Oggi non è più chiamata schiavitù,
è chiamata libero mercato
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Associazione | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
     News
Ricerca libera
cerca
anno:
mese:
 

Calendario eventi
dal mese
dall'anno
 

piemonte e val d'aosta lombardia trentino alto adige veneto friuli emilia romagna liguria toscana marche umbria lazio Abbruzzo e molise abbruzzo e Molise campania puglia basilicata calabria sicilia sardegna
BOLOGNA   FIRENZE   MILANO   ROMA   INTERNAZIONALI  


ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail


Argomenti
NOTIZIE ED EVENTI
CORSI E SEMINARI
VIAGGI & VACANZE
CONVEGNI - INCONTRI
FIERE E MERCATINI
CONCERTI
MOSTRE D'ARTE
SPETTACOLI
ASSOCIAZIONI E SCUOLE
AZIENDE E NEGOZI
AGRITURISMI
MONDO BIOLOGICO
MEDICINA NATURALE
ECOLOGIA E AMBIENTE
SOCIETA' E SOLIDARIETA'
RICERCA SPIRITUALE
YOGA
ENERGIE RINNOVABILI
BIOEDILIZIA
VIVERE INSIEME
CERCO/OFFRO
SEGNALAZIONI
Cerca per area geografica
ABRUZZO E MOLISE
BASILICATA
CALABRIA
CAMPANIA
EMILIA ROMAGNA
FRIULI
LAZIO
LIGURIA
LOMBARDIA
MARCHE
PIEMONTE E VAL D'AOSTA
PUGLIA
SARDEGNA
SICILIA
TOSCANA
TRENTINO-ALTO ADIGE
UMBRIA
VENETO
BOLOGNA
FIRENZE
MILANO
ROMA
INTERNAZIONALI
Archivio Dossier
<< torna indietroArgomento NEWS: NOTIZIE ED EVENTI 5575 News in archivio
pagina precedente   Pagine totali: 31 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 ]   pagina successiva
PERU': ALLA POLIZIA LICENZA DI UCCIDERE PERU': ALLA POLIZIA LICENZA DI UCCIDERE data 18/07/2014

Sono passati cinque anni da quando nel nord del Perù è stata repressa in maniera violenta una protesta pacifica degli indigeni Awajùn e Wampis contro alcune leggi che avrebbero facilitato lo sfruttamento delle risorse naturali nei loro territori da parte delle compagnie estrattive. Leggi che rispondevano alle disposizioni introdotte dall'accordo di libero commercio tra Stati Uniti e il Paese andino. Gli indigeni avevano bloccato un'autostrada vicino alla città di Bagua ma, nonostante un accordo preso con la polizia secondo cui il sit in si sarebbe esaurito nello spazio di alcune ore, le stesse forze dell'ordine hanno attaccato gli indigeni, sparandogli contro. Una scintilla che ha scatenato una vera e propria “battaglia”, con 20 morti (10 poliziotti e 10 dimostranti), oltre 200 feriti (80 centrati da pallottole).



RICHIAMI ILLEGALI RICHIAMI ILLEGALI data 18/07/2014

In Italia ogni anno decine di migliaia di uccelli migratori vengono mutilati, accecati e segregati in micro-celle legalmente per farne esche vive per la caccia. “La cattura dei piccoli uccelli è vietata dalla direttiva Comunitaria, ma che l’Italia ha continuato a catturare oltre 1 milione di merli, allodole, tordi” spiega Mamone Capria, di Lipu-BirdLife. I richiami vivi sono piccoli uccelli migratori la cui esistenza di natura, viaggio e libertà viene bruscamente interrotta da una rete che li cattura e da una gabbia di pochi centimetri che li tiene prigionieri per tutta la vita. Un abominio, contro natura e contro le regole del buon senso, che ha spinto 50mila italiani a firmare in poche settimane la petizione della Lipu e successivamente centinaia di migliaia di persone ad aderire alla richiesta di abolizione.



TURCHIA: 125 ETTARI DI BOSCO MEDITERRANEO IN FUMO TURCHIA: 125 ETTARI DI BOSCO MEDITERRANEO IN FUMO data 18/07/2014

Un enorme incendio appiccato il 28 nei pressi di Adrasan Bay, nella provincia meridionale del distretto Kumluca di Antalya, in Turchia, ha completamente distrutto 125 ettari di foreste. La Adrasan Bay è rinomata per le sue spiagge, e le fiamme hanno colpito anche l’area turistica, distruggendo quattro alberghi, un ristorante e un negozio. I vigili del fuoco spediti verso la zona - supportati da squadre provenienti dalle province limitrofe di circostanti - solo a malapena riusciti a controllare l’incendio prevenendone l’ulteriore espansione. S’econdo i funzionari, l’incendio è stato probabilmente innescato da braci di barbecue. Molti hotel di Adrasan sono stati evacuatie durante l'incendio, e l'esplosione delle bombole di gas in un ristorante incendiato ha causato il panico.



