Là dove é il tuo amore, un giorno sarai anche tu
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Associazione | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
     News
Ricerca libera
cerca
anno:
mese:
 

Calendario eventi
dal mese
dall'anno
 

piemonte e val d'aosta lombardia trentino alto adige veneto friuli emilia romagna liguria toscana marche umbria lazio Abbruzzo e molise abbruzzo e Molise campania puglia basilicata calabria sicilia sardegna
BOLOGNA   FIRENZE   MILANO   ROMA   INTERNAZIONALI  


ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail


Argomenti
NOTIZIE ED EVENTI
CORSI E SEMINARI
VIAGGI & VACANZE
CONVEGNI - INCONTRI
FIERE E MERCATINI
CONCERTI
MOSTRE D'ARTE
SPETTACOLI
ASSOCIAZIONI E SCUOLE
AZIENDE E NEGOZI
AGRITURISMI
MONDO BIOLOGICO
MEDICINA NATURALE
ECOLOGIA E AMBIENTE
SOCIETA' E SOLIDARIETA'
RICERCA SPIRITUALE
YOGA
ENERGIE RINNOVABILI
BIOEDILIZIA
VIVERE INSIEME
CERCO/OFFRO
SEGNALAZIONI
Cerca per area geografica
ABRUZZO E MOLISE
BASILICATA
CALABRIA
CAMPANIA
EMILIA ROMAGNA
FRIULI
LAZIO
LIGURIA
LOMBARDIA
MARCHE
PIEMONTE E VAL D'AOSTA
PUGLIA
SARDEGNA
SICILIA
TOSCANA
TRENTINO-ALTO ADIGE
UMBRIA
VENETO
BOLOGNA
FIRENZE
MILANO
ROMA
INTERNAZIONALI
Archivio Dossier
5564 News in archivio
  Pagine totali: 56 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 ]   pagina successiva
SALVARE IL PIANETA NON COSTA NIENTE SALVARE IL PIANETA NON COSTA NIENTE data 25/11/2014

Notizia dell’ultim’ora: salvare il pianeta potrebbe costare poco e potrebbe perfino essere gratis. C’è qualcuno disposto a crederci? Ho appena finito di leggere due nuovi rapporti sui costi della lotta al cambiamento climatico: un grande studio di una commissione d’inchiesta internazionale, il New climate economy (Nce), e un documento di lavoro del Fondo monetario internazionale (Fmi). Entrambi sostengono che forti misure per limitare le emissioni di anidride carbonica non avrebbero alcuna ripercussione negativa sulla crescita economica, anzi potrebbero rilanciarla. Sembra troppo bello per essere vero, e invece no: si tratta in entrambi i casi di analisi serie e accurate.



SALVIAMO LA MADRE ACQUA SALVIAMO LA MADRE ACQUA data 25/11/2014

 “Tra i tanti processi di privatizzazione dei servizi pubblici in corso, quello dell’accesso all’acqua è il più criminale,” ha scritto l’attivista Roberto Lessio nel suo libro All’ombra dell’acqua. “Un progetto folle a cui possono credere solo persone profondamente malate , ammalate del nulla”. E in questo paese sono tante le persone ‘ammalate del nulla’, che spingono di nuovo l’Italia verso la privatizzazione dell’acqua. E questo nonostante il referendum (11-12 giugno 2011), quando 26 milioni di italiani hanno sancito che l’acqua deve essere tolta dal mercato e che non si può fare profitto su un bene così fondamentale . A tutt’oggi il parlamento italiano è stato incapace di rispondere a questa decisione popolare con un’appropriata legislazione.



TUTTI CONTRO LO SBLOCCA-ITALIA TUTTI CONTRO LO SBLOCCA-ITALIA data 25/11/2014

Tutti contro lo “Sblocca-Italia”: le associazioni unanimi contestano i contenuti del decreto Uno strumento anacronistico. Un formulario di vecchi progetti che vengono riesumati in nome di un finto interesse collettivo. Unanimi, le 12 associazioni riunite oggi a Roma da Italia Nostra – CTS – ENPA – FAI – Greenpeace – Legambiente – LIPU – Mountain Wilderness – Pro Natura – Salviamo il Paesaggio – Touring Club Italiano – WWF – per l’esame dello “Sblocca Italia”, chiedono al Parlamento che non converta in legge il decreto. Le associazioni considerano il testo del decreto inaccettabile nei suoi contenuti per gli effetti devastanti che si prospettano per il territorio, per l’economia stessa del Paese e per i suoi profili di illegittimità costituzionale.



