si chiudono entrambi gli occhi. 

Non la sensualità – vien detto – ma i bambini costituiscono l’essenza del matrimonio (il che è vero per l’aspetto economico del matrimonio, non però per la relazione sessuale durevole): ai coniugi non è permesso conoscere sessualmente altre persone nel corso del matrimonio. Ed è vero che tali esigenze sono necessarie per la costante salvaguardia del matrimonio. Ma sono queste stesse esigenze a minare il matrimonio e a votarlo al tramonto fin da quando viene contratto. La pretesa di un’unione sessuale a vita racchiude in sé, fin dall’inizio, la rivolta contro la coercizione; rivolta che, consciamente o inconsciamente, prenderà forma in modo tanto più marcato, quanto più vitali e attivi saranno i bisogni sessuali.
Fino al matrimonio, la donna ha vissuto in castità, è sessualmente inesperta e, per poter restare fedele, deve rimuovere le proprie esigenze genitali. Ormai è difficile che queste siano totalmente a sua disposizione; la donna rimane anestetica, fredda, non può né stimolare né soddisfare l’uomo non appena esaurito lo stimolo della novità dell’esperienza. E l’uomo sano ritira ben presto l’interesse, si cerca altre donne che possano dargli di più, ed ecco la prima incrinatura nella relazione.

In base alla morale vigente, anche l’uomo non deve permettersi «scappatelle» troppo impegnative; anch’egli deve, specialmente se si sposa, rimuovere gran parte dei propri interessi genitali. Per quanto ciò sia un bene per il sussistere del matrimonio, è un male per la relazione sessuale, perché la rimozione ha come conseguenza disturbi o lesioni della potenza. Se la donna è in procinto di risvegliare la propria sessualità, non appena verrà a sapere resterà delusa e si cercherà un altro partner; oppure l’ingorgo sessuale e l’insoddisfazione le procureranno una qualche forma di patologia nevrotica: in entrambi i casi il matrimonio è stato minato dallo stesso fattore che doveva assicurarne la stabilità: l’educazione sessuonegativa al matrimonio.
Vi si aggiunge il fatto che la sempre crescente indipendenza economica della donna l’aiuta ad eliminare le proprie inibizioni sessuali; non è più legata alla casa e ai figli e impara invece a conoscere altri uomini; il suo ingresso nel processo economico le insegna a riflettere su cose che fino ad allora erano state sottratte al suo orizzonte.
I matrimoni potrebbero essere buoni, almeno per un certo periodo di tempo, se ci fossero armonia e appagamento. I presupposti, però, sarebbero un’educazione sessuoaffermativa, l’esperienza sessuale prima del matrimonio e il superamento della morale sociale dominante…

Fonte: disinformazione.it


O Reich o la tradizione della India! :-)

Scrivi un commento
lascia la tua opinione.

nome


e-mail(obbligatoria, ma non verrà pubblicata)


sito (facoltativo)


testo del commento




 Ricerca nel Dossier
 Menu
Home di questo Dossier
Elenco principale Dossier
Consiglia il Dossier
 Argomenti
L'arte di amare
Eros e sessualità
Le relazioni interpersonali
Libri Consigliati
Chi é chi
LIBRERIA FIORIGIALLI
consulta i libri in:


Amore
Sessualità
Tantra
Donne identità e salute
Uomini identità e salute

per acquisti on line e per
approfondire gli argomenti
di questo DOSSIER, la più ampia scelta ed i migliori
libri con sconti ed offerte
eccezionali !
ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail

 News
4 LUGLIO 2017 MILANO - CURA DELL ANIMA
 Consiglia il Dossier
Tua e-mail E-mail destinatario Testo
 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli è un marchio Il Libraio delle Stelle - Via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri
P. Iva 00204351001- email: info@fiorigialli.it - tel 06 9639055

sviluppo e hosting: 3ml.it