Il vero viaggio di scoperta non consiste
nel cercare nuove terre ma nell'avere nuovi occhi.

home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
UN ALTRO MONDO POSSIBILE
Creando una nuova Consapevolezza 
UN ALTRO MONDO  POSSIBILE
I FIORI DEL DOMANI
Tutti i fiori di tutti i domani
sono i semi di oggi e di ieri.

Proverbio cinese
Ancora un sogno
... Sì, è vero, io stesso sono vittima di sogni svaniti, di speranze rovinate, ma nonostante tutto voglio concludere dicendo che ho ancora dei sogni, perché so che nella vita non bisogna mai cedere.
Se perdete la speranza, perdete anche quella vitalità che rende degna la vita, quel coraggio di essere voi stessi, quella forza che vi fa continuare nonostante tutto.
Ecco perché io ho ancora un sogno...
Continua...
Varsavia
<b>Varsavia </b>







Hanno ucciso il ragazzo di vent'anni
l'hanno ucciso per rabbia o per paura
perché aveva negli occhi quell'aria sincera
perché era una forza futura
sulla piazza ho visto tanti fiori
calpestati e dispersi con furore
da chi usa la legge e si serve del bastone
e sugli altri ha pretese di padrone
Da chi usa la legge e si serve del bastone
e sugli altri ha pretese di padrone
Sull'altare c'è una madonna nera
ma è la mano del minatore bianco
che ha firmato cambiali alla fede di un mondo
sulla pelle di un popolo già stanco
Continua...

POTETE SOLO ESSERE LA RIVOLUZIONE
Ursula le Guin

Non abbiamo nulla se non la nostra libertà.
Non abbiamo nulla da darvi se non la vostra libertà.
Non abbiamo legge se non il singolo principio del mutuo appoggio tra individui.
Non abbiamo governo se non il singolo principio della libera associazione.
Non potete comprare la Rivoluzione.
Non potere fare la Rivoluzione.
Potete solo essere la Rivoluzione.
È nel vostro spirito, o non è in alcun luogo

da " The dispossessed" 1974
LA FINE DELLA VITA
é l'inizio della sopravvivenza

<b>LA FINE DELLA VITA<br> é l'inizio della sopravvivenza </b>





Come potete comperare
o vendere il cielo,
il calore della terra?
l'idea per noi é strana.
Se non possediamo
la freschezza dell'aria,
lo scintillio dell'acqua.
Come possiamo comperarli?
Continua...
I CREATIVI CULTURALI
<b>I CREATIVI CULTURALI</b>





L'altro modo di pensare
e vivere

Ervin Laszlo
Possiamo pensare in modi radicalmente nuovi circa i problemi che affrontiamo?
La storia ci dimostra che le persone possono pensare in modi molto differenti. C'erano, in Oriente e in Occidente, sia nel periodo classico, che nel Medio Evo ed anche nelle società moderne, concezioni molto diverse sulla società, sul mondo, sull'onore e sulla dignità. Ma ancora più straordinario è il fatto che anche persone moderne delle società contemporanee possano pensare in modi diversi. Questo è stato dimostrato da sondaggi di opinioni che hanno indagato su cosa i nostri contemporanei pensano di loro stessi, del mondo e di come vorrebbero vivere ed agire nel mondo.

Una recente indagine della popolazione americana ha dimostrato modi di pensare e di vivere molto differenti.
Questo è molto importante per il nostro comune futuro, poiché è molto più probabile che alcuni modi di pensare preparino il terreno per uno scenario positivo piuttosto che altri.
Questi sono stati i risultati principali:
Continua...
PIU’ LENTI, PIU’ PROFONDI, PIU’ DOLCI
<b>PIU’ LENTI, PIU’ PROFONDI, PIU’ DOLCI </b>





Alexander Langer


La domanda decisiva è: Come può risultare desiderabile una civiltà ecologicamente sostenibile?
Lentius, Profundis, Suavius”, al posto di ”Citius, Altius, Fortius”