IL MIRACOLO DELLA CONSAPEVOLEZZA IL MIRACOLO DELLA CONSAPEVOLEZZA data 02/11/2014

IL MIRACOLO DELLA CONSAPEVOLEZZA

Le conferenze di Hari sono momenti esperienziali, spazi che ci portano nel presente e ci risvegliano alla consapevolezza di chi siamo e dove andiamo. Sono momenti meditativi che fanno cadere veli e illusioni mentali. Fanno sciogliere problemi e malesseri per destarci a noi, a ciò che realmente siamo. Difficile da definire, Hari ha la maestria tipica di chi ti guida alla consapevolezza e questo si avverte da subito. In questo ciclo di conferenze, sparse in tutta italia, presenta il suo nuovo frutto: "Il miracolo della consapevolezza", stampato con le Edizioni Ricerche Evolutive e presente nelle migliori librerie italiane esoteriche e non. Un libro che tocca ogni genere di ricercatore perchè, come Hari dice: "Cercare non serve a nulla, ciò che cerchi è qui adesso". La presentazione del libro "ad occhi aperti" apre uno spazio a chi vuole conoscere le parole del libro più da vicino e a chi vuole vedere o non riesce, perchè Hari indica come aprire gli occhi dell'anima e iniziare il proprio cammino di riconnessione col presente.



IL TRISTE CREPUSCOLO DELLA CIVILTA' UMANA IL TRISTE CREPUSCOLO DELLA CIVILTA' UMANA data 09/10/2014

Alcuni scienziati sostengono che 250 anni fa ha avuto inizio una nuova era, l’Antropocene, in cui l’attività umana ha cominciato ad avere gravi effetti sull’ambiente Non è piacevole pensare a quello che passa per la mente della civetta di Minerva mentre cala il crepuscolo e deve interpretare l’era della civiltà umana, che probabilmente si avvicina alla sua ingloriosa fine. Quest’era è cominciata circa diecimila anni fa nella mezzaluna fertile, che si estendeva dalle terre comprese tra il Tigri e l’Eufrate attraverso la Fenicia, sulla costa orientale del Mediterraneo, fino alla valle del Nilo e da lì alla Grecia e oltre. Quello che succede oggi in questa regione è una dolorosa lezione su quanto una specie può cadere in basso. Negli ultimi anni la terra del Tigri e dell’Eufrate è stata teatro di indicibili orrori.



PICCO DI PRODUZIONE DI CARNE NEL MONDO PICCO DI PRODUZIONE DI CARNE NEL MONDO data 09/10/2014

L'Asia ha prodotto 131,5 milioni di tonnellate di carne, che rappresentano quasi il 43 per cento della produzione mondiale nel 2013. L'Europa è seconda (58,5 milioni di tonnellate), seguita dal Nord America (47,2 milioni di tonnellate) e Sud America (39,9 milioni di tonnellate). La Cina da sola ha rappresentato quasi la metà della produzione globale di carne suina nel 2013. Sono questi alcuni dei risultati che emergono dal report "Peak Meat Production Strains Land and Water Resources", pubblicato da poco dal Worldwatch Institute.



SE CAMBIA IL CLIMA TUTTO PUO' CAMBIARE SE CAMBIA IL CLIMA TUTTO PUO' CAMBIARE data 09/10/2014

L’ultimo libro di Naomi Klein rovescia il tavolo «verde». Perché l’ambiente non è più «una» questione tra le altre ma la chiave per uscire dalla dittatura del capitalismo di Beppe Caccia * Sono tra­scorsi quat­tor­dici anni dalla pub­bli­ca­zione di No Logo e sette anni da quella di Shock Eco­nomy. Non c’è biso­gno di sco­mo­dare la qab­ba­láh per pre­ve­dere che anche il nuovo libro di Naomi Klein, This chan­ges eve­ry­thing. Capi­ta­lism vs. the cli­mate (uscito il 16 set­tem­bre scorso per Simon & Schu­ster negli Stati Uniti e per Allen Lane in Gran Bre­ta­gna), lascerà il segno. Testo ricco di potenti esem­pli­fi­ca­zioni, tra vicende in larga misura sco­no­sciute al grande pub­blico e con­nes­sioni illu­mi­nate da un lavoro d’inchiesta in pro­fon­dità, durato oltre cin­que anni con la deci­siva col­la­bo­ra­zione di ricer­ca­tori quali Rajiv Sicora e Ale­xan­dra Tem­pus, ci pro­ietta nel cuore di quella che non può essere con­si­de­rata una «que­stione» tra le altre, nep­pure se fosse la più impor­tante, ma il «frame», la cor­nice, in cui inse­rirle tutte.