UNESCO: SI ALLE FORESTE PROTETTE UNESCO: SI ALLE FORESTE PROTETTE data 18/07/2014

Il Comitato del patrimonio mondiale dell'Unesco ha respinto la richiesta del governo liberale di Tony Abbott di togliere il prestigioso status di "patrimonio dell'umanità"alle foreste della Tasmania. La riunione del comitato tenuti a Doha ha impiagato appena solo sette minuti per esaminare e bocciare la proposta. Nessun paese membro si è espresso in favore dell'offerta di depennare dall'elenco 74,00 ettari di foresta, proposta che secondo l'Unesco indebolirebbe la Tasmanian Wilderness Mondiale Heritage Area. La Colombia e la Germania hanno sostenuto il rifiuto della proposta, e il delegato del Portogallo ha insistito sul rischio dei un indebolimento dello stesso sistema del Patrimonio Mondiale.



VISIONE GLOBALE SULLA CARTA PER UN MONDO SOSTENIBILE VISIONE GLOBALE SULLA CARTA PER UN MONDO SOSTENIBILE data 18/07/2014

La carta viene ancora prodotta distruggendo preziosi ecosistemi, eppure potrebbe essere un prodotto ecologico e pienamente sostenibile. Come? Lo spiegano le associazioni ambientaliste di tutto il mondo, con la Visione Globale sulla Carta, un documento sottoscritto da oltre 120 gruppi, tra cui gli italiani WWF, Greenpeace, Terra!, Legambiente e Amici della Terra. “Siamo orgogliosi di svelare una nuova e potente Visione globale frutto di una miriade di voci, che sfida l'industria cartaria indicando pratiche più sostenibili” sostiene il comunicato stamp della rete Environmental Paper Network (EPN). http://www.environmentalpaper.eu/2014/06/17/our-new-global-paper-vision/



IL CASO MARIA GRAZIA BIAGINI IL CASO MARIA GRAZIA BIAGINI data 26/05/2014

Maria Grazia Biagini, ostetrica libera professionista, è stata sospesa per sei mesi dall'attività professionale, dal Collegio interprovinciale di Pisa Massa Carrara Livorno, suo collegio di appartenenza. La Commissione Centrale per gli Esercenti la professione sanitaria, avendo rigettato il suo ricorso, ha reso esecutiva la sanzione dal 28 aprile 2014. L'accusa è quella di aver violato il codice deontologico delle ostetriche, avendo contribuito alla formazione di figure di sostegno al percorso nascita quali le doule (definite in quella sede come “persone che possono creare danno alla salute della donna e del bambino”). Ne approfittiamo per segnalare che il codice deontologico delle ostetriche italiane prevede, tra le altre cose, che l'ostetrica contribuisca alla formazione di personale di supporto (art. 2.4).



ECCO LE RIFORME TARGATE 5 STELLE ECCO LE RIFORME TARGATE 5 STELLE data 15/05/2014

ECCO LE RIFORME TARGATE 5 STELLE

Quando man­cano ormai poco più di due set­ti­mane al voto il M5S pre­senta tre riforme che defi­ni­sce «essen­ziali» una delle quali, quella elet­to­rale, frutto delle pro­po­ste avan­zate dalla rete al ter­mine di un per­corso fatto di discus­sioni e otto vota­zioni alle quali hanno par­te­ci­pato in media 30 mila atti­vi­sti. Il risul­tato è un testo che pre­vede un sistema pro­por­zio­nale , col­legi inter­medi, voto di pre­fe­renza disgiunto e una soglia di sbar­ra­mento al 5%. Novità asso­luta: la pos­si­bi­lità per l’elettore di espri­mere una pre­fe­renza nega­tiva nei con­fronti di un can­di­dato rite­nuto ina­de­guato. E’ la ricetta gril­lina per un par­la­mento pulito. E’ pos­si­bile espri­mere fino a due pre­fe­renze nega­tive, che deter­mi­ne­ranno la pena­liz­za­zione di un decimo (o di due decimi) del voto espresso per la lista. I seggi che ognuna delle 42 cir­co­scri­zioni potrà espri­mere sono in pro­por­zione all’ampiezza della cir­co­scri­zione stessa.