La domanda decisiva quindi appare non tanto quella su cosa si deve fare o non fare, ma come suscitare motivazioni ed impulsi che rendano possibile la svolta verso una correzione di rotta.
La paura della della catastrofe, lo si è visto, non ha sinora generato questi impulsi in maniera sufficiente ed efficace, altrettanto si può dire delle leggi e dei controllo; e la stessa analisi scientifica
Continua...
CITTADINO DEL MONDO
<b>CITTADINO DEL MONDO</b> Graffito a Monaco






Il tuo Cristo è ebreo
e la tua democrazia è greca.
La tua scrittura è latina
e i tuoi numeri sono arabi.
La tua auto è giapponese
e il tuo caffè è brasiliano.
Il tuo orologio è svizzero
e il tuo walkman è coreano.
La tua pizza è italiana
e la tua camicia è hawaiana.
Le tue vacanze sono turche
tunisine o marocchine.
Cittadino del mondo,
non rimproverare il tuo vicino
di essere…. Straniero.
Il viaggiatore leggero
<b>Il viaggiatore leggero </b> Adriano Sofri
Introduzione al libro di Alex Langer, ed. Sellerio 1996

Alexander Langer è nato a Sterzing (Vipiteno-Bolzano) nel 1946, ed è morto suicida a Firenze, nel luglio del 1995.
Benché abbia dedicato la sua vita intera, fin dall'adolescenza, a un impegno sociale e civile, e abbia attraversato per questa le tappe più significative della militanza politica, da quella di ispirazione cristiana a quella dell'estremismo giovanile, dall'ecologista e pacifista dell'europeismo e alla solidarietà fra il nord, il sud e l'est del mondo, e sempre alle ragioni della convivenza e del rispetto per la natura e la vita, e benché abbia ricoperto cariche elettive e istituzionali, da quelle locali al Parlamento europeo, è molto difficile parlarne come di un uomo politico. O almeno, è del tutto raro che nella politica corrente si trovi anche una piccola parte dell'ispirazione intellettuale e morale che ha guidato la fatica di Langer. La politica professata, anche quando non è semplicemente sciocca e corrotta, non ha il tempo di guardare lontano, e imprigiona i suoi praticanti nella ruotine e nell'autoconservazione. Uno sguardo che
Continua...
MA CHE PIANETA MI HAI FATTO
MA CHE PIANETA MI HAI FATTO
di Beppe Grillo

Ma che pianeta mi hai fatto? Petrolio e carbone sono proibiti. Nei centri urbani non possono più circolare auto private. L'emissione di Co2 è punita con l'assistenza gratuita agli anziani. I tabaccai sono scomparsi, non fuma più nessuno. Non si trovano neppure le macchinette mangiasoldi nei bar. La più grande impresa del Paese produce biciclette. La plastica appartiene al passato, chi la usa di nascosto è denunciato all'Autorità per il Bene Comune e condannato ai lavori socialmente utili. Continua...
Versione Stampabile << torna indietro

ECCO A VOI LE ELEZIONI HORROR



di Marzio Aprile
 
A due settimane dal 4 marzo potremmo definire la situazione politica italiana come una scena horror. Ancora oggi, dopo sette decenni di fallimenti  si affrontano  culture politiche di destre e sinistre. Sono entrambe malconcie  ma si disputano ancora i resti di quella che fu, un tempo l’Italia. Come iene affamate lottano all’ultimo osso, incuranti dello strazio collettivo. Certo la democrazia rappresentativa è in crisi in gran parte dell’Occidente, ma in Italia essa raggiunge un apice di rara e tragica intensità, degna quindi del maggior esito drammatico.
 
Ecco a voi Berlusconi,  e se siete arcaici vi domanderete in sequenza: ma è ancora vivo?, ma è ancora libero per davvero? Ci sono ancora persone che lo seguono?
 
Falsamente avversato da Renzi che invece probabilmente si alleerà con lui e se siete ancora ingenui vi domanderete come mai sia ancora in circolazione dopo aver affermato perentoriamente che in caso di sconfitta al referendum si sarebbe definitivamente ritirato dalla politica e se siete maliziosi vi domanderete se anche lui sia effettivamente a piede libero. Salvini e Meloni si ostinano a sembrare autentici e sono lì a confondere: la loro funzione è costruire un  alibi alla mancanza di valori reali delle destre italiane: chi tra loro scamperà al Nulla? 