IL DECRETO SFASCIAITALIA DI RENZI IL DECRETO SFASCIAITALIA DI RENZI data 07/10/2014

Ci siamo. La minaccia più temuta è arrivata. E tocca a ciascuno di noi bloccarla, combatterla, e vincerla. È arrivato in questi giorni alla Camera il decreto SbloccaItalia, in realtà uno #SfasciaItalia, che minaccia con cinque grandi, enormi buchi neri l'Italia dei nostri sogni, l'Italia delle 5 Stelle: Ambiente, Acqua pubblica, Energie rinnovabili, Rifiuti Zero, Connettività. E invece nel decreto ci sono trivelle, inceneritori, inquinamento, appalti facili, cittadini scavalcati da un potere centrale, lobbies che decidono dove far colare il cemento: tutto questo tra poche settimane diventerà realtà con questo decreto-mostro.



LA LOGICA NELLA FOLLIA DELLA CATTIVA POLITICA LA LOGICA NELLA FOLLIA DELLA CATTIVA POLITICA data 07/10/2014

Incapaci perché intelligenti. Ignoranti perché saggi. Retorici perché ignoranti e incapaci. Le principali accuse che l'opinione pubblica rivolge alla classe politica hanno anche spiegazioni razionali. Che rivelano una malattia molto seria della democrazia italiana. E di molto difficile cura. di Guido Ortona [1] Se chiedete al cittadino italiano tipico cosa pensa del politico tipico ci sono buone probabilità che risponda che lo ritiene un ladro, un incapace, un ignorante e uno che dice solo vuote banalità[2]. La prima accusa è sovente ingenerosa e frutto di disinformazione e/o di indebita generalizzazione.



26-27-28 SETTEMBRE - THINK GREEN ECOFESTIVAL - ROMA 26-27-28 SETTEMBRE - THINK GREEN ECOFESTIVAL - ROMA data 26/09/2014

THINK GREEN Eco Festival nasce per portare l’ecologia al centro della città attraverso la diffusione di idee concrete per una città ecologica, per la diffusione della bioedilizia, della mobilità sostenibile, dell’agricoltura biologica, del consumo consapevole, delle energie alternative, dell’importanza del riuso e del riciclo e per l’esercizio pratico e creativo di riutilizzo di materiali nonché per sostenere un alto livello di qualità della vita. Stimolare la creazione di nuove reti e rafforzare quelle esistenti. Le tematiche di quest'anno: . Transition Town . Permacultura . Consumo consapevole . Architettura sostenibile e bioedilizia . Rifiuti e riciclo creativo . Genitori a impatto zero . Orti urbani e terre pubbliche



LA NARRAZIONE CHE NON C'E' LA NARRAZIONE CHE NON C'E' data 01/09/2014

A Manhattan, nella città di New York, la comunità cattolica (per lo più italiani, irlandesi e portoricani) che da sempre è molto attiva e parte integrante -come etnia culturale- del tessuto metropolitano, in questi giorni si è radunata spesso in quella che è la sede spirituale per eccellenza, la Cattedrale di San Patrizio, il patrono di Dublino, che si trova sulla Fifth Avenue, proprio nel cuore della città. A queste riunioni che, in verità, più di ogni altra cosa, sono diventate delle semplici assemblee cittadine (vi partecipa l'intero staff organizzativo di occupywallstreet) si dibatte ciò che i sociologi hanno definito "il primo gigantesco shock di massa dei cristiani dal 1550 a oggi". E' la prima volta nella Storia degli ultimi secoli che i cristiani, in Asia Minore (e nel Mare Mediterraneo) sono vittime di una feroce, criminale ondata di discriminazione etnica, pari soltanto a quella verificatasi negli anni'30 e '40 in Europa a danno degli ebrei ad opera del nazismo.