L'ENERGIA NUCLEARE COSTA IL DOPPIO DI QUELLA EOLICA E FOTOVOLTAICA L'ENERGIA NUCLEARE COSTA IL DOPPIO DI QUELLA EOLICA E FOTOVOLTAICA data 15/05/2014

Il governo guidato dalla cancelliera Angela Merkel ha proposto recentemente un progetto di legge che mira a ridurre gli incentivi alle fonti rinnovabili – che deve avere l’avallo del Bundestag, la Camera bassa del parlamento tedesco -, con il duplice obiettivo di tenere sotto controllo l’aumento dei prezzi dell’energia elettrica e investire nell’ammodernamento della rete di distribuzione. Questa decisione tuttavia non significa per la Germania abbandonare la sua strategia energetica che punta a raggiungere con le fonti rinnovabili il 40-45% del totale della produzione elettrica entro il 2025 e il 55-60% entro il 2035, con la prospettiva di chiudere definitivamente la produzione da fonte nucleare entro il 2022.



LA CINA ACQUISTA ANIMALI MINACCIATI LA CINA ACQUISTA ANIMALI MINACCIATI data 15/05/2014

Secondo il West Kalimantan Orangutan Conservation Forum (FKOKB), la Cina è il principale acquirente di animali indonesiani in via di estinzione." Questi animali sono considerati potenti afrodisiaci", ha detto Alberto Tjiu, presidente del gruppo. I becchi dei buceri, le pinne di squalo e altre parti di animali sono state cacciate per migliaia di anni. Nel secolo scorso, in Kalimantan occidentale (in Borneo) vivevano ancora rinoceronti e elefanti, ma sono stati cacciati fino all'estinzione. Ora la loro caccia è vietata, ma parti di animali protetti vengono ancora ri-esportate da Laos , Myanmar, Malesia, Singapore, Tailandia e Vietnam, nascoste in container o in valige di passeggeri, spesso coperte da documentazione di viaggio falsificata.



LA SCUOLA NELLA FATTORIA LA SCUOLA NELLA FATTORIA data 15/05/2014

La Rinnovata Pizzigoni, nasce per volontà di Giuseppina Pizzigoni (1870-1947), una maestra unica che seppe rendere questa scuola veramente “speciale”. Ce lo racconta meglio la preside, Giovanna Mezzatesta: «Questa è una scuola un po’ diversa dalle altre scuole primarie di Milano. Rispetto alle altre c’è molto più spazio all’aperto: abbiamo venticinque classi ed è raro che si trovino tutte venticinque in aula. Molto spesso infatti le classi fanno lezione fuori. Per esempio, qui un’attività che viene fatta svolgere agli alunni è quella della coltivazione delle piante: durante l’uscita per questa attività, in contemporanea gli alunni imparano l’italiano. I temi e le relazioni in questa materia, li fanno su argomenti come le piante o gli animali di cui si occupano all’esterno dell’edificio, negli ampi spazi della scuola.



GRANDE SUCCESSO DELLA CAMPAGNA SULLA ASIA PULP&PAPER GRANDE SUCCESSO DELLA CAMPAGNA SULLA ASIA PULP&PAPER data 29/04/2014

GRANDE SUCCESSO DELLA CAMPAGNA SULLA ASIA PULP&PAPER

Pieno successo ambientalista nella campagna sulla Asia Pulp & Paper: la cartiera si impegna a proteggere un milione di ettari id foreste. Con un impegno a restaurare o a compensare un’area di foreste vasta quanto le sue piantagioni, la Asia Pulp and Paper (APP) volta pagina e chiude la lunga storia di deforestazione e conflitti sociali in Indonesia. Il piano per ripristinare e conservare un milione di ettari di foresta pluviale in l’Indonesia, assieme alle associazioni della società civile è stato annunciato questa mattina a Giakarta. Dopo 30 anni di attività, a febbraio 2013 APP aveva annunciato una nuova “policy di conservazione forestale”.



GOLPE A BRUXELLES DEI COLOSSI DELL'ENERGIA FOSSILE GOLPE A BRUXELLES DEI COLOSSI DELL'ENERGIA FOSSILE data 23/04/2014

GOLPE A BRUXELLES DEI COLOSSI DELL'ENERGIA FOSSILE

Povero Renè! Mi riferisco qui al pittore belga Renè Magritte geniale artista europeo, tra i miei preferiti in assoluto. Se sapesse che cosa gli hanno fatto! A Bruxelles, infatti, città in cui è nato e vissuto, hanno aperto qualche anno fa il Museo Magritte, dedicato alla sua prolifica attività. L'edificio comprende, oltre alle sale di esposizione, archivi, biblioteca, anche una grande sala di riunioni che ospita cenacoli a pagamento di enti, istituzioni, gruppi istituzionali riconosciuti. In questa sede si sono riuniti i responsabili rappresentanti gli interessi delle grandi corporation planetarie dell'energia, del carbone, del cemento e del petrolio e hanno messo in piedi la più potente lobby europea in assoluto, da allora nota come "il gruppo Magritte".