Poi la Bonino che dice che abbiamo bisogno di un milione e seicentomila stranieri, ogni anno per tanti anni, per ripopolare l’Italia: eccovi servito il funerale dei diritti civili. Il miglior modo per votare Renzi fingendo di fare altro. Ma la Bonino chi, quella degli aborti? Come cambiano le cose nel tempo!
 
E poi tra i piccoli, ecco i Verdi di Bonelli, alleati e portatori d’acqua di Renzi, a titolo quasi gratuito. Meriterebbero ormai un premio per la massima insignificanza: Bonelli è riuscito a realizzare uno dei più piccoli partiti verdi del pianeta nonostante i 20 milioni di euro di finanziamento pubblico incassati negli ultimi 18 anni, forse nonostante questo o forse proprio per questo.
 

RIMBORSI 2000-2017*
Il Popolo della Libertà 403.112.798
Partito Democratico 364.520.506
Forza Italia 281.919.258
Uniti nell'Ulivo 250.615.041
Lega Nord 144.891.186
Alleanza Nazionale 144.495.619
Unione di Centro 132.807.974
Democratici di sinistra 99.820.051
Rifondazione Comunista 79.744.994
Italia dei Valori 74.890.991
La Margherita 57.657.960
Casa della Libertà 50.775.542
Partito dei Comunisti Italiani 20.987.792
Verdi 20.610.780
Udeur 16.319.486
Scelta Civica 12.995.673
L'Unione 12.611.632
Sudtiroler Volkspartei 11.526.446
La Sinistra L'Arcobaleno 9.291.224
Sinistra Ecologia Libertà 9.178.185
* sono calcolate anche le rate ancora mancanti delle ultime elezioni
 
 
Nel 2008 scrivevo: a pochi giorni dalla ennesima scadenza elettorale, ci accingiamo per l’ennesima volta ad esprimere, come cittadini, un voto in una democrazia dalle regole falsate da un ceto politico complessivo che tutto dimostra fuorché qualità e capacità positive per il bene della società. Il gioco politico è pervertito e produce una finzione di democrazia che è in realtà una truffa elettorale ed una illusione esistenziale. 
 
(…) entrambi gli schieramenti, sia di destra che di sinistra, con le loro varianti di centro sono fasulli, cioè finti. Cioè sono finti da un punto di vista politico autentico e terribilmente veri come forma di associazione degenerata a delinquere anche oltre la volontà di alcuni dei loro sostenitori più o meno ingenui.

La casta politica è succube di lobbies economiche, stati esteri, multinazionali e delle proprie stesse clientele Non ha tempo ed energia per affrontare o risolvere i problemi della comunità, persegue”i propri interessi”. E’ diventata polo attrattivo per la parte peggiore della società.

Un altro caso di eterogenesi dei fini: coloro che dovrebbero provvedere al governo della collettività sono in realtà la sua rovina.

La formazione del politico di professione, quando non è importazione diretta della criminalità organizzata, segue il percorso della costruzione di una identità politico-culturale e poi con il farsi professione questa identità inizia a trasformarsi prima in utilità del suo schieramento ed infine si perverte in utilità personale. E’ l’emblema della scomparsa di moralità nelle nostre società.
 
E’ successo qualcosa di peculiare ed unico nella storia delle nostre società del benessere, sia le classi dirigenti che le classi dominate sono diventate per in parte consistente gruppi di malaffare: domina incontrastata l’incapacità di riconoscere e costruire il bene comune ed ancora ciò è tipico delle società in declino irreversibile come fu il caso dei tempi della caduta dell’impero romano.

 
Eccoci dunque al gran finale, forse in una o due battute ancora. Una coalizione di destra unita solo da un banale tornaconto intorno ad un Berlusconi prossimo alla fine ma tuttavia per il potere ora redivivo che si accinge però in realtà a sostenere un governo Pd (o viceversa).  Dietro la loro ombra sembrano muoversi ma forse incalzano due organizzazioni della destra estrema.
 
