Oggi non è più chiamata schiavitù,
è chiamata libero mercato
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
UN ALTRO MONDO POSSIBILE
Creando una nuova Consapevolezza 
UN ALTRO MONDO  POSSIBILE
I FIORI DEL DOMANI
Tutti i fiori di tutti i domani
sono i semi di oggi e di ieri.

Proverbio cinese
Ancora un sogno
... Sì, è vero, io stesso sono vittima di sogni svaniti, di speranze rovinate, ma nonostante tutto voglio concludere dicendo che ho ancora dei sogni, perché so che nella vita non bisogna mai cedere.
Se perdete la speranza, perdete anche quella vitalità che rende degna la vita, quel coraggio di essere voi stessi, quella forza che vi fa continuare nonostante tutto.
Ecco perché io ho ancora un sogno...
Continua...
Varsavia
<b>Varsavia </b>







Hanno ucciso il ragazzo di vent'anni
l'hanno ucciso per rabbia o per paura
perché aveva negli occhi quell'aria sincera
perché era una forza futura
sulla piazza ho visto tanti fiori
calpestati e dispersi con furore
da chi usa la legge e si serve del bastone
e sugli altri ha pretese di padrone
Da chi usa la legge e si serve del bastone
e sugli altri ha pretese di padrone
Sull'altare c'è una madonna nera
ma è la mano del minatore bianco
che ha firmato cambiali alla fede di un mondo
sulla pelle di un popolo già stanco
Continua...

POTETE SOLO ESSERE LA RIVOLUZIONE
Ursula le Guin

Non abbiamo nulla se non la nostra libertà.
Non abbiamo nulla da darvi se non la vostra libertà.
Non abbiamo legge se non il singolo principio del mutuo appoggio tra individui.
Non abbiamo governo se non il singolo principio della libera associazione.
Non potete comprare la Rivoluzione.
Non potere fare la Rivoluzione.
Potete solo essere la Rivoluzione.
È nel vostro spirito, o non è in alcun luogo

da " The dispossessed" 1974
LA FINE DELLA VITA
é l'inizio della sopravvivenza

<b>LA FINE DELLA VITA<br> é l'inizio della sopravvivenza </b>





Come potete comperare
o vendere il cielo,
il calore della terra?
l'idea per noi é strana.
Se non possediamo
la freschezza dell'aria,
lo scintillio dell'acqua.
Come possiamo comperarli?
Continua...
I CREATIVI CULTURALI
<b>I CREATIVI CULTURALI</b>





L'altro modo di pensare
e vivere

Ervin Laszlo
Possiamo pensare in modi radicalmente nuovi circa i problemi che affrontiamo?
La storia ci dimostra che le persone possono pensare in modi molto differenti. C'erano, in Oriente e in Occidente, sia nel periodo classico, che nel Medio Evo ed anche nelle società moderne, concezioni molto diverse sulla società, sul mondo, sull'onore e sulla dignità. Ma ancora più straordinario è il fatto che anche persone moderne delle società contemporanee possano pensare in modi diversi. Questo è stato dimostrato da sondaggi di opinioni che hanno indagato su cosa i nostri contemporanei pensano di loro stessi, del mondo e di come vorrebbero vivere ed agire nel mondo.

Una recente indagine della popolazione americana ha dimostrato modi di pensare e di vivere molto differenti.
Questo è molto importante per il nostro comune futuro, poiché è molto più probabile che alcuni modi di pensare preparino il terreno per uno scenario positivo piuttosto che altri.
Questi sono stati i risultati principali:
Continua...
PIU’ LENTI, PIU’ PROFONDI, PIU’ DOLCI
<b>PIU’ LENTI, PIU’ PROFONDI, PIU’ DOLCI </b>





Alexander Langer


La domanda decisiva è: Come può risultare desiderabile una civiltà ecologicamente sostenibile?
Lentius, Profundis, Suavius”, al posto di ”Citius, Altius, Fortius”

La domanda decisiva quindi appare non tanto quella su cosa si deve fare o non fare, ma come suscitare motivazioni ed impulsi che rendano possibile la svolta verso una correzione di rotta.
La paura della della catastrofe, lo si è visto, non ha sinora generato questi impulsi in maniera sufficiente ed efficace, altrettanto si può dire delle leggi e dei controllo; e la stessa analisi scientifica
Continua...
CITTADINO DEL MONDO
<b>CITTADINO DEL MONDO</b> Graffito a Monaco