NOI SENZA CASA CON UN PALAZZO VUOTO NOI SENZA CASA CON UN PALAZZO VUOTO data 23/04/2014

NOI SENZA CASA CON UN PALAZZO VUOTO

Vali­gie, sac­chi pieni di vestiti uno sull’altro, mate­rassi all’ombra dei pochi alberi, facce stan­che ma non ras­se­gnate. Da ieri mat­tina le 198 fami­glie sgom­be­rate vio­len­te­mente dal palazzo che ave­vano occu­pato alla Mon­ta­gnola, zona sud est della Capi­tale, si sono sta­bi­lite nella sede dell’VIII muni­ci­pio. «Per due notti abbiamo dor­mito den­tro, poi sta­mat­tina ci hanno sbat­tuto fuori e hanno fatto la disin­fe­sta­zione — rac­conta una ragazza di 17 anni seduta con le ami­che nel giar­dino -. Ma da qua non ce ne andiamo. Come can­tiamo durante le mani­fe­sta­zioni: lotta dura casa sicura». La gio­vane non c’era durante lo sgom­bero, era a scuola ma Raul si, ori­gini cubane, 22 anni, aveva occu­pato con la sua fami­glia com­po­sta da sei per­sone, tra cui due bam­bini.



FUORI LA MAFIA DALLO STATO FUORI LA MAFIA DALLO STATO data 13/04/2014

Incredibile e assolutamente vergogna senza appello per il PD che sta votando al Senato la riduzione delle pene comminate ai politici che intrecciano rapporti con la mafia(così che di fatto non ci siano pene da scontare in carcere per i politici colpevoli).Il Movimento 5Stelle invita i cittadini a inviare una mail ai deputati e senatori del PD.

L’articolo 416-ter del codice penale riguarda lo scambio elettorale politico-mafioso. A gennaio, grazie al M5S, il Senato finalmente ha sancito che il politico che si mette a disposizione del mafioso in cambio di voti è punibile con la reclusione da 7 a 12 anni. Il PD votò con noi! Nel successivo passaggio alla Camera, tuttavia, le pene sono state ridotti del 40%, non assicurando più il carcere e l’interdizione dai pubblici uffici. Ora il Movimento 5 Stelle sta lottando al Senato perché le pene originarie vengano reintrodotte. I Senatori del Pd di Renzi, gli stessi che a gennaio votarono con noi, ora inspiegabilmente vogliono confermare l’abbattimento delle pene. Non c’è molto tempo: martedì 15 l’emendamento dei Cinque Stelle che ripristina le pene originarie verrà votato al Senato. Aiutaci a chiedere con forza al PD un atto di coerenza e di dignità. Invia una email a tutti i senatori del Pd che a gennaio votarono insieme a noi, perché martedì confermino quello che solo tre mesi fa pareva loro giusto e sacrosanto. Dicano a tutti gli italiani, con il loro voto, se stanno dalla parte della mafia o di chi la combatte.

per inviare la mail andare a questo link: http://www.fuorilamafiadallostato.org/

REGALO A CHI INQUINA E' LEGGE REGALO A CHI INQUINA E' LEGGE data 17/02/2014

Il regalo agli inquinatori sulle bonifiche è legge. Vergogna! Se sei un semplice cittadino paghi la TARES, e ti arriva Equitalia se non puoi pagare. Se hai devastato interi territori lo Stato ti paga profumatamente per i tuoi profitti. Il Destinazione Italia passa al Senato senza le modifiche richieste da movimenti e comuni dei Siti inquinati. Ora segnalazione alla Commissione Europea e battaglia sui singoli accordi di programma per le inaccettabili norme contenute nel decreto. segue....