Idem per una più malconcia coalizione di sinistra in cui accanto al pervertito Pd vi sono solo sigle ormai inesistenti: i Verdi fasulli di Bonelli, una Italia dei Valori smarrita  ed un esoterico partito socialista (la cui esistenza è circondata di mistero). Non poteva mancare l’icona di Emma Bonino a rappresentare il sacrificio dei defunti diritti civili alla corte dell’inciucio.

Accanto, come parenti serpenti i regnanti spodestati di Liberi e Uguali, cartello di fuoriusciti e falliti che ha per unico scopo di affossare la dirigenza renziana e se fosse possibile prenderne il posto, altrimenti spartire il potere di sottobosco del centrosinistra: una piccola folla di personaggi politici mediocri e senza fantasia. Indistinguibili tra essi il peggiore e il migliore giacchè il peggiore era già passato al PD e si chiamava Migliore.  Dietro la loro ombra sembrano muoversi due organizzazioni della sinistra estrema (ma è solo un effetto ottico).
 
A tutto ciò si contrappone l’unica novità politica genuina degli ultimi 30 anni. Il Movimento 5Stelle, che spera di bypassare il doppio  schieramento partitocratico.
 
I 5Stelle hanno tanta buona volontà e sono seguiti da un terzo della popolazione eppur hanno progetto ed organizzazione ancora incerta, un talento giovane ed una esperienza relativa. Nel contempo tutti i difetti di un insieme ancora approssimativo e sin troppo umano. Sanno dai sondaggi che non vinceranno ma vi andranno assai vicino: volenti o nolenti dovranno evolvere rapidamente nel futuro prossimo, pena affrontare le dinamiche implosive di ogni promessa mancata. Sono ormai passati per loro 10 anni del progetto e 5 di parlamento. Vanno votati nonostante i loro difetti: rispetto alle rogne di tutti gli altri, rappresentano una possibilità storica che forse gli italiani non meritano più.
 
Perché occorre ricordare che al peggio non vi è fine e l’astensione elettorale non riesce a divenire fine del peggio ma si accompagna al peggio della fine.
 
Cosa altro dire? Sono tutte scene horror delle Elezioni della Confusione.
e cosa ancora aggiungere? come nel 2008 ….
 
Dopo 50 anni alcuni milioni di voti si sono sottratti alla costruzione di una realtà fittizia ed alla malia dell’inganno. Si sono eclissati dal regno dell’illusione e sono entrati nell’unico ambito in cui la fantasia non è dannosa ma possibile generatrice di nuove realtà, sono passati cioè dalla parte del sogno.

Nel loro ritrarsi da una politica avvelenata sono diventati puri e soffici, testimonianze militanti di integrità altrimenti impossibili. Passati per catarsi dalla parte del sogno sono ora nel mondo vasto e potente delle favole.  E milioni di principesse attendono il loro bacio.

il castello è vuoto senza di loro, inchiodato alle sue responsabilità e popolato da ombre. 
Animatori di sinistri presagi, corvi gracchianti cercano di controllare i loro sogni ma ora le principesse dormienti si intrattengono con i fiorigialli.
 
Ai margini del bosco incantato si avvicinano diversi pretendenti ma ... nulla sarà possibile se non con la dirittura di una
purezza integra e redentrice.


Ancora nel 2009 scrivevo: L’Italia di Al Papone continua a cantare canzoni napoletane, i rifiuti danzano tra le puttane, la nazione è in svendita, chi comanda è corrotto, parte delle acque e delle terre italiane sono ormai inquinate, un intero popolo votato ai tumori ed alle malattie croniche si compiace da furbo animale e da umano stolto ad ogni bugia, quasi pronto e ormai prossimo al massacro. 
Un Italia ancora di avanguardia a cui spetta purtroppo il primato di edificare la forma più completa della decadenza moderna e materialistica. La crisi americana fa un baffo al celamento italico della realtà. Ma è così solo in Italia?, no, ma noi siamo più bravi. Il Bel Paese delle Balle.

Questo il destino tracciato se non vi sarà la capacità acrobatica di attuare una autentica rivoluzione democratica, il rinnovo totale di tutte le classi dirigenti, la coscienza della cittadinanza, il ritorno alla legalità, l’emersione di una nuova cultura che togliendoci da questo nulla illusoriamente pieno di cose, ricrei un nostro posto nella natura, nel sociale, nel nostro cuore, un futuro come un amore poichè anche nella vita politica si riflette la condizione spirituale di un popolo.


