"Apri il cuore e accontentati di quello che la vita ti concede. Siamo tutti invitati alla festa della vita,
dimentica i giorni dell'oscurità, qualsiasi cosa possa essere successa non è la fine"
  Augusto Daolio
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
     edizioni
home chi siamo catalogo novità in preparazione offerte distributori foreign rights pubblica con noi eventi newsletter contatti
cerca  

Info
rilegatura: brossura
formato: 15 x 21 cm.
pagine: 384
ISBN: 978-88-6118-000-0
Editore: FioriGialli edizioni
Anno di pubblicazione: settembre 2006
Euro: 18.00
Approfondimenti
Introduzione
Indice dell'opera
Estratto dal Capitolo 5
Comunicato Stampa
Notizie sull'autore
Altri libri di Satish Kumar
Tu sei quindi io sono
Cenni biografici
Resurgence
Altri libri consigliati
Terra Anima Società vol.1
Terra Anima Società vol.2
Il Sé e il Supremo
STAMPA metti nel carrello
Il Cammino è la Meta << indietro
Kumar Satish euro 18.00
La vita di Satish Kumar è una storia affascinante, più avventurosa e interessante di una fiction, dapprima monaco, poi attivista pacifista, straordinario viandante-pellegrino, promotore ecologista, scrittore ed editore, é stato definito uno dei più importanti educatori del 20° secolo.

Scritto con uno stile semplice e penetrante, Il Cammino è la Meta (No Destination - titolo originale) è l’entusiasmante resoconto di una vita straordinaria. Leggendolo avrete la rara occasione di incontrare e conoscere un uomo vero, appassionato, arguto, che non mancherà di commuovervi.

L’odissea della sua vita aggiunge una profonda umanità alla saggezza orientale di cui è portatore. A soli nove anni Satish Kumar rinunciò al mondo e si unì alla comunità errante dei monaci jainisti. Distolto da questo sentiero da una voce interiore, all’età di 18 anni divenne un attivista per la riforma politica della sua patria, cercando di realizzare la visione di Gandhi di un’India rinnovata e di un mondo pacifico.

Stimolato dall’esempio di Bertrand Russell, iniziò un viaggio-pellegrinaggio di pace, di 8000 miglia (quasi 13.000 km), camminando dall’India in America, senza soldi, attraverso deserti, montagne, tempeste e neve. Durante questa avventura finì in prigione in Francia, affrontò un fucile carico in America e consegnò sacchetti di “tè della pace” ai leaders delle quattro potenze nucleari.

Nel 1973 si stabilì in Gran Bretagna iniziando la pubblicazione della rivista Resurgence e divenne la guida ispiratrice di numerose iniziative ecologiche, educative e spirituali. Seguendo la tradizione indiana, al compimento del suo cinquantesimo compleanno, riprese un altro pellegrinaggio, ancora senza soldi, visitando i luoghi sacri inglesi – Glastonbury, Canterbury, Lindisfarne e Iona.

Un racconto unico, prezioso e vibrante che porgiamo con gioia alla vostra lettura.
metti nel carrello
torna su^