COLPO DI STATO CONSENTITO DALL'INERZIA COLPO DI STATO CONSENTITO DALL'INERZIA data 07/02/2014

Poche ore dopo la pub­bli­ca­zione della sen­tenza 1/2014 della Corte costi­tu­zio­nale, la ragione per la quale era stata dichia­rata l’illegittimità costi­tu­zio­nale del Por­cel­lum era scom­parsa dai media di que­sto paese. La pro­pa­ganda dei distrut­tori della demo­cra­zia mediante lo svuo­ta­mento dei suoi fon­da­menti e dei suoi stru­menti la aveva già occul­tata die­tro il fumo di parole come «pre­mio», «soglia», «sta­bi­lità», «gover­na­bi­lità» ecc. I fal­sari di pro­fes­sione della poli­to­lo­gia assol­dati dai capi dei comi­tati elet­to­rali che hanno sosti­tuito i par­titi poli­tici si sono but­tati subito a spo­stare l’attenzione sui tre sistemi elet­to­rali pro­po­sti da Renzi dichia­rando che erano tutti coe­renti con quanto aveva affer­mato la Corte, l’esatto con­tra­rio della verità.



GOVERNABILITA' E' ARTIFICIO PER STABILITA' DEL POTERE GOVERNABILITA' E' ARTIFICIO PER STABILITA' DEL POTERE data 07/02/2014

La giurista e costituzionalista è una dei firmatari dell'appello contro il Porcellum: "La maggior parte dei nostri politici aspirano ad allentare in tutti i modi il peso del popolo. Vanno in questo senso l'esclusione delle preferenze, le liste bloccate, gli altissimi premi di maggioranza" Giuristi e costituzionalisti contro l’Italicum, definito addirittura una brutta copia del Porcellum. Un’istanza di critica che passa attraverso un appello pubblico per chiedere alla classe politica di fermare l’iter di approvazione del sistema elettorale concordato a tavolino da Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Tra i firmatari, c’è anche Lorenza Carlassare.



LISTA TSIPRAS: PENSANDOCI SU LISTA TSIPRAS: PENSANDOCI SU data 07/02/2014

Come si sa, un gruppo di intellettuali (Camilleri, Spinelli, Flores D’Arcais, Gallino, Revelli, Viale) ha proposto di dar vita ad una lista in appoggio alla candidatura di Alexis Tsipras alla Presidenza della Commissione Europea ed ispirata all’esperienza unitaria della sinistra greca espressa dalla lista di Siriza. L’appello propone un impegno per un’Europa diversa che, pur mantenendo la moneta unica, respinga le politiche di austerità ed il fiscal compact perché: “È nostra convinzione che l’Europa debba restare l’orizzonte, perché gli Stati da soli non sono in grado di esercitare sovranità, a meno di chiudere le frontiere, far finta che l’economia-mondo non esista, impoverirsi sempre più.”



QUALE FUTURO PER L'EUROPA? QUALE FUTURO PER L'EUROPA? data 07/02/2014

A metà 2013 la situazione economica dell’Europa è più che preoccupante: crescita zero nel 2012 e nel 2013, tasso di disoccupazione superiore al 12%. L’Europa non è in grado di mettere in moto né una strategia di breve termine per uscire dalla depressione né una strategia di lungo termine per definire un nuovo sentiero di crescita che possa avviare le necessarie transizioni economiche, ambientali e sociali. L’Euro, il più bel successo europeo secondo i suoi promotori, è fragile, minacciato dalle disparità della zona, dalla speculazione finanziaria, dall’assenza di solidarietà tra Paesi membri e di una via di uscita coerente dalla crisi.



GELMETTI ACCOGLIE DON MAZZI NELLA SUA GIAX TOWER GELMETTI ACCOGLIE DON MAZZI NELLA SUA GIAX TOWER data 30/12/2013

Tra tanti illustrissimi ospiti del calibro di Paolo Limiti, Dalila Di Lazzaro, Vittorio Sgarbi, Silvana Giacobini e molti altri, anche Don Mazzi ha avuto modo di visitare la Giax Tower, il grattacielo di moda a Milano, ideato dal rinomato imprenditore immobiliare Giovanni Gelmetti. Il celebre presbitero, impegnato in attività per il recupero dei tossicodipendenti con la sua Comunità Exodus, è rimasto molto colpito dalla struttura e dalle straordinarie idee di Gelmetti, tra cui quella di creare una soluzione abitativa che fosse adatta alle esigenze delle più svariate categorie di persone.



pagina precedente   Pagine totali: 31 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 ]   pagina successiva

Invia le tue news ANNUNCI E PUBBLICITÀ FIORIGIALLI
Hai delle notizie interessanti?       Inviacele subito!       le migliori verranno pubblicate!

Mittente (e-mail)
Testo della news
 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Associazione | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli snc - Via Cassani 32 - 00046 Grottaferrata - P. Iva 07187871004

sviluppo e hosting: OLO - consulenti nel biologico