Auguri comunque per un’altra primavera, a noi ci ha sempre salvato il sole, regalandoci ugualmente i suoi sorrisi e ricordandoci di reclamare il cielo.

Oggi vi auguro Buona Fortuna!

Marzio Aprile
Lisbona, 20-02-2018
 
FioriGialli © Tutti i diritti riservati.
E' fatto divieto di pubblicazione sia totale che parziale in altra sede senza una ns. specifica autorizzazione. I trasgressori saranno perseguiti a norma di legge.


Scrivi un commento
lascia la tua opinione.

nome


e-mail(obbligatoria, ma non verrà pubblicata)


sito (facoltativo)


testo del commento




Redazione
 Ricerca nel Dossier
 Menu
Home di questo Dossier
Elenco principale Dossier
Consiglia il Dossier
 Argomenti
Globalizzazione ed economie
Culture e globalizzazione
Identità e diritti globali
Media e informazione
Oppressione emarginazione
Pace e Guerra
Politica e Spiritualità
Ecologia profonda
Libri Consigliati
Iniziative e incontri
SPECIALE MEDIORIENTE
LIBRERIA FIORIGIALLI
consulta i libri in:


Ambiente e territorio 
Ecologia /Ecologismo
Scienze olistiche
Altre economie
Politica e società 
Globalizzazione 
Nonviolenza


per acquisti on line e per
approfondire gli argomenti
di questo DOSSIER,  la più
ampia scelta ed i migliori
libri con sconti e offerte
eccezionali !
ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail

 News
VERSO IL GREEN PASS OBBLIGATORIO
FIORIGIALLI RIPRENDE LA PUBBLICAZIONE DI EVENTI NEWS ED ARTICOLI
08 - 10 MARZO 2019 MILANO - FAI LA COSA GIUSTA - XVI EDIZIONE
01 MARZO 2019 LUCCA - CONFERENZA PIANO DI STUDI DELLA SCUOLA WALDORF
09 MARZO 2019 MILANO - INCONTRO COME SOPRAVVIVERE IN UNA ERA DIGITALE
15 MARZO 2019 BATTAGLIA TERME (PD) - DOCUMENTARIO UNA POPOLAZIONE FUORI DAL GREGGE
12 - 14 MARZO 2019 LONDRA - PARTECIPAZIONE COLLETTIVA ALLA LONDON BOOK FAIR 2019
APPROVATA GRAZIE AL MOVIMENTO 5 STELLE PRIMA SERIA LEGGE ANTICORRUZIONE
INFORMAZIONE: IL GRATUITO HA UN PREZZO ALTISSIMO - LA TESI DI M. GABANELLI
APPELLO DI LEADERS FOR PEACE
 Link
Club di Budapest
Amnesty International
Carta
Emergency
Rete Lilliput
Botteghe del Mondo
MegaChip
Peacelink
Vita
Medici senza Frontiere
Report
Re Nudo
TransFair
Indiani d'America
Forum Terzo Settore
Lunaria
Albero della Vita
Exodus Fondazione Onlus
OltreTutto
Indymedia
goodnews
Reopen 9 11
Reclaim the street
Assefa Italia Ong
Aamterranuova
Beppe Grillo Blog
Dario Fo e Franca Rame
Il Salvagente
NEXUS
Survival
Peace Reporters
Disinformazione
Mondi Vicini - RTSI
IPS Inter Press Service
Love difference
Deep Ecology Foundation
Natural Spirit
Alexander Langer Fondazione
Ecologia Profonda
Assopace
Libera
Scuola Waldorf Sagrado
acquahomoterracielo.blogspot.com
17-19 MAGGIO 2013 FIRENZE
 Consiglia il Dossier
Tua e-mail E-mail destinatario Testo







 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli è un marchio Il Libraio delle Stelle - Via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri
P. Iva 00204351001- email: [email protected] - tel 06 9639055

sviluppo e hosting: 3ml.it