Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono sempre molto sicuri,
mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi. (B. Russell)

home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
     News
Ricerca libera
cerca
anno:
mese:
 

Calendario eventi
dal mese
dall'anno
 

piemonte e val d'aosta lombardia trentino alto adige veneto friuli emilia romagna liguria toscana marche umbria lazio Abbruzzo e molise abbruzzo e Molise campania puglia basilicata calabria sicilia sardegna
BOLOGNA   FIRENZE   MILANO   ROMA   INTERNAZIONALI  


ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail


Argomenti
Notizie & News
Corsi e Seminari
Viaggi & Vacanze
Convegni - Incontri
Fiere e Mercati
Concerti
Spettacoli
Associazioni e Scuole
Aziende e Negozi
Agriturismi
Mondo Biologico
Medicina Naturale
Ecologia & Ambiente
Società e Solidarietà
Ricerca Spirituale
Yoga
Energie Rinnovabili
Bioedilizia
Vivere Insieme
Cerco/Offro
Segnalazioni
Terapie Olistiche
Cerca per area geografica
ABRUZZO E MOLISE
BASILICATA
CALABRIA
CAMPANIA
EMILIA ROMAGNA
FRIULI
LAZIO
LIGURIA
LOMBARDIA
MARCHE
PIEMONTE E VAL D'AOSTA
PUGLIA
SARDEGNA
SICILIA
TOSCANA
TRENTINO-ALTO ADIGE
UMBRIA
VENETO
BOLOGNA
FIRENZE
MILANO
ROMA
INTERNAZIONALI
Archivio Dossier
<< torna indietro     nella localit&arave;: MARCHE     argomento: Notizie & News del: 25/06/2010
News: NUCLEARE: IL NO DELLE REGIONI NON BASTA
ORA UNA NUOVA PROPOSTA DI LEGGE

La Corte Costituzionale ha respinto i ricorsi sollevati da 10 Regioni sulla legge delega n. 99 del 2009, dichiarandoli in parte infondati e in parte inammissibili. Toscana, Umbria, Liguria, Puglia, Basilicata, Lazio, Calabria, Marche, Emilia Romagna e Molise (il Piemonte si è ritirato dopo l’elezione alla presidenza del leghista Cota) contestavano il conferimento al Governo della delega per la riapertura degli impianti nucleari in Italia, in particolare l'assenza di raccordo con le singole Regioni sulla scelta dei siti delle centrali e la procedura che prevede un'autorizzazione unica sulle tipologie di impianti.

Ora si attendono le motivazioni della sentenza, per capire quali siano le competenze che la Consulta ha ritenuto prevalenti: la tutela dell'ambiente e della salute sono infatti di competenza statale, mentre ricadono sulle Regioni i temi dell'energia e del governo del territorio. Resta il fatto che ora è caduto l'ultimo ostacolo di rilievo ad ritorno del nucleare in Italia. Il prossimo passo sarà quello dell'individuazione dei siti idonei, per il quale sembra ci saranno da attendere 3 anni, e per i quali ci sarà la possibilità di dichiarare, unilateralmente, i siti aree di interesse strategico nazionale, soggette a speciali forme di vigilanza e di protezione.

Fonte: Ansa

Scrivi un commento
lascia la tua opinione.

nome


e-mail(obbligatoria, ma non verrà pubblicata)


sito (facoltativo)


testo del commento




 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli è un marchio Il Libraio delle Stelle - Via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri
P. Iva 00204351001- email: [email protected] - tel 06 9639055

sviluppo e hosting: 3ml.it