Il tuo Cristo è ebreo
e la tua democrazia è greca.
La tua scrittura è latina
e i tuoi numeri sono arabi.
La tua auto è giapponese
e il tuo caffè è brasiliano.
Il tuo orologio è svizzero
e il tuo walkman è coreano.
La tua pizza è italiana
e la tua camicia è hawaiana.
Le tue vacanze sono turche
tunisine o marocchine.
Cittadino del mondo,
non rimproverare il tuo vicino
di essere…. Straniero.
Il viaggiatore leggero
<b>Il viaggiatore leggero </b> Adriano Sofri
Introduzione al libro di Alex Langer, ed. Sellerio 1996

Alexander Langer è nato a Sterzing (Vipiteno-Bolzano) nel 1946, ed è morto suicida a Firenze, nel luglio del 1995.
Benché abbia dedicato la sua vita intera, fin dall'adolescenza, a un impegno sociale e civile, e abbia attraversato per questa le tappe più significative della militanza politica, da quella di ispirazione cristiana a quella dell'estremismo giovanile, dall'ecologista e pacifista dell'europeismo e alla solidarietà fra il nord, il sud e l'est del mondo, e sempre alle ragioni della convivenza e del rispetto per la natura e la vita, e benché abbia ricoperto cariche elettive e istituzionali, da quelle locali al Parlamento europeo, è molto difficile parlarne come di un uomo politico. O almeno, è del tutto raro che nella politica corrente si trovi anche una piccola parte dell'ispirazione intellettuale e morale che ha guidato la fatica di Langer. La politica professata, anche quando non è semplicemente sciocca e corrotta, non ha il tempo di guardare lontano, e imprigiona i suoi praticanti nella ruotine e nell'autoconservazione. Uno sguardo che
Continua...
Versione Stampabile << torna indietro