CASTELLI ROMANI 14-17 AGOSTO 2014<BR>FERRAGOSTO DI MEDITAZIONE RESIDENZIALE CON SRI PAPAJI CENTER CASTELLI ROMANI 14-17 AGOSTO 2014
FERRAGOSTO DI MEDITAZIONE RESIDENZIALE CON SRI PAPAJI CENTER
data 14/08/2014

CASTELLI ROMANI 14-17 AGOSTO 2014FERRAGOSTO DI MEDITAZIONE RESIDENZIALE CON SRI PAPAJI CENTERROMA, CASTELLI ROMANI, 14-17 AGOSTO 2014 FERRAGOSTO DI MEDITAZIONE RESIDENZIALE ORGANIZZATO DALLO SRI PAPAJI CENTER I Ritiri di Meditazione sono mirati ad offrire un'opportunità per esplorare le profondità del proprio essere al fine di realizzare la nostra vera natura, ciò che in verità siamo oltre il nome e la forma e sviluppare serenità, saggezza e compassione tramite la meditazione e le pratiche spirituali in un ambiente che sostiene tale obiettivo.

API IN FUGA DALLE CAMPAGNE API IN FUGA DALLE CAMPAGNE data 22/07/2014

Api in fuga dalle campagne. Si moltiplicano i casi di avvistamenti di sciami e aumenta la presenza di questi impollinatori tra le vie e i palazzi cittadini. Perché? “Perché ormai stanno meglio in città che in campagna“, spiega all’Adnkronos Francesco Panella, presidente dell’Unaapi, l’Unione nazionale associazioni apicoltori italiani. Colpa dell’agricoltura intensiva, per la quale “servirebbe l’etichetta ‘biocida’, proprio come sui pacchetti di sigarette”. Una pratica che, attraverso l’utilizzo di prodotti chimici, è tra le cause principali della moria delle api, proprio in quello che era il loro habitat naturale.



LAVORARE MENO, LAVORARE TUTTI LAVORARE MENO, LAVORARE TUTTI data 22/07/2014

La terza rivoluzione industriale che sta trasformando il mondo, quella dell´elettronica, a differenza delle prime due, quelle del vapore e dell´elettricità, distrugge più posti di lavoro di quanti non ne crea, soprattutto nei paesi industriali. Lo hanno scoperto da anni gli istituti di ricerca più seria e i paesi più attenti, che hanno reagito con politiche di redistribuzione del lavoro, riducendo le ore annue lavorate per persona, puntando sulla qualità di merci e servizi, il contrario di quanto fatto dai paesi meno attenti, tra cui Italia, Grecia, Spagna. The Death of the Distance, la morte delle distanza, secondo un felice prima pagina dell´Economist, significa che il costo di spostamento di merci ed informazioni è crollato a livelli tali che il prodotto fatto a Napoli è in concorrenza diretta con quello fatto a Pechino e che l´innovazione prodotta a Tokio in poche ore può essere realizzata a Milano.



RICICLO AL 70% ENTRO IL 2030 RICICLO AL 70% ENTRO IL 2030 data 22/07/2014

Riciclaggio del 70% dei rifiuti urbani e dell'80% dei rifiuti di imballaggio entro il 2030 e, a partire dal 2025, il divieto di collocare in discarica i rifiuti riciclabili. Questi i nuovi obietti proposti dalla Commissione Europea per ridurre l'impatto ambientale e le emissioni di gas a effetto serra nel vecchio continente. Viene proposto anche un impegno maggiore per la riduzione dei rifiuti marini e alimentari. Non si tratta solo di benefici ambientali, per Bruxelles le misure proposte “creerebbero 580 000 nuovi posti di lavoro, rendendo l'Europa più competitiva e riducendo la domanda di risorse scarse e costose”.



AL VIA FINALMENTE IL PROGETTO VenTO? AL VIA FINALMENTE IL PROGETTO VenTO? data 21/07/2014

Lungo il Reno c’è una cicloturistica. Lungo il Danubio pure. Lungo il Po no. Se ne parla da anni, ma non se ne è mai fatto nulla. Adesso c’è qualcosa di più concreto, un progetto del Politecnico di Milano, dal nome attraente: “Vento“. Che non è il vento, bensì l’acronimo di Venezia-Torino. La ciclopista che congiungerebbe le due città transitando sulle sponde del fiume padano. In parte utilizzando percorsi esistenti, in parte adeguando strutture già in loco, in parte solo realizzando ex novo. Infatti, Vento costerebbe solo ottanta milioni di euro. Ottanta milioni di euro per realizzare la più lunga ciclabile italiana ed una delle più lunghe d’Europa.



