Là dove é il tuo amore, un giorno sarai anche tu

home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
     edizioni
home chi siamo catalogo novità in preparazione offerte distributori foreign rights pubblica con noi eventi newsletter contatti
cerca  

Info
rilegatura: brossura
formato: 15 x 21 cm.
pagine: 144
ISBN: 978-88-6118-004-8
Editore: FioriGialli edizioni
Anno di pubblicazione: settembre 2006
Euro: 14.50
Approfondimenti
Prefazione di Satish Kumar
Indice
Sull'Educazione
Sulla Politica
Sulla Giustizia
Sulla Pace
Sulla Coscienza spirituale
Comunicato Stampa
Altri libri consigliati
Mahatma Gandhi:
il Profeta dell'Età dell'Acquario
Tu sei quindi io sono
Il Cammino è la Meta
Il sogno della non violenza
Notizie sull'autore
Cenni biografici
Altri libri di Vinoba Bhave

STAMPA
Sulla Politica << torna indietro
‘Sarvodaya’ significa libertà dal governo, e implica la decentralizzazione del potere. Noi vogliamo eliminare il governo dei politici, e sostituirlo con il governo del popolo: il governo basato sull’amore, sulla compassione e sull’uguaglianza, dove le decisioni non sono prese da una maggioranza, ma da un consenso unanime.

In questo governo le decisioni sono accolte grazie alla cooperazione di individui ordinari. Soltanto in tale circostanza, potremo stabilire Sarvodaya, ‘l’elevazione di tutti’. Potremo farlo soltanto con la nonviolenza.

L’India ostenta l’emblema Asoka dei quattro leoni. Questo emblema è un simbolo di nonviolenza. Le mucche e le pecore pascolano insieme, perché sono timorose. Non vi è coraggio in un gregge di pecore (le pecore non sono nonviolente; sono soltanto timide). Il leone ha coraggio, è il signore della giungla, ma il segno del suo predominio è un abbondante consumo di creature subordinate! Il leone è un essere impavido e violento; essendo violento, è solitario.

Asoka riunì i quattro leoni, e creò un nuovo tipo di leone – coraggioso, ma anche dotato della capacità di provare affetto. Le pecore tendono ad aggregarsi, ma non hanno coraggio; i leoni hanno coraggio, ma non provano amore. Quando coraggio e amore si fondono, abbiamo la nonviolenza. La forza della nonviolenza risiede in questo connubio.

Noi vogliamo che le persone manifestino il coraggio del leone, pur non vivendo isolate come i leoni; noi vogliamo vivere insieme. Questa è la vera rivoluzione.
 
Le più potenti istituzioni del mondo appartengono a due categorie: religiose e governative. Al tempo in cui furono formate, la società le considerava utili, essenziali. Oggi, è necessario che la società elimini entrambe le istituzioni.

Non voglio dire che dovremmo eliminare la religione; dovremmo piuttosto liberarci delle istituzioni religiose. Non voglio dire nemmeno che non debbano esistere provvedimenti adeguati, a favorire il benessere pubblico; dovremmo piuttosto liberarci delle istituzioni che, in nome del servizio, esercitano autorità sul popolo...
torna su^