LA FINE DELLA VITA
é l'inizio della sopravvivenza


Come potete comperare
o vendere il cielo,
il calore della terra?
l'idea per noi é strana.
Se non possediamo
la freschezza dell'aria,
lo scintillio dell'acqua.
Come possiamo comperarli?
Ogni parte di questa terra é sacra per il mio popolo.
Ogni ago di pino che brilla,
ogni spiaggia sabbiosa,
ogni vapore nelle scure foreste,
ogni radura e ronzio d'insetto,
é sacro nella memoria e nell'esperienza del mio popolo.
La linfa che scorre attraverso gli alberi
porta i ricordi degli uomini...
Noi siamo parte della terra ed essa é parte di noi.
I fiori profumati sono le nostre sorelle;
il cervo, il cavallo, la grande aquila,
questi sono i nostri fratelli.
Le cime rocciose, la linfa dei prati,
il corpo caldo del cavallo,
e l'uomo:
tutto appartiene alla stessa famiglia...
I fiumi sono i nostri fratelli
e ci dissetano.
I fiumi portano le nostre canoe e nutrono i nostri bambini.
Se noi vendessimo la nostra terra,
voi dovreste ricordare e insegnare ai vostri figli
che i fiumi sono nostri fratelli e vostri;
e voi dovreste d'ora in poi dare ai fiumi la gentilezza
che dovreste dare ad ogni fratello
non c'è nessun posto tranquillo nelle città dell'uomo bianco.
Non c'è nessun posto
per udire il dispiegarsi delle foglie in primavera,
o il frusciare delle ali di un insetto.
ma forse c'è, perchè io sono un selvaggio e non capisco.
Solo lo scalpitio sembra un insulto all'udito.
E che cosa é vivere
se un uomo non può udire il pianto di un caprimulgo
o le conversazioni delle rane intorno ad uno stagno di notte?
Io sono un pellerossa e non capisco.
L'indiano preferisce il soffice suono del vento
che vibra sulla superficie dello stagno
e l'odore del vento, pulito da una pioggia del mezzogiorno,
o profumato dall'odore del pino.
L'aria é preziosa per il pellerossa,
poichè tutte le cose hanno lo stesso respiro;
l'animale, l'albero, l'uomo,
condividono insieme lo stesso respiro.
L'uomo bianco non sembra accorgersi dell'aria che respira.
Come un uomo morente,
per molti giorni, é insensibile al fetore.
Ma se noi vi vendessimo la nostra terra,
vi dovresta ricordare che l'aria é preziosa per noi,
che l'aria condivide il suo spirito con ogni vita che sostiene.
Il vento che fu dato a nostro nonno al suo primo respiro
ha anche accolto il suo ultimo respiro.
E se noi vendessimo la nostra terra
dovreste tenerla a parte in un posto sacro,
come un luogo dove anche l'uomo bianco può andare
per sentire il vento addolcito dai fiori del prato
A queste condizioni noi consideremo la vostra offerta
Di comperare la nostra terra.
Se noi decidessimo di accettare, io porrei una condizione:
che l'uomo bianco deve trattare gli animali di questa terra
Come suoi fratelli...
Cosa é l'uomo senza gli animali?
Se tutti gli animali se ne andassero,
l'uomo morirebbe per la grande solitudine dello spirito.
Poichè qualsiasi cosa accada agli animali,
presto accade all'uomo.
Tutte le cose sono collegate.
Potreste insegnare ai vostri bambini
Che la terra sotto i loro piedi é la cenere dei nostri nonni.
Affinchè loro rispettino la terra,
dite ai vostri bambini
che la terra é ricca delle vite dei nostri amici.
Insegnate ai vostri bambini
Quello che noi abbiamo insegnato ai nostri,
che la terra é nostra madre.
Qualsiasi cosa accade alla terra, accade ai figli della terra.
Se gli uomini sputano sulla terra, sputano su se stessi.
Questo noi lo sappiamo:
la terra non appartiene all'uomo;
L'uomo appartiene alla terra.
Questo noi sappiamo.
Tutte le cose sono collegate
Come il sangue che unisce una famiglia.
Tutte le cose sono collegate.
Qualsiasi cosa accade alla terra, accade ai figli della terra.
L'uomo non ha intrecciato il tessuto della vita
egli é semplicemente un filo di essa.
Qualsiasi cosa faccia al tessuto, lo fa a se stesso...
Possiamo essere fratelli, dopotutto.Vedremo.
C'è una cosa che noi sappiamo,
é che l'uomo bianco un giorno scoprirà:
il nostro Dio é lo stesso.
Potete pensare ora che il vostro " Lui" come voi
desideri possedere la nostra terra; ma non é possibile.
Egli é il Dio dell'uomo e la Sua compassione é uguale
sia per il pellerossa che per l'uomo bianco.
Questa terra per lui é preziosa,
e danneggiare la terra é disprezzare il suo Creatore.
Anche il bianco passerà.
Ma nella vostra discesa brillerete luminosamente,
infuocati dalla forza di Dio che vi ha portati in questa terra
e per qualche scopo speciale vi ha dato dominio su questa terra
e sopra l'uomo rosso.
Questo destino é un mistero per noi,
poichè non capiamo quando i bufali
vengono completamente massacrati,
i cavalli selvaggi sono addomesticati,
gli angoli segreti della foresta appesantiti
con l'odore di molti uomini,
e la vista delle colline in fiore
rovinata dai fili del telegrafo.
Dov'è il boschetto? é andato.
Dov'è l'aquila? è andata.
la fine della vita é l'inizio della sopravvivenza.


scritto da: giusi pontillo il 23/05/2011 alle 09:05
Il tuo sorriso era come il Sole
...
Il tuo sorriso era come il sole
Torneremo a giocare nei viali dell’infanzia
E le tue risate suoneranno sul campanile della chiesa
Torneremo bambini a raccogliere
I fiori dei prati “recisi in splendi mazzi”
Torneremo insieme nel percorso della vita
A chiederci il perché della morte
E le grida festose dell’eco di tua madre
Torneranno a fiorire nella tua anima .