INAUGURATA A PALERMO NUOVA LINEA DI TRAM INAUGURATA A PALERMO NUOVA LINEA DI TRAM data 21/07/2014

La mobilità di Palermo tira un sospiro di sollievo. E' stata inaugurata oggi la prima delle tre linee di tram-metro della città, finora vera e propria capitale del traffico urbano. Nei giorni in cui si festeggia Santa Rosolia, patrona della città, il sindaco Leoluca Orlando ha tagliato il nastro della linea 1 che collegherà il centro della città con Roccella. Per il momento saranno in funzione 4 dei 5,5 chilometri complessivi della prima linea di tram. Entro il 2015 verranno completate tutte e tre le linee in progetto per un totale di 30 chilometri di rotaie installate con il relativo risparmio in termini di traffico, smog ed emissioni di CO2.



INAUGURATO ORTO URBANO NEL CUORE DI TORINO INAUGURATO ORTO URBANO NEL CUORE DI TORINO data 21/07/2014

In un precedente articolo l’avevamo annunciato ed ora eccolo qui: l’orto urbano nel cuore storico di Torino è stato inaugurato. È “Cascina Quadrilatero”, l’orto recuperato da un giardino abbandonato in piazza Emanuele Filiberto. L’area, che da anni era trascurata e ricoperta da erba incolta, ha riavuto nuova vita e, ancora una volta a Torino, diventa uno spazio comune da poter condividere. «Tutti potranno prendere la verdura che vorranno» – spiega Davide Almondo, uno degli organizzatori. E l’idea parte proprio da lui e dal suo collega Marco Migliardi che a Venaria Reale e Borgaro gestiscono Garden chef, una serie di orti in cui coltivano verdura e ortaggi che poi rivendono ai locali di ristorazione del luogo. L’idea torinese è un po’ diversa.



CONSIGLIO REGIONALE VOTA LEGGE AMMAZZA-FORESTE CONSIGLIO REGIONALE VOTA LEGGE AMMAZZA-FORESTE data 18/07/2014

È iniziato presso il Consiglio Regionale della Lombardia l’esame sul progetto di legge su foreste ed agricoltura, ribattezzato da un vasto movimento che va dal CAI a Legambiente la legge “ammazzaforeste”. Essa prevederà, se approvata, la modifica della precedente legge forestale regionale, dando di fatto la possibilità ai sindaci di autorizzare disboscamenti e manifestazioni con mezzi motorizzati su sentieri e mulattiere. Sono 621 mila gli ettari di suolo coperti da boschi e foreste in Lombardia: il 26% del territorio della nostra regione è rivestito da una coltre vegetale che svolge funzioni fondamentali per il benessere dei suoi cittadini, e non solo per godere di paesaggi in cui la natura è protagonista, ma anche per regolare il clima, offrire rifugio a flora e fauna selvatica, produrre aria pulita, prevenire frane ed alluvioni, disporre di materie prime, a partire dal legno, che le foreste in buone condizioni offrono se gestite con attente pratiche selvicolturali.



NIENTE FORESTE AI TRIVELLATORI IN PENNSYLVANIA NIENTE FORESTE AI TRIVELLATORI IN PENNSYLVANIA data 18/07/2014

Centinaia di manifestanti si sono riuniti questa settimana chiedendo al governatore Tom Corbett di imporre una tassa ai trivellatori per aumentare le entrate, invece di cedergli le foreste e i parchi naturali per espandere l’estrazione di gas naturale. Secondo i manifestanti, le risorse naturali non hanno prezzo, e il piano del governatore è un pessimo investimento a lungo termine. Il governatore Tom Corbett dice il leasing potrebbe generare 70 milioni dollari per contribuire a colmare il deficit di bilancio. "Penso che sia veramente stupido rovinare le foreste e parchi, per necessità di denaro", ha detto uno dei leader dei manifestanti, Wendi Taylor. "Saranno molto più preziosi in futuro."



  Pagine totali: 56 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 ]   pagina successiva

Invia le tue news ANNUNCI E PUBBLICITÀ FIORIGIALLI
Hai delle notizie interessanti?       Inviacele subito!       le migliori verranno pubblicate!

Mittente (e-mail)
Testo della news
 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Associazione | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli snc - Via Cassani 32 - 00046 Grottaferrata - P. Iva 07187871004

sviluppo e hosting: OLO - consulenti nel biologico