scritto da: amedeo il 18/08/2011 alle 16:28
A tutti gli uomini bianchi e quelli come loro. Vedrete ma sarete cechi udirete ma non sentirete tutto sara' avvelenato cibo acqua ogni essere vivente i vostri figli belli grassi il vostro cervello dalla tecnica falsa. Vi ucciderete sara' insomma il caos nel caos queso é quanto. Non avete rispettato le regole divine per i vostri figli la natura che vi sfama e chiedeva poco da voi solo rispetto. Ora tarda ad arrivare la luce del sole e voi sarete nel panico piu' totale a nulla servira' la vostra scenza che é contro Dio e gli uomini e allora sara' la fine. pochi saranno quelli che crederanno fino alla fine in me e si salveranno. Questo é quel che dicono le scritture e quante altre scritture sono molto simili al contenuto e voi non vi svegliate?Loro scavano pensano di abbandonare la moltitudine della gente comune anno riseve di cibo e acqua x anni ma non gli servira' con Dio.Avranno cio' che meritano Dai a Cesare quel che é di Cesare ricordate Dio non permettera la faccino franca interverranno gli Angeli e non solo. Altro vedete voi perche in questo mondo cosi'reticente al Dio e alla verita' possiamo passare da matti. ognuno guardi se stesso e si unisca agli altri fratelli che credono.Pace a tutti.

Scrivi un commento
lascia la tua opinione.

nome


e-mail(obbligatoria, ma non verrà pubblicata)


sito (facoltativo)


testo del commento




 Ricerca nel Dossier
 Menu
Home di questo Dossier
Elenco principale Dossier
Consiglia il Dossier
 Argomenti
Globalizzazione ed economie
Culture e globalizzazione
Identità e diritti globali
Media e informazione
Oppressione emarginazione
Pace e Guerra
Politica e Spiritualità
Ecologia profonda
Libri Consigliati
Iniziative e incontri
SPECIALE MEDIORIENTE
LIBRERIA FIORIGIALLI
consulta i libri in:


Ambiente e territorio 
Ecologia /Ecologismo
Scienze olistiche
Altre economie
Politica e società 
Globalizzazione 
Nonviolenza

per acquisti on line e per
approfondire gli argomenti
di questo DOSSIER,  la più
ampia scelta ed i migliori
libri con sconti e offerte
eccezionali !
ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail

 News
18 NOVEMBRE 2017 CITY BOUND. EDUCAZIONE ESPERIENZIALE ALL'ARIA APERTA IN CITTA' - FIRENZE
24 SETTEMBRE DECIMA EDIZIONE FIDUCIA DAY - ROMA
21 SETTEMBRE ROMA EVENTO FIORIGIALLI - INCONTRO CON DAYA BAI
23 SETTEMBRE 2017 ROMA - INCONTRO CON DAYA BAY
27-29 OTTOBRE - INTRODUZIONE ALLA COMUNICAZIONE NONVIOLENTA
30 SETTEMBRE - 10 OTTOBRE - CAMBIARE VITA E LAVORO, ISTRUZIONI PER L'USO - (TR)
16-17 SETTEMBRE 2017 STRESA - CONVEGNO INTERNAZIONALE MEDICINA HILDEGARDIANA
20 - 21 MAGGIO 2017 - TERRA NUOVA FESTIVAL
19 maggio 2017 - Il bambino nel secondo settennio
 Link
Club di Budapest
Amnesty International
Carta
Emergency
Rete Lilliput
Botteghe del Mondo
MegaChip
Peacelink
Vita
Medici senza Frontiere
Report
Re Nudo
TransFair
Indiani d'America
Forum Terzo Settore
Lunaria
Albero della Vita
Exodus Fondazione Onlus
OltreTutto
Indymedia
goodnews
Reopen 9 11
Reclaim the street
Assefa Italia Ong
Aamterranuova
Beppe Grillo Blog
Dario Fo e Franca Rame
Il Salvagente
NEXUS
Survival
Peace Reporters
Disinformazione
Mondi Vicini - RTSI
IPS Inter Press Service
Love difference
Deep Ecology Foundation
Natural Spirit
Alexander Langer Fondazione
Ecologia Profonda
Assopace
Libera
Scuola Waldorf Sagrado
acquahomoterracielo.blogspot.com
17-19 MAGGIO 2013 FIRENZE
 Consiglia il Dossier
Tua e-mail E-mail destinatario Testo







 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli è un marchio Il Libraio delle Stelle - Via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri
P. Iva 00204351001- email: info@fiorigialli.it - tel 06 9639055

sviluppo e hosting: 3ml.it